LAVORATORE EXTRA-UE: DEFINITO IL COSTO DI RIMPATRIO

pubblicato 18 mar 2019, 08:07 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 18 mar 2019, 08:15 ]

E’ stato pubblicato in G.U. il decreto n.151 del 22/12/2018 con il quale i Ministeri dell’interno, della Giustizia, dell’Economia e del Lavoro, fissano per il 2018 in 1.398 euro, il costo medio per il rimpatrio di ogni lavoratore straniero assunto illegalmente.

Questa sanzione accessoria trova applicazione (art. 22 del T.U. immigrazione) nel caso in cui il datore di lavoro venga punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa di 5000 euro per ogni lavoratore, quando occupa alle proprie dipendenze cittadini stranieri privi del permesso di soggiorno ovvero il cui permesso sia scaduto e del quale non sia stato chiesto, nei termini di legge, il rinnovo, o quando è stato revocato o annullato.


Comments