SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

Fiorenzo Pastro e Gino Trentin nel direttivo nazionale di ANAP, l’Associazione nazionale anziani e pensionati di Confartigianato

pubblicato 30 apr 2015, 06:58 da Edi Barbazza
La provincia di Treviso con i dirigenti Fiorenzo Pastro e Gino Trentin è protagonista nel rinnovato direttivo di ANAP nazionale, l’associazione anziani e pensionati di Confartigianato che conta oltre 230 mila soci in Italia e che a Treviso ne riunisce 7.300, il secondo gruppo più numeroso d’Italia.
I prestigiosi incarichi sono stati conferiti nei giorni scorsi a Roma, durante l'Assemblea Nazionale che ha riconfermato alla presidenza il modenese Giampaolo Palazzi. 
“Si tratta di un importante riconoscimento - afferma Fiorenzo Pastro, già presidente  regionale e provinciale del gruppo - del grande lavoro portato avanti in questi anni a vantaggio degli oltre 24mila soci in una regione che ha oltre 1milione300mila pensionati, di cui 166mila artigiani.”
"Purtroppo la spending review prevede tagli significativi  alle risorse destinate ai servizi erogati dal  sistema sanitario e assistenziale –continua Pastro – E’ nostro compito adoperarci per far si che nel nostro territorio,  in cui risiedono un milione di ultra 65enni, di cui 120/150mila soli, 30mila in casa di riposo, 2/3mila utenti di centri diurni, siano loro assicurati servizi equi e di eccellenza.”
Di recente il gruppo Anap trevigiano ha presentato la  “Guida al buon uso dei servizi sociali e socio-sanitari esistenti in provincia di Treviso”, realizzata per rendere noto e promuovere quanto il nostro territorio garantisce in termini di offerta di servizi a supporto delle fragilità che si declinano in povertà, emarginazione, solitudine. Una pubblicazione che non a caso nasce in seno a Confartigianato, associazione che sostiene il valori  della persona e del lavoro come ricerca di un sano ed equo benessere, come affermazione della solidarietà e del mutuo soccorso. Nella pubblicazione rileva il primato del rispetto delle persone, della loro vita di relazione, si ribadisce l’attenzione dell’Associazione  ai temi del sociale e si  valorizza la diffusa la cultura del servizio, sia a livello istituzionale che di volontariato.

Comments