SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

Sistri

pubblicato 31 dic 2014, 02:21 da Gianluca Bassiato

Applicazione del “SISTRI” e pagamento del relativo contributo per l’anno 2014;

Come annunciato nella precedente informativa e dalle informazioni che circolano ufficiosamente sul Decreto Milleproroghe, che verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro fine anno, ma che ad oggi, 31 dicembre, non ha ancora visto tale pubblicazione, il Decreto stesso dovrebbe contenere la sospensione di alcune sanzioni relative al SISTRI.

 

In particolare:

  1. la sospensione sino al 31.12.2015 delle sanzioni previste dal D. Lgs 152/2006 all’art. 260-bis, commi da 3 a 9, in pratica tutte quelle relative all’obbligo di utilizzo del SISTRI da parte degli operatori obbligati (vedi sotto). La sospensione sarà concessa “al fine di consentire la tenuta in modalità elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti trasportati nonché l’applicazione delle altre semplificazioni e le opportune modifiche normative”. Pertanto sino al 31.12.2015 l’utilizzo del SISTRI sarà facoltativo, mentre rimane obbligatorio l’uso del registro di carico e scarico e del formulario di identificazione dei rifiuti;

     

  2. le sanzioni per la mancata iscrizione al SISTRI ed il mancato pagamento dei diritti annuali per il 2014 si presume verranno applicate a partire dal 1° febbraio 2015. Quindi gli operatori obbligati (vedi sotto) dovranno effettuare il versamento dei diritti di iscrizione per l’anno 2014 comunque entro il 31 gennaio 2015.

     

    Aziende obbligate al SISTRI sono:

  • Produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi con più di 10 dipendenti

  • Enti e imprese che effettuano attività di raccolta o trasporto di rifiuti speciali pericolosi a titolo professionale

  • Enti e le imprese che effettuano attività di trattamento, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti urbani e speciali pericolosi

  • I “nuovi produttori” di rifiuti pericolosi derivanti dal trattamento di rifiuti


Fino al 31 dicembre 2015 resta obbligatorio per tutti (obbligati SISTRI e non obbligati al SISTRI) la compilazione del registro di carico/scarico e dei formulari rifiuti.

Ad ogni modo, viste le pesanti sanzioni correlate, qualora riteneste opportuno effettuare il pagamento del suddetto contributo entro e non oltre il 31 Dicembre 2014, in considerazione del fatto che il predetto Decreto Legge “MILLEPROROGHE” non è alla data odierna pubblicato in Gazzetta Ufficiale e quindi non vi è l’assoluta certezza sullo slittamento delle sanzioni come sopraindicato, si allega alla presente la procedura per il pagamento e le tabelle riportanti l’entità del contributo stesso.

L’Associazione sta continuando a svolgere una forte azione sindacale per l’abolizione di questo sistema, ricordiamo che questo ha portato all’esclusione dal Sistri per tutte le imprese con meno di 10 dipendenti, vi terremo quindi aggiornati su ogni ulteriore sviluppo in materia.

In questo momento di grande confusione, nel quale la stampa specialistica informa che le sanzioni Sistri sono state prorogate e il testo di Legge che dovrebbe contenere tale proroga, approvato dal Consiglio dei Ministri del 24 dicembre scorso, non è stato ancora reso disponibile da fonti ufficiali, riteniamo di poter concorrere a "difendere” la buona fede di un’impresa che non ha provveduto al versamento del contributo Sistri entro il 31 dicembre 2014.


Ċ
Gianluca Bassiato,
31 dic 2014, 02:27
Comments