SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

CONSORZIO VENETO GARANZIE: RINNOVATI I VERTICI

pubblicato 08 giu 2017, 07:41 da Edi Barbazza
Rinnovato il Consiglio di Amministrazione del Consorzio Veneto Garanzie. Mario Citron, trevigiano di San Polo di Piave, confermato Presidente per il triennio 2017-2019, il bellunese Renato Caldart nominato suo Vice. C.V.G. è tra i maggiori confidi intermediari finanziari vigilati della regione, conta oggi 17mila soci, 135 milioni di garanzie in essere, 16 sedi territoriali e 43 specialisti a disposizione delle imprese.
Mario Citron 60 anni, artigiano termoidraulico dal 1974, ha alle spalle una lunga carriera di dirigente del Centro Cooperativo di Confartigianato della Marca Trevigiana. E’ stato anche vice presidente di Fedart Fidi (la federazione nazionale dei confidi artigiani). Presiederà il Consorzio Regionale per un altro triennio (sino al 2019). Lo affiancheranno Renato Caldart (BL) in qualità di vicepresidente, i consiglieri Bernardi Oscar (TV), De Col Giuliano (BL) e Pagan Griso Roberto (VR) confermati e due new entry: Garonzi Luciano (VR) e Balliana Loris (TV).
Il Consorzio ha un patrimonio complessivo di 22,7 mln di euro e nel 2016 ha deliberato il rilascio di garanzie su quasi 2.400 operazioni. 
La mission della struttura è quella di far arrivare le imprese alla concessione del credito. Per questo l’imprenditore viene affiancato nell’acquisire una cultura finanziaria che gli consente di valutare i principali elementi in base ai quali viene valutato il merito creditizio, con particolare riguardo a quelli relativi ai dati di bilancio, ai dati andamentali (Centrale Rischi). In questo contesto  fornisce assistenza specialistica ed articolata per dare agli imprenditori informazioni corrette sulle loro concrete possibilità finanziarie.
Alle aziende il Consorzio offre: garanzie per l’accesso al credito, assistenza nel rapporto con le banche, condizioni bancarie convenzionate, consulenza finanziaria, ma anche consulenza ed assistenza per la predisposizione di domande di contributo, a valere su agevolazioni pubbliche.
Le garanzie del Consorzio coprono di norma il 50% degli affidamenti e possono essere di due tipi: garanzia a prima richiesta: quando il Consorzio risponde delle garanzie rilasciate con il suo patrimonio e, al verificarsi del “default” dell’impresa, viene escusso a semplice richiesta della Banca garantita; garanzia Sussidiaria: quando l’escussione della garanzia viene esercitata dalla Banca al termine delle procedure di recupero del credito, attivate nei confronti del debitore principale e degli altri garanti.
“Al di là di eventuali aggregazioni future -conclude Citron- l’auspicio è che il sistema dei Confidi possa finalmente uscire da questa fase critica che oramai dura da troppo tempo e che perciò queste strutture ritornino ad essere riconosciute come elemento determinante nella concessione del credito e di tutela dell’impresa nei rapporti col sistema bancario”.

Chi è il Consorzio Veneto Garanzie
Beneficia dell’esperienza di Confidi "106", Intermediario Finanziario Vigilato, dal 2011 e della conoscenza capillare e puntuale delle specifiche territoriali dei tre Confidi soci incorporati dal 1.1.2014, assicurando una garanzia qualificata che consente alle banche finanziatrici di attenuare il rischio di credito e contenere gli assorbimenti patrimoniali, in conformità alla normativa di vigilanza, con una riduzione dei costi applicati alle imprese.
Si avvale della competenza e dell’esperienza di 43 specialisti che operano nella sede centrale di Mestre, nelle sedi secondarie di Belluno, Treviso e Verona e nelle sedi mandamentali di Feltre, Asolo, Castelfranco, Conegliano, Montebelluna, Oderzo, Treviso, Vittorio Veneto, Bovolone, Bussolengo, Soave, Villafranca. Il radicamento territoriale, caratteristica vincente del modello, consente una conoscenza approfondita della clientela e assicura la fornitura di servizi di qualità.
Il Consorzio Veneto Garanzie mantiene inoltre il ruolo di confidi di 2° grado. Associa infatti, anche 8 Confidi Soci, 4 veneti e 4 sardi. Tutela ed assiste i Confidi soci e le loro imprese associate attraverso il rilascio di cogaranzie e controgaranzie, svolgendo anche servizi accentrati per lo sviluppo dell’attività dei Confidi Soci, nonché per il coordinamento e la rappresentanza degli stessi verso le banche, le realtà economiche e le istituzioni pubbliche territoriali.

Comments