OPPORTUNITA'‎ > ‎CONTRIBUTI‎ > ‎Innovazione e ricerca‎ > ‎

BANDO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA CHE PREVEDONO L’IMPIEGO DI RICERCATORI

pubblicato 2 ago 2017, 00:31 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 2 ago 2017, 03:21 ]
È stato pubblicato il 28 luglio, nell’ambito dell'azione 1.1.1 del POR FESR 2014-2020, il secondo bando che concede un sostegno a progetti di ricerca alle imprese che prevedono l’impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico-scientifici).

Destinatari 
Beneficiari sono le PMI iscritte al Registro delle Imprese e attive, aventi un'unità operativa in Veneto nella quale realizzare l'iniziativa. 

Interventi ammissibili
Sono ammissibili i progetti d’impresa che prevedono l’impiego di uno o più ricercatori nell’impresa stessa per lo svolgimento di una delle seguenti tipologie progettuali:
  • ricerca industriale
  • sviluppo sperimentale
  • innovazione di processo e/o innovazione dell’organizzazione
I progetti devono essere coerenti con la Strategia di specializzazione intelligente (RIS3) del Veneto e il Piano Strategico Regionale per la Ricerca Scientifica e lo Sviluppo Tecnologico e l’Innovazione. Le traiettorie di sviluppo e tecnologiche selezionate per le tipologie progettuali indicate, suddivise per ambito di specializzazione, sono riportate nell'Appendice 1 al bando.
Nella domanda di sostegno dovrà quindi essere identificata almeno una traiettoria di sviluppo e tecnologica ai fini dell’ammissione.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative alla realizzazione del progetto strettamente legate alle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e di innovazione di processo e dell’organizzazione, comprese tra un minimo di € 20.000,00 e un massimo di € 200.000,00.
Le tipologie di spese ammissibili sono le seguenti:
  • Spese per l'impiego di ricercatori assunti dall’impresa o messi a disposizione da strutture qualificate di ricerca;
  • Spese del personale dipendente a supporto del ricercatore;
  • Strumenti e attrezzature;
  • Conoscenza e brevetti;
  • Consulenza specialistica e servizi esterni;
  • Spese per realizzazione di un prototipo;
  • Spese generali.
Almeno il 70% delle spese ammissibili deve essere rappresentato dai costi sostenuti per l’impiego di ricercatori in azienda. 
Le spese devono essere sostenute entro i 12 mesi successivi alla data di avvio delle attività progettuali.

Tipologia di sostegno e dotazione finanziaria
L'intensità d'aiuto dell’agevolazione, concessa nella forma di contributo in conto capitale, varia dal 35% al 75%, in funzione della tipologia di attività progettuale e della classificazione dimensionale dell’azienda, e dell'eventuale diffusione dei risultati del progetto.
Le agevolazioni sono concesse ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione Europea del 17 giugno 2014 (art. 25 e 29) e sono pertanto cumulabili con altre agevolazioni finanziarie pubbliche, in relazione agli stessi costi ammissibili, purché tale cumulo non dia luogo ad un aiuto superiore a quello fissato con Regolamento di esenzione (UE) n. 651/2014.
Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. 
La dotazione finanziaria è pari a € 3.000.000,00.

Modalità e termini di presentazione delle domande 
La domanda di sostegno deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione del Veneto, dalle 15.00 del 26/09/2017 fino alle 17.00 del 10/10/2017.
Ċ
Filippo Fiori,
2 ago 2017, 00:31
Ċ
Filippo Fiori,
19 set 2017, 03:27
Comments