OPPORTUNITA'‎ > ‎CONTRIBUTI‎ > ‎

Internazionalizzazione


POR FESR: BANDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DA PARTE DELLE PMI

pubblicato 27 nov 2017, 04:09 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 29 nov 2017, 03:06 ]

È stato approvato, nell'ambito del POR FESR, un bando finalizzato a sostenere il sistema imprenditoriale veneto nello sviluppo dei processi di internazionalizzazione e di penetrazione o consolidamento nei mercati esteri, attraverso lo strumento operativo del “voucher” per l’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione (azione 3.4.2).

Destinatari
Possono presentare domanda le PMI in possesso dei seguenti requisiti:
  • regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive presso la CCIAA competente; 
  • dotate di un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare le attività oggetto del voucher; 
  • in una situazione di regolarità contributiva, previdenziale e assistenziale; 
  • prive delle caratteristiche di impresa in difficoltà (art. 2, punto 18 Reg. (UE) n. 651 del 17/06/2014); 
  • non in stato di liquidazione o di fallimento e non soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale). 

Interventi ammissibili
Sono ammissibili i progetti che prevedano l’acquisizione da parte delle imprese beneficiarie di servizi di consulenza specialistica per l’internazionalizzazione, che rientrano nelle seguenti tipologie:
  • pianificazione promozionale: azioni promozionali, di comunicazione e di advertising sui mercati internazionali, identificati quali mercati target; attività di ricerca operatori/partner esteri per l’organizzazione incontri promozionali; 
  • pianificazione strategica: elaborazione di piani per l’internazionalizzazione, di piani di marketing e di penetrazione commerciale nei mercati esteri; ideazione, elaborazione e realizzazione di brand specifici per i mercati identificati come target; realizzazione di studi fattibilità e/o information memorandum di investimento per lo sviluppo delle reti commerciali, distributive e assistenza post-vendita all’estero; attività di ricerca operatori/partner esteri e assistenza per organizzazione incontri commerciali o per l’inserimento dell’impresa o l’ampliamento della presenza della stessa sui mercati esteri; attività di analisi dell’affidabilità finanziaria di società estere; supporto decisionale in tema di alleanze, fusioni e acquisizioni con soggetti stranieri;
  • supporto normativo e contrattuale: supporto nello studio e nella redazione di contrattualistica internazionale; analisi degli aspetti legati alla fiscalità, aspetti tecnici doganali, aspetti legislativi e procedurali connessi all’import/export del/i paese/i target; registrazione e/o implementazione dei diritti industriali all’estero (es. marchi e brevetti), e alle certificazioni estere di prodotto; concessione o al riconoscimento del diritto in altre giurisdizioni; 
  • affiancamento specialistico: inserimento/coinvolgimento, in via temporanea e fino a 6 mesi, nel processo d’internazionalizzazione di un Temporary Export Manager (TEM) che assicuri la gestione e coordinamento del progetto d’internazionalizzazione
Termini di realizzazione dei progetti
L'avvio del progetto coincide con il giorno successivo alla data di invio della domanda; dalla stessa data decorre quindi l’ammissibilità delle spese sostenute.
Non sono ammesse proroghe successive ai 6 mesi concessi per la realizzazione del progetto e agli ulteriori 30 giorni concessi per concludere i pagamenti e presentare i rendiconti finali di spesa, allegati alla relativa domanda di erogazione del voucher.

Tipologia di sostegno e dotazione finanziaria
L'agevolazione consiste in un contributo in conto capitale nella forma del voucher, ovvero di un "buono" nominativo (corrispondente alla comunicazione di concessione), di importo predefinito secondo la spesa sostenuta, che può variare da un minimo di € 2.000,00 a un massimo di € 6.000,00, nel caso di un progetto che preveda la realizzazione di interventi che ricadono in due tipologie diverse.
Le PMI possono infatti richiedere più voucher, fino ad un massimo di 2, con importi cumulabili tra loro, per l’acquisizione di altrettante e differenti tipologie di servizi specialistici forniti da aziende private o professionisti aventi sede legale in Italia o all’estero, ma che siano comunque registrati presso il “Catalogo dei fornitori” all’interno del portale “Innoveneto.org”.
Le agevolazioni previste dal presente bando sono cumulabili con altre agevolazioni finanziarie pubbliche, in relazione agli stessi costi ammissibili, purché tale cumulo non dia luogo ad un aiuto superiore a quella fissata con Regolamento di esenzione (UE) n. 651/2014.
La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 1.650.000.
 
