SALA STAMPA‎ > ‎Notizie Eventi‎ > ‎

ATTENZIONE A CHI INSTALLA I CONDIZIONATORI - L’allarme degli impiantisti

pubblicato 31 ago 2015, 08:05 da Edi Barbazza
L’estate 2015 , gli esperti l’hanno già confermato, verrà ricordata come la più calda in assoluto.
Negli ultimi mesi per sopportare le elevate temperature molti hanno acceso gli impianti di condizionamento, dopo un’accurata manutenzione e pulizia, altri hanno provveduto a farli installare ex novo.
Il Ministero dell’Ambiente, nel mese di luglio, ha attivato delle verifiche nei confronti delle imprese - quelle che operano su impianti che contengono Fgas - per accertarne la certificazione secondo la normativa e l’iscrizione nell’elenco pubblico camerale, consultabile via internet.
“E’ purtroppo ancora molto diffusa l’abitudine dell’installazione fai-da-te , soprattutto per quanto riguarda i condizionatori domestici – ricorda Luigi Forner, presidente del Gruppo Impianti di Confartigianato Marca Trevigiana – e la cosa ci preoccupa al pari delle molte segnalazioni che ci giungono relativamente a  installazioni effettuate da imprese, o presunte tali, che non possiedono alcuna certificazione o abilitazione per poterle fare.”
“E’bene che tutti sappiano – continua Forner - che la  normativa sul corretto utilizzo dei gas refrigeranti ha come obiettivo primario la tutela dell’ambiente. Attraverso procedure e certificazioni in capo alle imprese che installano gli impianti e li mantengono, prevede forti sanzioni anche a carico degli utenti stessi. 
Coloro che fanno eseguire i controlli da personale ed imprese non in possesso di certificazione, potrebbero ricevere una sanzione di importo fino ai 100.000€;  figuriamoci se l’installazione non viene eseguita da un’impresa certificata e rientra tra quelle fai-da-te!”
“Attenzione quindi – conclude il presidente del gruppo di Confartigianato Marca Trevigiana - a chi ci si rivolge per installare o mantenere gli impianti. Ci si deve indirizzare ad imprese certificate ed abilitate a poter eseguire queste operazioni, sia per tutelare la propria  sicurezza, nel rispetto dell’ambiente e, non meno importante, del proprio portafoglio!”

Comments