OPPORTUNITA'‎ > ‎CONTRIBUTI‎ > ‎Innovazione e ricerca‎ > ‎

BANDO PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI E BENI INTANGIBILI - SETTORE COMMERCIO

pubblicato 28 set 2016, 08:11 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 28 set 2016, 08:27 ]
È stato pubblicato il 20 settembre con la DGR 1443 il bando regionale che prevede la concessione di aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, rivolto alle imprese del commercio, nell’ambito del Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR FESR) per il periodo 2014-2020.

Destinatari

I beneficiari sono le PMI in forma singola, in possesso dei seguenti requisiti:
  • essere regolarmente iscritte come “Attive” al Registro delle Imprese presso la CCIAA competente da più di 12 mesi alla data di apertura dei termini per la presentazione della domanda;
  • esercitare un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 prevalente nei settori:
G “Commercio all’ingrosso e al dettaglio” con esclusione di alcuni gruppi (vedasi scheda di sintesi allegata);
I 56 “Attività dei servizi di ristorazione;
  • avere l'unità operativa, o le unità operative, in cui realizza il progetto imprenditoriale in Veneto;
  • non essere iscritte nella Sezione speciale del Registro Imprese dedicata alle start-up innovative.
Interventi ammissibili

Sono ammissibili gli interventi relativi a progetti che introducono innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ammodernamento di macchinari ed impianti e accompagnamento ai processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale.

L’avvio del progetto di investimento è stabilito dalla data dell’1/6/2016.

Gli interventi devono concludersi entro 12 mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione delle agevolazioni sul BURVET.

Non sono ammissibili i progetti portati materialmente a termine o completamente attuati prima della presentazione della domanda di partecipazione, a prescindere dall’effettuazione dei pagamenti.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie, effettuate dall’1/6/2016 e fino al termine di chiusura dell’intervento:
  • macchinari, impianti produttivi, attrezzature, arredi e sistemi di sicurezza; sono comprese anche le relative spese di trasporto e installazione presso l'unità operativa in cui si realizza il progetto.
  • brevetti, know-how, diritti di licenza, hardware e software;
  • opere di impiantistica (compresi interventi di sostenibilità energetica e ambientale) e murarie (limitatamente a lavori edili funzionalmente correlati agli impianti);
  • mezzi di trasporto ad esclusivo uso aziendale (escluse le autovetture).
Sono ammissibili le spese sostenute (al netto dell’IVA e di ogni altro onere accessorio e finanziario), interamente pagate e quietanzate dalla data di avvio del progetto ed entro 12 mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione delle agevolazioni sul BURVET.

Tipologia di sostegno e dotazione finanziaria


Contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa rendicontata ammissibile, con i seguenti limiti:
  • minimo di € 7.500,00 a fronte di una spesa rendicontata e ammessa pari a € 15.000,00;
  • massimo € 50.000,00 a fronte di una spesa rendicontata e ammessa almeno pari a € 100.000,00.
Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

La dotazione finanziaria è pari a € 3.000.000,00.
L’istruttoria sarà effettuata su un numero di progetti a cui corrisponde una richiesta complessiva di contributo di € 3.900.000,00, ovvero pari alla dotazione finanziaria iniziale del Bando incrementata del 30%.

Modalità e termini di presentazione delle domande

La domanda può essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione, dalle 10.00 del 19/10/2016, fino alle ore 18.00 del 26/10/2016, salvo chiusura anticipata qualora la richiesta complessiva di contributo esaurisca l’importo disponibile.
Ċ
Filippo Fiori,
28 set 2016, 08:11
Comments