Modalità e termini di presentazione delle domande
La domanda di sostegno deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione.
La compilazione della domanda può essere effettuata a partire dalle ore 16.00 del 6 dicembre 2017.
La domanda potrà quindi essere presentata all’apertura dello sportello prevista per le ore 16.00 del 13 dicembre 2017 fino al raggiungimento delle disponibilità finanziarie previste dal bando.

Modalità di valutazione
La modalità di valutazione delle domande di sostegno è di tipo valutativa a sportello sulla base dell’ordine cronologico di invio delle stesse, fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili. L’istruttoria tecnica ed amministrativa è svolta da AVEPA.

VOUCHER PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE (MiSE)

pubblicato 8 nov 2017, 09:46 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 30 nov 2017, 09:25 ]

Con decreto del Direttore Generale per le politiche internazionalizzazione e la promozione degli scambi del 18 settembre 2017, il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito le modalità operative e i termini per la richiesta e la concessione dei “Voucher per l’internazionalizzazione”, finalizzati a sostenere le PMI e le reti di imprese nella loro strategia di accesso e consolidamento nei mercati internazionali con 26 milioni di risorse stanziate, ai sensi del DM 17 luglio 2017.
Si tratta della seconda edizione di questo importante strumento di sostegno all’internazionalizzazione delle PMI, che prevede interessanti novità rispetto al bando precedente.

Finalità
L’intervento consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher, in favore di tutte quelle PMI che intendono guardare ai mercati oltreconfine attraverso una figura specializzata (il cd. Temporary Export Manager o TEM) capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri. Le imprese devono rivolgersi ad una Società fornitrice dei servizi scegliendola tra quelle inserite nell’apposito elenco che sarà pubblicato sul sito del Ministero entro il giorno 20 dicembre 2017.

Beneficiari
L’intervento è dedicato alle PMI (micro piccole e medie imprese) e a loro Reti di imprese che non superino i parametri di cui alla Raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003 (limite di: 250 dipendenti effettivi, 50 €/ML di fatturato o 43 €/ML di totale bilancio). 

Nell’ambito della dotazione finanziaria complessiva (26 milioni di euro) sono istituite tre differenti riserve finanziarie: 
  • una quota pari al 3 percento delle risorse finanziarie disponibili è destinata alla concessione delle agevolazioni ai soggetti proponenti che, al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni, sono in possesso del rating di legalità; 
  • una quota pari al 10 percento è destinata alla concessione delle agevolazioni alle PMI che, al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni, risultano essere start-up innovative ovvero PMI innovative; 
  • una quota pari al 60 percento è destinata alla concessione dei Voucher advanced stage. 
Inoltre, 6 milioni di euro sono destinati esclusivamente alle imprese aventi sede legale nella regioni Campania, Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia. 

Due tipologie di agevolazioni

Voucher “early stage”
Voucher di importo pari a € 10.000 a fronte di un contratto di servizio pari almeno a € 13.000 (+IVA).
Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 6 mesi.
Il Voucher è pari a € 8.000 per i soggetti già beneficiari a valere sul precedente bando (DM 15 maggio 2015).

Voucher “advanced stage”

Voucher di importo pari a € 15.000 a fronte di un contratto di servizio pari almeno a € 25.000 (+IVA).
Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 12 mesi.
È prevista la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo pari a ulteriori € 15.000 a fronte del raggiungimento dei seguenti obiettivi in termini di volumi di vendita all’estero:
  • incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%; 
  • incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, deve essere almeno pari al 6%.
Termini di presentazione delle domande
I soggetti proponenti potranno presentare la domanda in via telematica a partire dalle ore 12:00 del giorno 4 dicembre 2017 e fino alle ore 16.00 del 6 dicembre 2017.
Ma, già a partire dal 21 novembre 2017, sarà possibile compilare online la domanda.

Sarà possibile presentare una sola domanda per impresa, che dovrà essere compilata e inoltrata esclusivamente tramite la procedura informatica resa disponibile nel sito internet del Ministero dello sviluppo economico.
Il Ministero procederà all’assegnazione dei Voucher secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili, tenuto conto delle riserve e della sussistenza dei requisiti di ammissibilità in capo ai soggetti proponenti.

