SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

CCIAA TREVISO-BELLUNO: 2° BANDO A SOSTEGNO DI INTERVENTI PER LA DIGITALIZZAZIONE I 4.0

pubblicato 12 ott 2018, 07:36 da Filippo Fiori   [ aggiornato in data 12 ott 2018, 07:39 ]
La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Treviso-Belluno ha pubblicato un bando finalizzato a promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici attraverso: 
  • la diffusione della “cultura digitale” tra le MPMI della circoscrizione territoriale camerale; 
  • l'innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici; 
  • il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai Punti Impresa Digitale-PID. 
Le agevolazioni previste dal Bando consistono in contributi a fondo perduto concessi ai sensi dei Regolamenti (UE) N. 1407/2013 e N. 1408/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013. 

Chi può partecipare 
Vi possono partecipare le micro, piccole e medie imprese (PMI) così come definite nell'allegato I del Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008, aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Treviso-Belluno, in regola con il pagamento del diritto annuale e con la comunicazione di inizio attività, attive alla data di pubblicazione del Bando. 

Spese ammissibili 
Il Bando prevede due Misure: 
  • nella Misura A sono ammissibili i costi sostenuti per l'acquisizione di servizi di consulenza finalizzati all'introduzione delle tecnologie di innovazione tecnologica I4.0. 
  • nella Misura B sono ammissibili spese sostenute per l'acquisto dei beni strumentali di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. 
Sono ammissibili le spese sostenute per interventi avviati a partire dal giorno successivo a quello di pubblicazione del Bando (4 ottobre 2018) e conclusi entro il termine ultimo per la presentazione della domanda di contributo. 

Dotazione finanziaria e Misure di Intervento Il Bando è dotato di un fondo complessivo di € 432.211,00 e prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto secondo i valori riportati nella seguente tabella:

 Misura Investimento minimo Importo massimo del contributo
a) acquisto di servizi di consulenza euro 2.000,00 euro   5.000,00
b) acquisto di beni strumentali euro 5.000,00 euro 12.000,00
Importo massimo del contributo erogabile  euro 17.000,00
Importo massimo del contributo erogabile nei casi di aiuti concessi alle imprese che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli  euro 15.000,00

Intensità del contributo
Il contributo massimo concedibile a ciascuna impresa sarà pari al 50% della spesa effettivamente ammissibile, al netto di IVA e di altre imposte e tasse, fino ad un massimo di € 17.000,00 (sommando entrambe le misure di intervento).
Ogni impresa può presentare una sola domanda di contributo a valere su una o ‐ contestualmente ‐ entrambe le Misure.
Qualora l'impresa richiedente, alla data di pubblicazione del Bando, risulti in possesso dell'attribuzione del “Rating di Legalità”, fermo restando l'importo dell'investimento minimo, l'intensità dell'aiuto sarà pari al 60% della spesa ammissibile.

Presentazione delle domande
Il Bando è a “fase unica”, ovvero le imprese dovranno presentare la domanda di erogazione del contributo a interventi conclusi, producendo direttamente le fatture delle spese sostenute.
Le richieste di contributo, da redigersi utilizzando l'apposita modulistica  e corredata dalla documentazione specificata nel Bando, devono essere inoltrate dalle ore 09:00 del 04.02.2019 alle ore 24:00 del 30.04.2019 esclusivamente in modalità telematica con firma digitale, collegandosi all'indirizzo http://webtelemaco.infocamere.it, sezione “Servizi e-gov”, all'interno delle specifico sportello on line “Contributi alle imprese”.
La procedura informatica - che, per la predisposizione della pratica telematica, sarà attiva dalla seconda metà del mese di gennaio 2019 - è in particolare descritta nel manuale “Istruzioni operative per la trasmissione telematica delle domande di contributo”, disponibile sin d'ora nel sito camerale, nella predetta pagina dedicata al Bando in argomento.
Non è ammessa la presentazione della domanda tramite intermediari.

Valutazione delle domande e ammissione al contributo
Le domande saranno esaminate dalla Camera di Commercio, eventualmente coadiuvata da esperti anche esterni, al fine di valutarne l'ammissibilità sia rispetto ai requisiti soggettivi e amministrativi previsti dal Bando, sia rispetto all'attinenza dell'intervento con le tematiche Impresa 4.0, nonché al possesso da parte dei fornitori dei requisiti previsti.
La valutazione delle domande, l'ammissione al Concorso e la contestuale erogazione del contributo avverranno in relazione al giorno di presentazione di ogni singola domanda.

Documentazione di riferimento
Le disposizioni e le regole concorsuali sono contenute nella documentazione di riferimento, così composta:
  • Bando di concorso (4 ottobre 2018);
  • Allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i.;
  • Note e definizioni.
Tali documenti costituiscono le vere e proprie fonti regolamentari cui attenersi scrupolosamente.
La presente scheda di sintesi ha finalità puramente informative.
Ċ
Filippo Fiori,
12 ott 2018, 07:36
Ċ
Filippo Fiori,
12 ott 2018, 07:36
Ċ
Filippo Fiori,
12 ott 2018, 07:36
Comments