SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

DANNI MALTEMPO: FRIULADRIA STANZIA 20 MILIONI PER IMPRESE E PRIVATI

pubblicato 07 ago 2014, 08:43 da Giorgio Gagliardi   [ aggiornato in data 07 ago 2014, 09:41 ]
Con l'obiettivo di sostenere le aziende e i privati del territorio che hanno subito danni a causa del maltempo, che quest'estate ha colpito in più riprese diverse zone del Veneto e del Friuli Venezia Giulia - e recentemente in particolar modo la provincia di Treviso - Banca Popolare FriulAdria (Gruppo Cariparma Crédit Agricole) ha stanziato un plafond di 20 milioni di euro, finalizzato alla concessione di prestiti specifici dietro autocertificazione del sinistro subito.
Le iniziative finanziabili riguardano il ripristino della capacità produttiva dell'azienda e la copertura dei danni subiti da semilavorati, impianti e infrastrutture. Per le aziende di tutti i settori produttivi, l'importo finanziabile arriva fino a 100 mila euro ed è correlato al danno subito (durata fino a 60 mesi, con possibilità di preammortamento). Particolare attenzione viene riservata anche agli operatori della filiera agroalimentare: tra le finalità del finanziamento, infatti, sono previsti sia gli interventi agli impianti e alle infrastrutture per il ripristino della capacità produttiva, sia la copertura dei danni alle colture causate dagli eventi atmosferici.
Per quanto riguarda i privati, l'importo finanziabile può arrivare fino a 30 mila euro (anche come anticipo dell'indennizzo assicurativo) con una durata massima di 60 mesi.
"FriulAdria - spiega la responsabile dell'Area Marketing Territoriale della banca Sandra lus - é vicina al territorio e sempre pronta a rispondere alle sue esigenze, anche con interventi di carattere straordinario in grado di offrire, come in questo caso, un sostegno concreto e immediato alle necessità di famiglie e imprese".
Le principali caratteristiche dei finanziamenti proposti da FriulAdria possono sintetizzarsi nelle condizioni agevolate e in un iter deliberativo privilegiato, con conseguenti tempistiche di erogazione rapide. I prestiti sono richiedibili, infatti, in tutte le filiali dietro attestazione del danno subito e/o del valore della mancata produzione. Prevedono, inoltre, che le aziende possano richiedere un eventuale periodo di preammortamento fino a 12 mesi per consentire l'avvio della restituzione del capitale a produzione ripristinata.