SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

IMPRESA 4.0 TRASFORMAZIONE COMPETITIVA E DIGITALE - COME COGLIERE LE OPPORTUNITÀ

pubblicato 01 giu 2017, 09:01 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 01 giu 2017, 09:06 ]
Il piano industria 4.0 è un’opportunità per le pmi e le imprese artigiane prima ancora che per le grandi imprese. Questo l’assunto chiave dell’incontro svoltosi il 31 maggio, promosso da Confartigianato Imprese Marca Trevigiana.
L’affermazione poggia su dati oggettivi avvallati dal cambio di paradigma in corso che ha visto spostare il focus dalla realizzazione di elevati volumi di prodotti standardizzati a una variegata gamma di articoli personalizzati.
La capacità di integrare nuovi approcci organizzativi e nuove tecnologie digitali con il fare impresa tradizionale per raggiungere nuovi livelli di produttività e flessibilità, può essere raggiunta dalle imprese anche di piccole dimensioni grazie all’accompagnamento dell’Associazione nella scelta degli strumenti più idonei per sostenere l’idea progettuale, e quindi nella ricerca delle agevolazioni , nello sviluppo delle competenze chiave necessarie per la realizzazione della stessa.
Paolo Manfredi, responsabile nazionale delle strategie digitali di Confartigianato, nel presentare la rete associativa dei Digital Innovation Hub ha precisato che “le tecnologie non sono un antagonista della creatività artigiana, bensì leve abilitanti a supporto della stessa, sono un’estensione degli strumenti di creazione, consentono di realizzare il su misura, favoriscono la fidelizzazione del cliente evitando la mediazione del fornitore”.
Il presidente provinciale di Confartigianato, Vendemiano Sartor, ha reso noto che la struttura trevigiana è uno dei trenta DIH associativi nazionali e presentato gli strumenti che il sistema ha attivato per favorire i processi di digitalizzazione intelligente puntualizzando che “il valore che l’Associazione assicura risiede nell’integrazione dei servizi dei Digital Innovation Hub, DIH, con quelli tradizionali offerti alle imprese: dal credito passando per l’internazionalizzazione per arrivare ai servizi per la competitività.”
Esempi di tecnologie abilitanti introdotte in aziende per facilitare i processi di interconnessione, come ad esempio la realtà aumentata, l’internet delle cose , il tracciamento oculare, la robotica collaborativa, l’acquisizione 3d in tempo reale sono stati presentati da Roberto Santolamazza, direttore di t2i e Andrea Ragazzon, DIH t2i. Si tratta di strumenti che concorrono alla trasformazione digitale che si declina in nuovo business per le imprese.
L’iper e il super ammortamento, il credito d’imposta per la ricerca e lo sviluppo , le agevolazioni finanziarie sono state dettagliate dal consulente fiscale dell’Associazione Dario Marzola.
Ċ
Edi Barbazza,
01 giu 2017, 09:05
Ċ
Edi Barbazza,
05 giu 2017, 00:52
Ċ
Edi Barbazza,
01 giu 2017, 09:07
Comments