PERCHÉ' LA MAPPATURA?

pubblicato 24 mar 2014, 10:10 da Filippo Fiori   [ aggiornato il 11 set 2014, 02:38 da Giorgio Gagliardi ]
Potrebbe sembrare semplicemente un pre-requisito la mappatura delle aziende “interessabili” a questi processi innovativi. In realtà, la costruzione di un sistema di mappatura ha consentito di cogliere gli aspetti dinamici del tessuto produttivo e organizzativo del territorio, e di individuarne le specializzazioni e le potenzialità, su cui costruire processi e servizi innovativi.

Per poter immaginare, configurare e realizzare interventi di efficace spessore economico, è fondamentale cogliere delle aziende la particolare vocazione produttiva/ di specializzazione ed in tal senso la mappatura è diretta a “classificare” le aziende in tre tipologie:
  • le aziende in grado di effettuare lavorazioni particolari e quindi in cerca di nicchie di mercato ad alta specializzazione;
  • le aziende in grado di produrre un capo finito, partendo dal disegno; 
  • le aziende che oltre a produrre un capo detengono un proprio marchio.
La mappatura delle aziende è, dunque, indispensabile per attivare nuovi “incontri” tra domanda e offerta. L’obiettivo strategico è quello di poter disporre di una banca dati che identifichi chiaramente le aziende, e le caratterizzi in base a profili ben definiti per caratteristiche, qualità e tipologia di produzione, punti di forza. La prospettiva è di porre le basi del successo delle attività di matching e assicurare al meglio le alleanze tra produzione e distribuzione.