SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

ELEZIONI 4 MARZO 2018

pubblicato 9 feb 2018, 08:54 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 1 mar 2018, 03:05 ]
La nuova legge elettorale, approvata dal Senato il 26 ottobre 2017, che disciplina l'elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica e che vedrà la sua prima applicazione alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 è stata illustrata ad una platea di imprenditori e dirigenti artigiani nel corso dell'incontro svoltosi il 28 febbraio.
La ripartizione dei collegi e delle circoscrizioni, le corrette modalità di voto, l'assegnazione delle preferenze e i possibili scenari che si potranno definire lunedì 5 marzo sono stati illustrati da 
Serena Menoncello, direttore del dipartimento politica ed elezioni di InNova Studi e Ricerche.
Le richieste del sistema Confartigianato ai futuri Parlamentari sono state dettagliate dal presidente provinciale Vendemiano Sartor e dal direttore regionale Francesco Giacomin che in cima alla lista hanno appuntato la semplificazione per assicurare competitività alle aziende, la riduzione della pressione fiscale, l'attuazione di interventi volti al contenimento della spesa pubblica. In materia di burocrazia sono stati individuati sei ambiti sui quali si monitorerà l'attività dei futuri parlamentari: avvio d'impresa, fisco e tributi, lavoro e previdenza, edilizia ed urbanistica, imprenditore e cittadino, gestione d'impresa. Sei aree maggiormente esposte al rischio burocrazia e al contempo più reattive ai vantaggi derivanti dalla semplificazione.
 



Una nuova legge elettorale, una nuova scheda e soprattutto nuove regole a cui fare attenzione per votare correttamente.
Il sistema Confartigianato  ha chiesto al politologo Paolo Feltrin, docente di scienze politiche all’Università di Trieste, tra i maggiori esperti del Paese di queste nuove regole in quanto ha collaborato alla loro definizione, di presentare la norma, la scheda elettorale e le accortezze che si devono adottare per un voto consapevole.
Per vedere la clip clicca qui.



Ċ
Edi Barbazza,
1 mar 2018, 01:52
Ċ
Edi Barbazza,
1 mar 2018, 01:49
Comments