SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

Presentazione del MARCHIO REGIONALE “FORNO DI QUALITA’”

pubblicato 29 mag 2015, 03:26 da Edi Barbazza
Verrà presentato mercoledì 3 giugno p.v. alle ore 18.30 presso la sede di Confartigianato Marca Trevigiana  (piazza delle istituzioni  34/a, Treviso), agli oltre 400 titolari di imprese artigiane  
del settore della panificazione/ pasticceria attivi in  Provincia di Treviso,  il marchio regionale Forno di qualità. Un’iniziativa dedicata esclusivamente ai laboratori che producono pane fresco seguendo un processo di produzione regolamentato, promossa dalla Regione del Veneto, con la DGR n. 412 del 31 marzo 2015.
Il marchio consente al consumatore di trovare un segno di riconoscimento definito e facilmente individuabile a garanzia della freschezza e della qualità del prodotto panificato.
A tutela delle aziende e dei consumatori Confartigianato Marca Trevigiana sostiene  il “Disciplinare per la qualificazione delle imprese di panificazione” che valorizza l’attività di panificazione e migliora l’informazione al consumatore rendendo immediatamente riconoscibili le imprese  che si contraddistinguono  per la qualità e la tipicità del loro prodotto.
Il disciplinare, che nel corso dell’incontro sarà illustrato dal dirigente regionale Direzione Industria e Artigianato, Michele Pelloso, definisce il processo di selezione delle materie prime, il ciclo produttivo e le tecniche di lavorazione del “pane” con l’obiettivo di garantire un’offerta che rispecchi il più possibile le tradizioni e le specialità locali, e sia improntato al fattore “qualità.
Il provvedimento, infine, istituisce il registro regionale delle specialità da forno tipiche della tradizione del Veneto elencando tutti quei prodotti di pasticceria, panetteria e biscotteria che fanno parte della storia della nostra Regione al fine di tutelarne le ricette e salvaguardarli da fenomeni di imitazione e contraffazione. All’appuntamento interverranno i  presidenti provinciale e regionale del gruppo alimentazione di Confartigianato Alessandro Ardizzoni e Nicola Trentin. 

Negli ultimi due anni in Veneto (ed in Italia) è letteralmente esploso l’import di prodotti da forno e farinacei dall’Est Europa (Ungheria, Slovenia, Polonia Repubblica Ceca Slovacchia e Romania). Si è passati dai 4 a 8 milioni di euro (+100%). Un fenomeno che si lega, e spiega, al boom della produzione di “pane appena sfornato” da parte soprattutto della grande distribuzione.
In Veneto, le imprese artigiane del comparto della panificazione sono 1.655. Tra queste 1.544 appartengono  alla sottocategoria “Produzione di pane; prodotti di pasticceria freschi”. In termini provinciali, Venezia risulta essere la provincia con il maggiore numero di imprese del comparto , seguita da Treviso e Padova .
La spesa media mensile delle famiglie venete per generi alimentari e bevande è calata negli ultimi anni regredendo ben oltre i livelli del 2007: 436,3 euro. Quella specifica per Pane e crackers è invece calata rispetto al 2007 del -7,6%: 29,3 euro. I Veneti spendono ogni anno 10 milioni 400 mila euro  per alimentari e bevande ( -2,4% rispetto al 2007);  700 mila euro per pane grissini e crackers (-5,6% sempre rispetto al 2007).
Ċ
Edi Barbazza,
29 mag 2015, 03:26
Comments