SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

PEDEMONTANA: L’IMPATTO SULLA RETE VIARIA DEL TERRITORIO

pubblicato 2 feb 2018, 01:08 da Edi Barbazza
Il sistema Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, in qualità di portavoce delle istanze delle imprese artigiane e delle pmi associate, interviene, nella sua attività di dialogo e collaborazione con gli enti e le istituzioni, su temi di rilevanza strategica per la crescita economica.
Una delle priorità associative è sostenere la qualità del territorio riducendo il consumo di suolo, salvaguardando l'ambiente, assicurando la sua connettività per agevolare lo sviluppo produttivo.
In questo scenario si inserisce lo studio dell'Associazione “L'impatto della nuova Superstrada Pedemontana sulla rete viaria del territorio pedemontano”, curato da Idea Tolomeo, presentato giovedì 1 febbraio, nel corso dell'incontro  promosso da Confartigianato Imprese AsoloMontebelluna e Castelfranco Veneto, all’hotel Fior di Castelfranco Veneto alla presenza dei componenti delle IPA Montebelluna, Asolo, Castellana, di Sindaci, di rappresentanti delle associazioni di categoria operanti nei territori di riferimento.
L’iniziativa si inserisce nel dibattito in corso sulle ricadute dell’arteria nei territori e non solo, dato che l’opera infrastrutturale condizionerà in maniera significativa la geografia degli insediamenti produttivi e abitativi. 


L’indagine associativa è dedicata alla valutazione dell'inserimento della Superstrada nel territorio Pedemontano, con particolare riferimento alle relazioni tra i diversi ambiti locali e la viabilità di accesso ai caselli, e all'analisi dei nuovi flussi viabilistici in termini di portata e di impatto. Il tema di estrema attualità indagato dallo studio è quello di sostenere la qualità della connettività del territorio pedemontano considerando anche le nuove abitudini alla mobilità conseguenti alla realizzazione della Superstrada; di individuare le direttrici di adduzione sulle quali, rispetto ad oggi, è ipotizzabile si attiveranno nuovi scorrimenti.

Ċ
Edi Barbazza,
2 feb 2018, 01:14
Comments