SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

IL SISTEMA CONFARTIGIANATO E L'AVIS INSIEME PER LA CAMPAGNA DONAZIONI

pubblicato 3 nov 2017, 09:11 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 3 nov 2017, 09:12 ]
Confartigianato Imprese Marca Trevigiana aggiunge un altro tassello alla sua azione di vicinanza al volontariato, a quelle realtà che operano a stretto con le esigenze della popolazione e svolgono un servizio unico e insostituibile a tutela della comunità.
L’Associazione ha sostenuto la campagna di iscrizione all’AVIS distribuendo nei panifici associati i sacchetti con la scritta “"DONARE IL SANGUE FA BENE COME IL PANE” per sensibilizzare la popolazione alla donazione.
Da un’indagine condotta da Confartigianato che dettaglia abitudini, preferenze e aspettative dei consumatori , il 93% degli intervistati considera il panificio artigianale un luogo speciale che si connota per  genuinità, autenticità, gusto e qualità. Una bottega che ha molte analogie con l’Avis, a partire dal prodotto che quotidianamente realizza con passione. Un bene di prima necessità, che la maggior parte delle famiglie consuma e che è considerato essenziale. Come essenziale è il sangue, che ogni giorno si rivela vitale per moltissime persone.
Secondo una rilevazione dell’ISTAT, a fronte di una crescita del 3,6% della spesa delle famiglie venete per prodotti alimentari e bevande non alcoliche, si registra una crescita del 4,5% per la spesa di pane e cereali, voce che pesa per il 17,7%.

Il supporto all'AVIS - Associazione Donatori Volontari del Sangue  è stato suggellato nel corso dell’evento svoltosi agli inizi del mese di ottobre  in occasione della manifestazione “Artigiani in Mostra“, nell’ambito della rassegna Treviso Creativa, allestita nei bastioni San Marco della Città.
In quell’occasione il presidente Vendemiano Sartor ha ricordato come il sistema Confartigianato Imprese Marca Trevigiana sia sensibile a campagne di questa natura e come gli imprenditori assicurino il loro apporto a iniziative volte alla crescita della responsabilità civile della cittadinanza.

Comments