SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

BENE L'AMPLIAMENTO DELL'ORGANICO DEL TRIBUNALE MA NON BASTA

pubblicato 25 lug 2016, 06:07 da Edi Barbazza
di Renzo Sartori, presidente Confartigianato Imprese Marca Trevigiana

Non posso che cogliere con soddisfazione la notizia che al tribunale di Treviso verranno assegnate sei nuove toghe in virtù del «progetto di rideterminazione delle piante organiche del personale di magistratura negli uffici giudiziari di primo grado» definito dal ministro delle giustizia. 
Un risultato al quale tendevamo e per il quale, negli anni, ci siamo adoperati sollecitando l’adeguamento del numero di magistrati a tutela delle imprese, per la soluzione delle criticità che le penalizzano.
Tra i temi dell’agenda di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana quello della giustizia è stato, ed è in cima alla classifica.
Abbiamo sempre sottolineato come il nostro territorio sia penalizzato, anche rispetto a province vicine come ad esempio Udine, dallo scarso numero di magistrati: 1 giudice ogni 26mila abitanti e 1 giudice ogni 2.900 imprese.
Dati che si scostano in maniera significativa anche dalla media nazionale che nel primo caso vede 1 giudice ogni 13mila abitanti e nel secondo 1 giudice ogni 1.300 imprese.
Un deficit che costa ai cittadini e alle imprese che spesso rinunciano ai crediti che vantano, mortifica gli imprenditori, che e fa della “non giustizia” una zavorra alla competitività.
L’ampliamento dell’organico, pur essendo un primo passo sulla via della risoluzione delle necessità delle imprese di cui Confartigianato Imprese Marca Trevigiana è portavoce, non è risolutivo. Vi sono territori che a parità di organico hanno numeri notevolmente inferiori di imprese,  per cui la tempestività nelle risposte è garantita.
L’auspicio è che Treviso raggiunga almeno la media nazionale aumentando i giudici e non diminuendo le imprese.





Comments