SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

CARROZZIERI - CONTRO LA TENTAZIONE DI FARE DA SOLI

pubblicato 07 dic 2016, 04:32 da Edi Barbazza
La situazione economica relativa al settore delle  riparazioni derivanti da sinistri stradali presenta da alcuni anni una costante costrizione. Le nuove normative del codice della strada, le nuove tecniche di costruzione delle auto e l’elettronica  sono solo alcuni tra i fattori da imputare come causa dell’attuale contingenza. 
A favorire lo stato di crisi  vi è anche la realtà di quelle carrozziere che sembrano  dimenticare   quanto viene disposto dalla legge n. 122/92 (l’autoriparatore/carrozziere è l’unico soggetto abilitato ad eseguire le manutenzioni e le riparazioni sulle auto) e che, invece di far valere a proprio favore questa condizione, tendono in maniera autonoma a stringere accordi con le assicurazioni, finalizzati, nella maggioranza dei casi, alla sopravvivenza. 
“Siamo convinti” interviene il Presidente dei Carrozzieri, Antonio Danesin  “che le Compagnie siano alla ricerca di soluzioni per migliorare la gestione del  comparto dei sinistri ma che, in mancanza di un soggetto credibile ed di una organizzazione affidabile ritengono che l’unica via percorribile sia quella di coinvolgere alcune carrozzerie in quella sorta di collaborazione chiamata “fiduciariato” che, comunque, comporta una situazione in cui tutti ci rimettono:  i carrozzieri che, per l’effetto dell’economicità delle riparazioni, hanno minori introiti e maggiori rischi di responsabilità civile per lavori eseguiti senza la dovuta professionalità;   le compagnie che ottengono  un risparmio misero se rapportato al costo globale del sinistro e al disservizio causato al proprio assicurato e gli automobilisti che vedono compromesso il diritto ad ottenere la riparazione a regola d’arte. 
Per modificare questo contesto negativo la categoria Carrozzieri di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana ha elaborato un progetto   che prevede la creazione di una rete territoriale (il target  previsto è  un gruppo iniziale di 15 carrozzerie con sede in provincia di Treviso) che avrà il compito   migliorare il rapporto con le compagnie assicuratrici e garantire tutela dei propri aderenti contro le loro proposte liquidative inique.
“Gli obiettivi della rete sono chiari” prosegue Danesin “Assicurare ai propri componenti tempi di liquidazione dei danni ridotti, ridurre il lavoro burocratico e i contenziosi con le compagnie, ottenere il riconoscimento della professionalità e di una adeguata tariffa di manodopera. La strategia per raggiungerli si basa sulla creazione di un gruppo di carrozzieri coeso ed efficiente e sull’adozione di una procedura standardizzata di gestione dei sinistri. Professionalita, deontologia professionale e trasparenza saranno i requisiti che richiederemo di dimostrare a chi vorrà aderire”.
Il progetto verrà presentato nel corso di un incontro, organizzato presso la sede di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana il 14 dicembre 2016 dal titolo “”Contro la tentazione i fare da soli” nel quale interverranno il presidente regionale della categoria, Silvano Fogarollo, il consulente e formatore Vittorio Mascherpa e il responsabile automotive, mobilità e trasporti dell'Associazione Giancarlo Milanese.
Il progetto prevede un approccio innovativo per le carrozzerie che vi aderiranno, basato sullo lo svolgimento di una esperienza formativa preliminare (condotta dal Prof. Mascherpa) per la creazione del “gruppo pilota”, interessato a definire e a sperimentare nella pratica un nuovo modello di aggregazione operativa (team building). Successivamente, si lavorerà per creare nel gruppo sintonia di intenti e spirito di squadra, allo scopo di ottenere un accordo sulle procedure e garantire così la coesione funzionale e la sopravvivenza del gruppo stesso (team working). Infine, verranno fornite ai componenti del “gruppo pilota” le abilità e le competenze necessarie per lavorare efficacemente in gruppo, superare i conflitti e rendere produttivo il confronto, saper affrontare e risolvere i problemi.
Le attività successive prevedono la condivisione e la pianificazione di  un processo comune  di gestione dei sinistri (tempi e modalità di quantificazione dei danni), la creazione di un “ufficio gestione sinistri” con cessione del credito alla rete e la standardizzazione del costo orario delle riparazioni. Si procederà infine all’individuazione del manager di rete, in possesso delle competenze professionali necessarie, che avrà il compito di sovrintendere tutti i contatti e le relazioni con le compagnie di assicurazione, in accordo con le politiche e le direttive stabilite dal gruppo. 
Il progetto, una volta avviato si prefigge, inoltre, l’obiettivo, di aderire a RESTART (www.asprestart.com), la rete  nazionale delle strutture provinciali al servizio delle carrozzerie, specializzate nella gestione dei rapporti con le compagnie di assicurazione, promossa dall’Associazione Nazionale Carrozzieri Confartigianato.

Per l'iscrizione all'evento CLICCA QUI
Comments