SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

CONTRATTI DI RETE E FIRMA DIGITALE: AL VIA LA PROCEDURA SEMPLIFICATA

pubblicato 28 ago 2014, 10:18 da Giorgio Gagliardi   [ aggiornato in data 28 ago 2014, 10:20 ]
Con il decreto del ministero della Giustizia diventano operative le semplificazioni introdotte due anni fa: per la stipula di una qualunque forma di contratto di rete basterà la firma digitale dei partecipanti, senza nessuna altra autenticazione o altri oneri aggiuntivi.
Il ministero, con la pubblicazione sulla "Gazzetta Ufficiale" 196 del 25 agosto 2014 del Dm 122/2014 e del modello standard per la trasmissione del contratto di rete al registro delle imprese, ha finalmente dato concretezza operativa al processo di semplificazione.
Il format, utilizzabile dai contraenti a partire dal prossimo 09 settembre, renderà dunque praticabile la terza opzione prevista dal Legislatore per la costituzione di una rete di imprese: in alternative alla costituzione per atto pubblico o per scrittura privata autenticata, infatti, il modello tipizzato consentirà la redazione di un regolare contratto di rete anche per mezzo di un atto firmato digitalmente da ciascun soggetto aderente.
Le imprese che sceglieranno questa opzione potranno rispondere a tutte le esigenze informative previste del Legislatore e, grazie al modello standard, trasmettere agli uffici del Registro delle imprese tutte le informazioni essenziali richieste per legge, senza dunque la necessità di nessuna ulteriore autenticazione.
Il modello, disponibile in allegato, può essere compilato e trasmesso al Registro delle imprese attraverso la procedura telematica resa disponibile nell'apposita area dedicata all'interno del sito www.registroimprese.it, dopo averlo sottoscritto con firma digitale: il sistema rilascia, al termine della procedura di registrazione, una ricevuta che attesta l'avvenuta presentazione del modello.
La procedura digitale, qui brevemente presentata, sarà utilizzabile anche per trasmettere al Registro imprese, a corredo della pratica, anche eventuali ulteriori allegati, purché conformi alle specifiche tecniche predisposte da Infocamere Scpa: proprio su questo punto si andrà ad innestare l'ultimo tassello, ovvero il decreto del ministero dello Sviluppo economico che dia per approvate le specifiche tecniche predisposte da Infocamere.

Per ogni ulteriore informazione, approfondimento o consulenza anche sul tema delle reti di imprese e delle aggregazioni, i funzionari di Confartigianato Marca Trevigiana sono a tua disposizione.
Ċ
Giorgio Gagliardi,
28 ago 2014, 10:18