CREDITO D'IMPOSTA 4.0

pubblicato 8 apr 2019, 09:46 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 8 apr 2019, 10:09 ]
Il Credito d’imposta su formazione 4.0 spetta in relazione ai costi ammissibili, per l’intero periodo di imposta, a prescindere dalla data in cui viene depositato il contratto aziendale o territoriale in ITL, purché detto adempimento sia effettuato nel termine del periodo d’imposta di riferimento. Questo è quanto affermato dall'Agenzia delle Entrate con la risposta n. 79 del 20 marzo 2019.
------------------------

Si ricorda che, con la proroga del credito d’imposta su formazione 4.0 per l’anno 2019 (Legge 145/2018), il 4 febbraio 2019 Confartigianato Imprese Veneto ha sottoscritto con le Organizzazioni sindacali locali l’estensione l’Accordo interconfederale regionale «su lavoro innovazione e competenze per il settore artigiano e le PMI del Veneto».
Scopo dell’intesa, che conferma in buona parte quanto già previsto nel precedente Accordo interconfederale regionale del 28 febbraio 2018, è di facilitare l’accesso al credito d’imposta alle imprese artigiane e PMI del Veneto, snellendo la procedura del contratto collettivo aziendale, favorendo piuttosto quello territoriale, risultato di consolidate relazioni sindacali. Condizione per l’applicabilità del credito d’imposta, propedeutico per l’impresa, è la stipula di un contratto collettivo aziendale che disciplini lo svolgimento dell’attività formativa, adempimento facilmente assolto invece se demandato nei contenuti allo schema di accordo territoriale.
L’Accordo di Confartigianato Imprese Veneto definisce una cornice agile che fornisce semplici linee guida di progettazione che riguardano in particolare: gli obiettivi formativi dei percorsi agevolabili, la loro durata e le metodologie didattiche.
L’agevolazione del credito d’imposta formazione 4.0 è applicabile alle spese sostenute per attività di formazione del personale dipendente, limitatamente al costo aziendale. La formazione impartita deve essere volta all’acquisizione o al consolidamento di competenze tecnologiche / digitali previste dal Piano nazionale “Industria 4.0”. In particolare, per l’anno d’imposta 2019, la Legge di Bilancio differenzia l’entità del credito a seconda dell’assetto organizzativo dell’impresa, riconoscendo un bonus fiscale maggiore alle piccole imprese:

• Piccole imprese – misura dell’agevolazione 50% (limite massimo 300.000 euro)
• Medie imprese - misura dell’agevolazione 40% (limite massimo 300.000 euro)
• Grandi imprese - misura dell’agevolazione 30% (limite massimo 200.000 euro)

Esempio:
in una ditta del settore metalmeccanico artigiano, dove il costo orario medio di un dipendente non è inferiore a 20 euro, fossero formati 10 addetti su materie o su utilizzo di macchinari  e/o software 4.0, per una durata di 24 ore, il credito d’imposta a beneficio dell’impresa varrebbe 2.400 euro.  

La riedizione del credito d’imposta, potenziato per le piccole imprese, e la semplificazione offerta dall’accordo regionale sottoscritto da Confartigianato premia le imprese che investono sul fronte della formazione e dell’innovazione.
Per valutare le opportunità formative riservate alle imprese su Formazione 4.0, contattare Confartigianato Marca Trevigiana Formazione, telefono 0422 433250, e-mail info@confartigianatoformazione.tv 
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 09:47
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 10:13
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 10:10
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 10:13
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 09:46
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 09:52
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 10:09
Ċ
Stefano Garibbo,
8 apr 2019, 09:56
Comments