VERSAMENTO CORRELATA FSBA: LE IMPRESE NON ANTICIPANO

pubblicato 19 apr 2019, 03:27 da Stefano Garibbo
Con la circolare n. 53 del 12 aprile u.s. l’Inps ha fornito le istruzioni operative per il versamento della retribuzione correlata: le imprese aderenti ad FSBA non devono anticipare la suddetta contribuzione, onere direttamente del Fondo.

Come noto, l’ art. 34 del decreto 148 pone in capo ai soli datori di lavoro beneficiari delle prestazioni erogate dai Fondi di solidarietà alternativa, l’obbligo di versamento della contribuzione correlata all’Inps, salva la possibilità di rivalersi sui Fondi medesimi. A seguito di un ampio confronto con FSBA, l’Istituto con la citata circolare, stabilisce che il dovere del versamento della correlata è direttamente in capo al Fondo sollevando dal carico i datori di lavoro.

L’Inps invierà con cadenza mensile il calcolo della contribuzione riferita alla retribuzione persa esposta dalle imprese, direttamente al Fondo, in modo da consentire il versamento del relativo importo complessivo entro il giorno 16 del terzo mese successivo a quello di competenza della denuncia contributiva delle aziende.

Ulteriormente nella circolare sono state definite le istruzioni per il recupero nelle domande pregresse, da aprile 2016 ad aprile 2019, e le procedure per le richieste a regime, da maggio 2019.

Brevemente si rammenta che le aziende destinatarie delle tutele erogate dal Fondo di solidarietà alternativo sono le imprese artigiane (Legge 443/1985 c.d. Legge Quadro dell’artigianato, ed identificate a livello contributivo dal codice statistico 4).

Per approfondire QUI la pagina dedicata ad FSBA.


Ċ
Stefano Garibbo,
19 apr 2019, 03:38
Comments