InfoServizi‎ > ‎Energia‎ > ‎Normative Energia‎ > ‎

RISTRUTTURAZIONI 50% CON PRATICA ENEA

pubblicato 13 lug 2018, 01:55 da Edi Barbazza
L'obbligo di invio all'Enea delle dichiarazioni sul risparmio energetico sino allo scorso anno era limitato ai soli interventi di riqualificazione energetica degli edifici per il riconoscimento dell'Ecobonus 65%. 
Sulla scorta di quanto previsto dalla Legge di bilancio 2018, è stato chiarito da Enea che la comunicazione deve essere ora inviata anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia che accedono alle detrazioni 50% (il cosiddetto bonus casa da non confondere con l'ecobonus) che termineranno nel 2018. 
Non tutti gli interventi 50% sono dal 2018 sottoposti all’obbligo di invio della dichiarazione all’Enea, ma solo quelli che comporteranno una riduzione dei consumi energetici.
La mera sostituzione di una vecchia caldaia con una a condensazione in classe A per esempio, rientrerebbe a pieno titolo nei lavori sottoposti all’obbligo dell’invio della comunicazione. Originariamente era previsto il termine del 30 marzo come data a partire dalla quale si rendeva necessaria la comunicazione (quindi il caricamento della pratica nel sito Enea), tuttavia ad oggi non è ancora possibile farlo.   
Enea è in attesa di specifiche indicazioni da parte delle istituzioni di riferimento circa le informazioni e i dati che devono esserle trasmessi, le modalità e le relative tempistiche da rispettare.

Confartigianato Imprese Marca Trevigiana aggiornerà sugli sviluppi della vicenda.
Comments