SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

NASCE IL MARKETPLACE DELL'ARTIGIANATO: DAL WEB AI MERCATI MONDIALI

pubblicato 07 lug 2014, 06:13 da Giorgio Gagliardi   [ aggiornato il 26 lug 2014, 02:10 da Maurizio Venturino ]
Un accordo per sostenere gli artigiani italiani che si muovono sui mercati internazionali e nella digitalizzazione delle loro attività e dei prodotti. Lo hanno sottoscritto Confartigianato Imprese, Digital Magics, incubatore certificato di start-up innovative, e Ulaola, market-place che promuove e vende nel mondo le eccellenze made in Italy.
L’obiettivo è superare la distanza dal mondo dell'e-commerce. A fronte di un media europea del 14%, il dato delle pmi italiane che vendono online si attesta a un preoccupante 5%. In Germania questa percentuale arriva al 22% e in Francia, che pure non raggiunge la media continentale, si registra un 11% di aziende di piccole e medie dimensioni che beneficia delle opportunità offerte dalla rete.
Il dato italiano è reso ancora più preoccupante dalla evidenza che, sempre di più, i mercati di riferimento per le nostre eccellenze si sposteranno dall'Europa. Per questo la presenza virtuale sarà ancor più necessaria a raggiungere i nuovi consumatori per i prodotti made in Italy.
Grazie all'accordo raggiunto, tutte le imprese associate a Confartigianato potranno beneficiare di un ambiente appositamente sviluppato all'interno di una piattaforma tecnologica speciale, dotata di strumenti di marketing innovativi per internazionalizzare le vendite degli artigiani e del made in Italy all'estero. Il marketplace dell’artigianato raccoglierà tutte le eccellenze italiane nel settore del design, del fashion, del vintage, del cooking design e del food. In cinque anni il piano conta di coprire l’Europa, a partire dai “Nordics” che hanno il maggiore numero di online shopper, per arrivare agli Stati Uniti nel 2018.
La vendita on-line sarà solo il momento conclusivo di un percorso evoluto e trasversale, necessario ad assistere l'evoluzione del comparto artigiano, aprendo così nuove orizzonti di sviluppo ed espansione. In questa prospettiva Digital Magics ospiterà un desk permanente di Confartigianato per controllare lo stato dell’avanzamento dei “maker” italiani e delle innovazioni digitali legate alla produzione e all’export del made in Italy, Curerà inoltre l’organizzazione di momenti di formazione dedicati al digitale per i “maker” della Confederazione. Infine animerà tavoli di studio e parteciperà a progetti per verificare e incoraggiare la nascita di nuove startup artigiane con un cuore digitale in tutta Italia, e darà vita infine a un reciproco continuativo scambio di informazioni e analisi dei reciproci settori.
Per ogni ulteriore informazione sul progetto, è possibile contattare Confartigianato Marca Trevigiana.