SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

PRIMA LINEA - MOSTRA DELLE OPERE IN FERRO BATTUTO DEL CONCORSO EDIZIONI 2015-2016

pubblicato 03 mag 2017, 06:34 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 03 mag 2017, 07:03 ]
In occasione della 90° Adunata degli Alpini , Confartigianato Imprese Marca Trevigiana ha voluto rendere omaggio alle Penne Nere con la mostra delle opere in ferro battuto del concorso internazionale PRIMA LINEA, edizioni 2015-2016.
PRIMA LINEA è la progettualità che ha preso il via nel 2015 in occasione delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra, grazie a Confartigianato Imprese Vittorio Veneto. Un evento quadriennale che si articola lungo un percorso a tappe che ha coinvolto e coinvolgerà maestri d’arte e fabbri provenienti dai Paesi che in quella tragica occasione si sono fronteggiati.
Le opere esposte nel Salone Borsa Merci, messo a disposizione dalla sede trevigiana dell’Ente camerale, traggono spunto da riflessioni e interpretazioni simboliche sui significati più profondi dei temi che hanno contraddistinto le edizioni del biennio scorso: “Trame…alleanze e condivisioni” e “Oltre i confini…le ferite, i muri tra mente e anima”. Si tratta di manufatti inediti, di stile tradizionale e contemporaneo.
Nel Salone Borsa Merci si potrà ammirare l’opera vincitrice del concorso 2015 “Connected landscape”, realizzata dal designer irlandese Tom Dalton che la giuria ha definito “una trasposizione realizzativa del progetto che, con un’interpretazione coerente ed originale del tema, evidenzia un personale approfondimento nella ricerca plastico –concettuale”.
Prendendo spunto dalle trincee, i solchi dove i soldati erano costretti a vivere a contatto con la morte nel silenzio e nell’attesa, l’edizione 2016 del concorso ha voluto indagare il tema dei muri e delle barriere che compromettono le relazioni. Il fiorentino Andrea Cosci e il veneziano Giampaolo Maniero, insieme al prof. Franco Bugatti, si sono classificati per primi con la creazione “Vivi insieme. Abbatti i muri” con la seguente motivazione “l’opera esplora i concetti di divisione e incomunicabilità della società contemporanea indagando in profondità i suoi diversi significati e trasferendoli in un’immagine inedita, di immediata  comprensione”.
L’esposizione sarà aperta al pubblico dal lunedì al giovedì dalle 08:00 alle 18:00, il venerdì dalle  8:00 - 17:30 mentre nel fine settimana dalle 10:00 alle 13:00  e nel pomeriggio dalle 14:00 alle  20:00.


Ċ
Edi Barbazza,
03 mag 2017, 06:46
Comments