OPPORTUNITA'‎ > ‎CONTRIBUTI‎ > ‎

COVID 19

CONTRIBUTI PER L'ACQUISIZIONE DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI)

pubblicato 24 set 2020, 03:52 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 24 set 2020, 04:01 ]

Unioncamere del Veneto, in convenzione con la Regione Veneto, ha approvato un bando per la concessione di contributi a fondo perduto per l'acquisto di Dispositivi di Protezione Individuale da parte delle imprese dei settori, industria, artigianato, commercio e servizi.
Il bando prevede un contributo in conto capitale pari all'80% della spesa sostenuta per l'acquisto di DPI, tra cui dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea, attrezzature per la sanificazione locali, mascherine, guanti, tute, detergenti.

Beneficiari
Sono ammesse alle agevolazioni le micro e piccole imprese, come definite dalla Raccomandazione della Commissione 6 maggio 2003, n. 2003/361/CE, dei settori Industria, Artigianato, Commercio e Servizi aventi sede in Veneto e iscritte e al Registro Imprese della CCIAA. Le imprese richiedenti non devono essere in difficoltà o in procedura concorsuale, devono essere in regola con il pagamento del diritto camerale, non devono avere forniture in essere con Unioncamere del Veneto e devono dichiarare la propria regolarità contributiva, previdenziale e assistenziale.

Spese ammissibili
Linea 1 (Investimenti):
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • Attrezzature per sanificazione locali;
  • Strumenti e sistemi di aerazione dei locali;
  • Pannelli divisori, pareti mobili, arredi per il mantenimento delle distanze tra lavoratori.
Linea 2 (Spese correnti):
  • Mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2, FFP3;
  • Guanti in lattice, vinile e nitrile;
  • Dispositivi per protezione oculare;
  • Tute e camici;
  • Calzari e sovrascarpe;
  • Cuffie e copricapi;
  • Detergenti e soluzioni disinfettanti;
  • Servizi di disinfezione e sanificazione dei locali.
Le spese dovranno essere state effettuate nel periodo compreso tra 11 marzo 2020 e la data di presentazione della richiesta di contributo.
Ciascuna impresa può presentare domanda su una o entrambe le linee, fino ad un contributo massimo complessivo di € 4.000.

Tipologia e intensità del contributo
Contributo a fondo perduto pari all’80% delle spese sostenute con un massimo di € 4.000 (spesa pari a € 5.000 o superiore).
Se in possesso del rating di legalità il contributo sarà pari al 90% delle spese sostenute con un massimo di € 4.500.
Il contributo è concesso applicando le disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione europea (de minimis).

Cumulabilità
Il contributo non è cumulabile ad altri contributi pubblici per le stesse spese ammesse.
I contributi per le spese DPI richiesti con il bando sono cumulabili con il credito d’imposta di cui al DL 34/2020 (se utilizzato). In tal caso, la domanda di contributo dovrà essere richiesta solo per l’importo di spesa che non è già stata coperto dal credito di imposta o da altro contributo pubblico (si veda art. 5 del bando).

Dotazione
La dotazione complessiva del bando è pari a € 3.000.000 (2 milioni per spese di acquisto della linea 1 e 1 milione per la linea 2 del bando).
Per quanto riguarda la Linea 2 è prevista una riserva di risorse pari ad € 200.000 per ciascuna provincia del Veneto di appartenenza delle imprese.

Modalità di presentazione e valutazione delle domande
Le domande dovranno essere presentate telematicamente per il tramite del sistema Webtelemaco di Infocamere a partire dalle ore 8.00 del 28 settembre 2020 alle ore 21.00 del 28 ottobre 2020. Non sarà possibile effettuare la precompilazione delle domande prima del 28 settembre.

Il bando è a sportello, la graduatoria verrà formata tenendo conto dell’ordine cronologico di invio delle domande fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina ufficiale del bando sul sito di Unioncamere del Veneto.

In allegato il testo del bando e le linee guida per la presentazione della domanda.

