SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

IMMAGINI E PAROLE PER RACCONTARE L’IMPRESA E L’IMPRENDITORE

pubblicato 18 nov 2016, 08:16 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 23 nov 2016, 00:54 ]
Venerdi' 25 novembre p.v. alle ore 19.00 presso il centro congressi del BHR Treviso Hotel il cav. Giovanni Rana e il prof. Roberto Malfagia saranno ospiti di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana in occasione del convegno "LE IMMAGINI E LE PAROLE PER RACCONTARE L'IMPRESA".
La crescita della cultura imprenditoriale è al centro delle scelte e delle proposte di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, poiché vi è la ferma convinzione che offrire agli imprenditori degli strumenti per dare valore alla propria attività quotidiana sia fondamentale per il consolidamento delle loro imprese e per il radicamento nel territorio.
La cultura d’impresa è un insieme di ambiti che spaziano dalla formazione tradizionalmente intesa, a momenti di confronto e relazione in chiave locale e internazionale passando attraverso la conoscenza di nuovi strumenti e strategie per conquistare spazi nei mercati.
Il racconto dell’impresa e quindi dell’ imprenditore e di quanti con lui realizzano un manufatto esclusivo è uno degli asset strategici che dovrebbe indirizzare le politiche di comunicazione e di marketing di un’azienda.
Si tratta di mettersi in gioco, di guardarsi allo specchio per capire chi si è prima come persone e poi come professionisti. Solo facendo questo si può beneficiare poi di quell’alchimia e di quella forza data dalla consapevolezza di ognuno dei collaboratori di sentirsi parte di una storia comune.
Ma lo storytelling è innanzitutto lo strumento che consente anche alle associazioni di riappropriarsi del proprio valore e della propria identità molto spesso sottaciuti, non opportunamente resi noti ed enfatizzati, e per questo in alcune occasioni impropriamente usati.
Raccontarsi significa svelarsi, mettersi a nudo. Il racconto interno di un’azienda non è accessorio, è alla base per la costruzione dell’anima di un’impresa. È la conferma della consapevolezza di avere chiari i pilastri fondanti, quelli su cui poggia l’essere un imprenditore oltre che l’azienda. Significa inaugurare un nuovo rapporto con il cliente, centrato sulla trasparenza, sulla correttezza, sulla responsabilità sociale. Rendendo note le scelte relative ai fornitori, alle materia prime, ai processi adottati, alle innovazioni introdotte si consolida una messa in circolo del valore anche immateriale dell’impresa, che è quel quid che caratterizza e distingue in modo unico e ineguagliabile le singole realtà produttive.
Un’impresa non è l’atto costitutivo iscritto ad un registro, ma l’espressione di un modo d’intendere la vita all’interno per tutti i suoi collaboratori, e all’esterno, come riferimento territoriale e sociale di una comunità.
Con la testimonianza del cav. Giovanni Rana si indagherà l'importanza del raccontare l’azienda dal suo interno. Attività fondamentale per raggiungere grandi risultati mettendo al centro l'imprenditore e i suoi collaboratori, il tutto in una visione corale dalla quale emergono i valori dell’impresa.
Il contributo del prof. Roberto Malfagia, direttore della scuola di Firenze "La Jetee", verterà sulla disamina del ruolo chiave delle immagini oltre che delle parole.

Per ragioni di carattere organizzativo verrà rispettato l'ordine cronologico di iscrizione sino ad esaurimento dei posti disponibili. L'accredito si dovrà effettuare entro le ore 18,45.


Ċ
Edi Barbazza,
18 nov 2016, 08:16
Comments