OPPORTUNITA'‎ > ‎CONTRIBUTI‎ > ‎Innovazione e ricerca‎ > ‎

POR FESR: BANDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE DA PARTE DELLE PMI

pubblicato 29 nov 2017, 06:07 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 29 nov 2017, 06:14 ]
È stato approvato, nell'ambito del POR FESR, con la DGR 1848 del 14/11/2017, un bando finalizzato a sostenere, attraverso lo strumento del voucher, le attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze presso le imprese, favorendo i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative e i processi di integrazione e di innovazione delle strategie organizzative e di business tra imprese, università, centri di ricerca e centri di trasferimento tecnologico e di conoscenza in grado di garantire ricadute positive sul territorio (azione 1.1.2).

Destinatari
Possono presentare domanda le PMI in possesso dei seguenti requisiti:
  • regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive presso la CCIAA competente; 
  • dotate di un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare le attività oggetto del voucher; 
  • in una situazione di regolarità contributiva, previdenziale e assistenziale; 
  • prive delle caratteristiche di impresa in difficoltà (art. 2, punto 18 Reg. (UE) n. 651 del 17/06/2014); 
  • non in stato di liquidazione o di fallimento e non soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale). 

Interventi ammissibili
Sono ammissibili i progetti, coerenti con la RIS3 Veneto e con il Piano Strategico Regionale per la Ricerca Scientifica e lo Sviluppo Tecnologico e l’Innovazione, che prevedano l’acquisizione di una o più tipologie di servizi specialistici rientranti nella seguente classificazione:

Innovazione tecnologica
  • Tutela e valorizzazione 
  • Percorsi certificativi 
  • Progettazione e sperimentazione 
Innovazione strategica
  • Innovazione di prodotto, processo e design 
  • Integrazione aziendale 
  • Innovazione nel modello di business 
  • Servizi di sostegno all’innovazione strategica 
Innovazione organizzativa
  • Up-grading organizzativo 
  • Servizi di sostegno all’innovazione organizzativa
La natura dei servizi specialistici per l’innovazione oggetto di sostegno non deve essere né continuativa né periodica ed essi devono esulare dagli ordinari costi di gestione dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, legale e la pubblicità o per conseguire standard imposti dalla legge o da provvedimenti equivalenti.

Termini di realizzazione dei progetti
L'avvio del progetto coincide con il giorno successivo alla data di invio della domanda; dalla stessa data decorre quindi l’ammissibilità delle spese sostenute.
Non sono ammesse proroghe successive ai 6 mesi concessi per la realizzazione del progetto e agli ulteriori 30 giorni concessi per concludere i pagamenti e presentare i rendiconti finali di spesa, allegati alla relativa domanda di erogazione del voucher.

Tipologia di sostegno e dotazione finanziaria
L'agevolazione consiste in un contributo in conto capitale nella forma del voucher, ovvero di un "buono" nominativo (corrispondente alla comunicazione di concessione), di importo predefinito secondo la spesa sostenuta, che può variare da un minimo di € 750,00 a un massimo di € 19.500,00, nel caso di un progetto che preveda la realizzazione di interventi che ricadono in tre tipologie diverse, cui si applicano i massimali più alti.
Le PMI possono infatti richiedere più voucher, fino ad un massimo di 3, con importi cumulabili tra loro, per l’acquisizione di altrettante e differenti tipologie di servizi specialistici forniti da aziende private o professionisti aventi sede legale in Italia o all’estero, ma che siano comunque registrati presso il “Catalogo dei fornitori” all’interno del portale “Innoveneto.org”.
L’intensità d’aiuto varia dal 50% al 75% a seconda della tipologia di intervento.
Le agevolazioni previste dal presente bando sono cumulabili con altre agevolazioni finanziarie pubbliche, in relazione agli stessi costi ammissibili, purché tale cumulo non dia luogo ad un aiuto superiore a quella fissata con Regolamento di esenzione (UE) n. 651/2014.
La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 4.000.000.

Modalità e termini di presentazione delle domande
La domanda di sostegno deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione.
La compilazione della domanda può essere effettuata a partire dalle ore 16.00 del 29 novembre 2017.
La domanda potrà quindi essere presentata all’apertura dello sportello prevista per le ore 16.00 del 6 dicembre 2017 fino al raggiungimento delle disponibilità finanziarie previste dal bando.

Modalità di valutazione
La modalità di valutazione delle domande di sostegno è di tipo valutativa a sportello sulla base dell’ordine cronologico di invio delle stesse, fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili. L’istruttoria tecnica ed amministrativa è svolta da AVEPA.
Ċ
Filippo Fiori,
29 nov 2017, 06:07
Ċ
Filippo Fiori,
29 nov 2017, 06:07
Comments