CONTRIBUTI PER LE MICRO E PICCOLE IMPRESE COLPITE DALL’EMERGENZA DA COVID-19: COMMERCIO, SOMMINISTRAZIONE E SERVIZI ALLA PERSONA

pubblicato 19 giu 2020, 09:06 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 26 giu 2020, 05:52 ]

Con il 'Bando per contributi a supporto delle micro e piccole imprese colpite dell’emergenza epidemiologica da covid-19 nei settori commercio, somministrazione e servizi alla persona' la Regione del Veneto intende sostenere le micro e piccole imprese dei settori commercio al dettaglio, somministrazione e servizi alla persona, la cui attività sia stata sospesa per effetto del DPCM 11 marzo 2020 e che debbano far fronte alla realizzazione di interventi correlati alla ripresa dell’attività aziendale in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

L’impresa, a pena di inammissibilità della domanda, deve possedere i seguenti requisiti:
  • essere iscritta al Registro Imprese della CCIAA al 31 dicembre 2019 e risultare attiva alla data dell’11 marzo 2020 e al momento della presentazione della richiesta di prenotazione del contributo e al momento della presentazione della domanda;
  • esercitare, alla data dell’11 marzo 2020, al momento della presentazione della richiesta di prenotazione del contributo e al momento della presentazione della domanda, un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori indicati nell’Allegato B al Bando
  • avere sede operativa attiva localizzata in Veneto alla data dell’11 marzo 2020 nonché al momento della presentazione della richiesta di prenotazione del contributo; 
  • essere, al momento della presentazione della richiesta di prenotazione del contributo e al momento della presentazione della domanda, nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposta a procedure concorsuali in corso o aperte nei suoi confronti antecedentemente la data di presentazione della richiesta; 
  • non risultare “in difficoltà”, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 2, sub 18, del Regolamento (UE) n. 651/2014 alla data del 31 dicembre 2019; 
  • avere un fatturato annuo risultante dalla Dichiarazione IVA relativa all’esercizio 2018 non inferiore a euro 50.000,00 e non superiore ad euro 500.000,00 (tale requisito non si applica alle imprese iscritte al Registro delle Imprese a partire dal 1° gennaio 2018); 
  • impiegare un numero di addetti, presente nel Registro delle Imprese, non superiore a 9 alla data del 31 dicembre 2019 (valore medio del totale di dipendenti e indipendenti, esclusi i collaboratori). 
L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità aziendale.
L’ammontare del contributo è determinato nella somma di € 2.000,00 maggiorata di un importo pari ad € 250,00 per ogni addetto dell’impresa che eccede il numero di 2 (fino ad un massimo di 9 addetti), fino ad un massimo di € 3.750,00.

Le agevolazioni sono concesse ai sensi e nei limiti della Sezione 3.1 del “Quadro temporaneo per le misure di Aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, adottato con Comunicazione della Commissione 19 marzo 2020 C (2020) 1863 e s.m.i.

Un'impresa può partecipare al presente Bando con una sola domanda di contributo.

Il Bando ha una dotazione finanziaria iniziale, per l’anno in corso, pari ad € 20.630.938,85.

Le agevolazioni di cui al presente Bando sono concesse sulla base di procedura automatica.

La domanda di sostegno deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica secondo una sequenza temporale articolata nelle seguenti fasi:

fase 1 - prenotazione del contributo
Prenotazione on line della richiesta di contributo dalle 10.00 del 2 luglio e fino alle 16.00 del 14 luglio 2020 collegandosi all'indirizzo http://cdnbandi.regione.veneto.it/311-covid-fesr/.
Verranno inviata alla casella PEC (banca dati Registro Imprese) le istruzioni e la richiesta di conferma da completare entro le ore 16:00 del 16 luglio 2020. 
A seguire sarà pubblicata la graduatoria provvisoria con l’elenco delle imprese ammesse alla presentazione della domanda.

fase 2 – presentazione domanda
Presentazione della domanda, tramite link e PIN che sarà inviato via PEC, a partire dalle ore 10:00 del 11 agosto 2020 e fino alle ore 15:00 del 2 settembre 2020. 
La domanda è in forma di autocertificazione.

La procedura valutativa è a graduatoria, pertanto non è rilevante l’ordine cronologico di ricezione delle prenotazioni né delle domande.
I criteri di valutazione sono i seguenti:
  • Imprese iscritte al registro imprese prima del 01/01/2018 il criterio di selezione è dato dal rapporto tra numero di dipendenti (valore medio del totale addetti al 31/12/2019) e volume di fatturato dell’impresa (dichiarazione IVA 2018 o modello redditi 2018);
  • imprese iscritte al registro imprese dopo il 01/01/2018 il criterio di selezione è dato dal valore medio del totale addetti al 31/12/2019. 
Le domande saranno valutate da AVEPA che provvederà all’erogazione del contributo in un’unica soluzione.

In allegato il testo del bando, l'allegato B relativo ai codici ATECO ammessi e la scheda di sintesi ufficiale della Regione del Veneto.

1-2 of 2