SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

CONTRATTI A DISTANZA E FUORI DAI LOCALI COMMERCIALI: NUOVE NORME

pubblicato 28 ago 2014, 06:50 da Giorgio Gagliardi   [ aggiornato in data 28 ago 2014, 06:51 ]
Il codice del consumo subisce sostanziali modifiche, con la pubblicazione in Gazzetta del D.Lgs. n. 21/2014, per quanto riguarda i contratti a distanza e i contratti conclusi fuori dai locali commerciali.

Le principali novità riguardano:
  • obbligo di informativa precontrattuale: l'obbligo più gravoso rispetto al precedente, riguarda l'identità del professionista, caratteristiche del prodotto o del servizio, modalità di pagamento, garanzie a favore del consumatore;
  • obbligo di forma scritta e di linguaggio comprensibile;
  • diritto di ripensamento: il consumatore se correttamente informato dell'esistenza di tale diritto può, unilateralmente, entro 14 giorni e senza necessità di motivazione recedere dal contratto; se non informato il termine per ripensarci si allungherà a 12 mesi (contro gli attuali 60 giorni dalla conclusione del contratto e i 90 dalla consegna del bene);
  • restituzione del prodotto: quale logica conseguenza dell'esercizio di ripensamento, il consumatore ha la possibilità di restituire il prodotto, anche se deteriorato, essendo ritenuto responsabile soltanto per la diminuzione del valore.
Le nuove disposizioni sono in vigore dal 13 giugno 2014, le modifiche e le abrogazioni entrano invece in vigore il 26 marzo 2014.