CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE ANCHE COMPLEMENTARI AL SETTORE TURISTICO TRADIZIONALE - II EDIZIONE

pubblicato 5 ago 2019, 06:18 da Filippo Fiori
La Giunta Regionale del Veneto ha approvato un bando per la concessione di aiuti a PMI costituite da non più di 12 mesi anche complementari al settore turistico tradizionale, con l'obiettivo di promuovere e sostenere l’attivazione di nuove imprese, per la realizzazione di nuovi prodotti turistici, con particolare riferimento al cicloturismo, al turismo enogastronomico, al turismo equestre e ad altri segmenti turistici a carattere innovativo. Il bando dà attuazione a quanto previsto dall’Azione 3.3.4 Sub A del POR-FESR 2014-2020.

Destinatari
Possono beneficiare del contributo le nuove micro, piccole e medie imprese - o professionisti (da non più di 12 mesi) iscritti agli ordini professionali o associazioni professionali - che abbiano sede operativa negli ambiti territoriali dei seguenti comuni:
  • comuni - o loro forme associate - dei Sistemi Turistici Tematici “Dolomiti”, “Montagna veneta”, “Terme Euganee e termalismo veneto” che abbiano aderito, prima della pubblicazione sul BUR del bando, ad Organizzazioni di Gestione della Destinazione riconosciute dalla Giunta regionale (si veda elenco allegato 'Comuni aderenti a ODG degli STT');
  • comuni elencati nell’Allegato A1, ovvero attraversati dagli itinerari cicloturistici I1, I2, I3 e I4, dall’itinerario cicloturistico I5, Treviso-Ostiglia (solo la parte veneta), dalle escursioni cicloturistiche E1, E2, E3, E4, E5, E6, E7, o confinanti con tali comuni;
  • comuni elencati nell’Allegato A2, ovvero attraversati dalle ippovie del sistema "La via delle Prealpi".
Interventi ammissibili
La tipologia di progetto ammessa è l'attivazione di imprese anche complementari al settore turistico tradizionale, a carattere innovativo rispetto al contesto, in grado di favorire lo sviluppo di
nuovi prodotti e servizi finalizzati alla costruzione dell’offerta turistica del cicloturismo, del turismo equestre, del turismo enogastronomico e di altri segmenti turistici innovativi che valorizzino tra gli altri anche il patrimonio intangibile e immateriale, il patrimonio industriale e l’interpretazione di tale patrimonio anche attraverso l’innovazione digitale.
I progetti dovranno essere conclusi entro e non oltre il termine di 18 mesi dalla pubblicazione sul BUR del Decreto del Dirigente dell’Area Gestione FESR di AVEPA che approva l’ammissione a sostegno.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:
  • spese per acquisto di beni e servizi funzionali allo sviluppo del prodotto turistico;
  • spese per acquisto o noleggio di mezzi di trasporto (no auto);
  • spese per interventi edilizi (se per strutture ricettive max 50% della spesa totale ammissibile);
  • spese per acquisto di terreni (max 15% della spesa totale ammissibile);
  • spese consulenza e assistenza tecnico-specialistica (max 5% della spesa totale ammissibile);
  • spese per la promozione e commercializzazione del prodotto turistico (max 20% della spesa totale ammissibile);
  • spese per fidejussione di cui al bando;
  • spese di costituzione della società (max Euro 3.000,00);
  • spese di progettazione, direzioni lavori e collaudo.
Non sono ammesse le domande di sostegno i cui progetti comportino spese ritenute ammissibili inferiori ad euro 50.000,00.

Tipologia di sostegno e dotazione finanziaria 
Il contributo a fondo perduto concedibile è pari al 50% della spesa ammessa effettivamente sostenuta e pagata per la realizzazione del progettonel limite massimo di € 100.000,00 corrispondenti ad una spesa rendicontata e ammessa a sostegno pari o superiore a €  200.000,00, e nel limite minimo di € 25.000,00 corrispondenti ad una spesa rendicontata e ammessa a sostegno pari a € 50.000,00.
Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria, secondo i criteri individuati dal bando.

La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 1.500.000,00.

Modalità e termini di presentazione delle domande 
La domanda di sostegno deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione a partire dalle ore 15 del 25 luglio 2019 e fino alle ore 17.00 del 28 novembre 2019.
Ċ
Filippo Fiori,
5 ago 2019, 06:18
Ċ
Filippo Fiori,
5 ago 2019, 06:18
Comments