ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE (ANF): COME RICHIEDERLO

pubblicato 5 apr 2019, 06:15 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 5 apr 2019, 06:18 ]

L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è una prestazione a sostegno del reddito per i lavoratori dipendenti e per i titolari di  pensioni da lavoro dipendente che hanno un reddito al di sotto di determinate fasce stabilite di anno in anno dalla legge.
Il riconoscimento e la determinazione dell’importo dell’assegno avvengono tenendo conto del nucleo familiare, del numero dei componenti e del reddito complessivo del nucleo stesso.

La prestazione varia al variare del reddito: l'assegno diminuisce più aumenta il reddito.

Sono previsti importi e fasce reddituali più favorevoli per alcune tipologie di nuclei come ad esempio quelli monoparentali o con componenti inabili.

Gli importi vengono annualmente pubblicati dall’INPS in tabelle valide dal 1° luglio di ogni anno, fino al 30 giugno dell’anno seguente (per consultarli CLICCA QUI).

Sino ad 31 marzo le domande per beneficiare dell'ANF venivano presentate dal lavoratore al proprio datore di lavoro in forma cartacea con il mod SR16. 
Dal 1 aprile u.s. devono essere inoltrate esclusivamente all’Inps in via TELEMATICA. Sarà l’Istituto a determinare l’ammontare dell’assegno e a comunicarlo al datore di lavoro per il pagamento.

Gli uffici del patronato Inapa, operanti nelle sedi territoriali, sono a disposizione per la consulenza e la trasmissione all’Inps delle domande. Il richiedente è tenuto a presentarsi con il MODELLO SR16 compilato in ogni sua parte, scaricabile cliccando qui.

TRUFFE FINANZIARIE Vademecum

pubblicato 14 mar 2017, 07:52 da CONFARTIGIANATO MARCA TREVIGIANA   [ aggiornato in data 14 mar 2017, 07:53 ]

Nasce un protocollo per la prevenzione delle truffe di natura finanziaria. E' stato realizzato d'intesa fra il Ministero degli Interni e l'Abi - Associazione banche italiane. Nella circostanza si è deliberata la diffusione dell'allegato Vademecum edito dall'A.B.I. Il vademecum si focalizza in particolare su alcune semplici ma fondamentali precauzioni da seguire quando si preleva contante o si fanno operazioni allo sportello o quando si effettuano operazioni con internet banking. Fornisce inoltre alcune indicazioni di comportamenti da adottare in caso di frode, furto o smarrimento delle carte di credito e bancomat.

PEREQUAZIONE AUTOMATICATA DELLE PENSIONI PER L’ANNO 2017

pubblicato 27 gen 2016, 01:41 da CONFARTIGIANATO MARCA TREVIGIANA   [ aggiornato in data 14 mar 2017, 08:41 ]

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con Decreto 17 novembre 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 274 del 23 novembre 2016, ha comunicato l’aumento di perequazione automatica delle pensioni.           
Per l’anno 2015 la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni da applicarsi con effetto dal 1° gennaio 2016, già determinata in via provvisoria nella misura del 0,0%, è stata confermata - in via definitiva - nella stessa misura.  Pertanto, le prestazioni non subiranno alcun conguaglio.
Per l’anno 2016 la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni da applicarsi dal 2017 è determinata nella misura previsionale dello 0,0%. Pertanto, l’importo provvisorio di tutti i trattamenti pensionistici (anche superiori all’ importo del trattamento minimo) che sarà posto in pagamento nell’ anno 2017 sarà pari a quello del 2016.

Importi dei trattamenti minimi di pensione

pubblicato 27 gen 2016, 01:19 da CONFARTIGIANATO MARCA TREVIGIANA   [ aggiornato in data 14 mar 2017, 08:46 ]

Gli importi delle pensioni minime, definitivi 2016 e provvisori 2017
sono specificati nella tabella allegata.      
   
                          

1-4 of 4