Modalità di concessione ed erogazione del Voucher
Ai fini della fruizione della agevolazione, il soggetto che ha ottenuto il voucher dovrà presentare - tramite la procedura informatica - il contratto stipulato con la società scelta tra quelle presenti nell’elenco pubblicato nella sezione “Elenco Società di TEM” sul sito del Ministero dello sviluppo economico.
Ai fini della erogazione del contributo, che avverrà a saldo e in una unica soluzione, l’impresa beneficiaria dovrà presentare la documentazione necessaria alla rendicontazione della spesa prevista all’articolo 11 del Decreto Direttoriale del 18/09/2017.

In allegato la normativa di riferimento.

BANDO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI PROMOZIONE DELL'EXPORT SVILUPPATI DAI DISTRETTI INDUSTRIALI E DALLE RETI INNOVATIVE REGIONALI

pubblicato 2 ago 2017, 00:02 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 2 ago 2017, 00:13 ]

La Giunta regionale del Veneto ha approvato, con DGR n. 1104 del 13 luglio 2017, il bando per il sostegno a progetti di promozione dell'export sviluppati dai distretti industriali e dalle reti innovative regionali, che dà attuazione all’azione 3.4.1 del POR FESR.

Beneficiari e tipologia di progetti ammessi
Sono disponibili tre milioni di euro per il sostegno a progetti che prevedono lo sviluppo di percorsi di internazionalizzazione volti a favorire l’accesso e l’espansione delle PMI sui mercati esteri, l’acquisizione di un “Temporary Export Manager" per l’avvio di un percorso d’internazionalizzazione, la realizzazione di iniziative che comprendono la partecipazione a manifestazioni fieristiche da parte del sistema distretto industriale o della rete innovativa regionale, progetti volti ad introdurre o rafforzare la dimensione e-commerce del distretto industriale o della rete innovativa regionale e a creare canali di incontro tra domanda e offerta.

Soglie di spesa, forma e intensità d'aiuto
Ciascuna proposta progettuale dovrà prevedere una spesa compresa tra € 60.000 ed € 300.000.
L’intensità del sostegno, nella forma del contributo a fondo perduto in conto capitale, è pari al 50% della spesa.
Il contributo massimo concedibile 150.000,00 euro.
Il sostegno viene concesso ai sensi del Regolamento UE n. 651/2014, articoli 18 e 19.

Spese ammissibili
Sono ammesse le seguenti categorie di spesa:
  • consulenze specialistiche di internazionalizzazione o di business; 
  • partecipazione a fiere (spese di locazione, installazione, gestione dello stand) 
  • spese per garanzie, al fine di contribuire sui costi della fidejussione qualora si intenda ottenere il pagamento anticipato della quota del 40% del sostegno concesso. 
Ogni progetto deve essere realizzato da almeno tre PMI facenti parte di un distretto industriale o di una rete innovativa regionale.
I progetti invece riferiti a una rete innovativa regionale devono essere realizzati da almeno tre imprese che hanno aderito a una rete innovativa regionale riconosciuta dalla Regione Veneto.

La domanda di sostegno viene presentata per il tramite del soggetto giuridico che rappresenta il distretto industriale o la rete innovativa regionale a cui si riferisce la proposta progettuale.
Le domande di sostegno riferite ai distretti industriali possono anche essere presentate da un’impresa capofila di un raggruppamento temporaneo di imprese del distretto: in tal caso il soggetto giuridico che rappresenta il distretto deve rilasciare all’impresa capofila un parere di conformità della proposta progettuale riguardo alla programmazione distrettuale.

Termini di presentazione delle domande e modalità di valutazione
Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 15.00 del 24/07/2017, fino alle ore 17.00 del 05/10/2017, esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione del Veneto. 
L’iter di selezione prevede una procedura valutativa a graduatoria: l’ammissione al sostegno avverrà sulla base dell’ordine determinato dal maggior punteggio conseguito fino ad esaurimento dello stanziamento.

Termini di realizzazione dei progetti
Tutti i progetti devono concludersi entro il 16 luglio 2018.

In allegato il testo del bando.

1-3 of 3