AUTOTRASPORTO MERCI - SCADENZA 31 MAGGIO PER RINNOVARE AUTORIZZAZIONE ALLA DISCONTINUITA' E DECORRENZA NUOVI MINIMI

pubblicato 22 mag 2019, 06:37 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 24 mag 2019, 00:11 ]
Si segnala alle imprese del settore autotrasporto merci che c’è tempo fino al 31 maggio 2019, per rinnovare l’autorizzazione rilasciata dallo Sprav (Sede paritetica regionale autotrasporto veneto) ai sensi del nuovo CCRL del 5.11.2018 s.m.i. . L’autorizzazione è utile ad estendere al personale viaggiante l’applicazione dell’orario discontinuo da 39 ore a 47 ore (art. 11 bis del CCNL) con dirette conseguenze sulla soglia oltre la quale scatta lo straordinario e le relative maggiorazioni ai fini retributivi.
 
Le imprese già autorizzate ai sensi del precedente CCNL del 2008, sono pertanto chiamate a ripresentare la richiesta per ottenere in continuità l’autorizzazione ai sensi del nuovo CCNL.
La rinnovata Commissione Sprav, attiva da gennaio 2019, può autorizzare anche alla discontinuità così che il personale viaggiante (livelli C3; B3; A3; F2; E2) possa lavorare 58 ore medie settimanali a semestre, in deroga alle 48 ore di legge. Questo consente di avere dei picchi settimanali fino a 61 ore (contro le 60 di legge) a condizione che l’orario medio settimanale resti nella soglia delle 58 ore.
 
Con l’elevazione dell’orario autorizzato dallo Sprav in deroga alla normativa sui tempi di lavoro, è possibile gestire con meno rigidità lo straordinario evitando possibili sanzioni amministrative ( art. 9 D.Lgs. 234/07):
  •          da 130 a 780 €, ad autista, nel caso di superamento fino al 10% della durata massima settimanale;
  •          da 260 a 1.560 €, ad autista, nel caso di superamento oltre il 10% della durata massima settimanale.
 

Si sottolinea inoltre, che le procedure SPRAV sono accessibili anche ad imprese non artigiane, a prescindere dal numero di dipendenti. Per tali aziende, se nostre associate, i vantaggi negoziali possono decorrere dal primo versamento ad Ebav e Sani.In.Veneto.

 
Ulteriormente, si rammenta che con decorrenza maggio 2019 trovano applicazione i nuovi minimi contrattuali previsti dal CCNL del 3.12.2017, i cui aumenti sono espressi nella tabella che segue:

Livelli

AUMENTO minimi contrattuali maggio 2019

Q

32,01

1

30,11

2

27,65

3S

25,00

C3

25,09

B3

25,00

A3

24,91

3

24,24

F2

24,34

E2

24,25

D2

24,15

4

23,11

H1

23,40

G1

23,31

4J

22,54

5

21,97

6

20,54

6J

18,94

 
 
Per approfondire gli ulteriori vantaggi del CCNL e del CCRL esigibili tramite le autorizzazioni Sprav:
  • assunzioni agevolate 
  • autorizzazione all’attività di carico/scarico del personale viaggiante 
  • discontinuità per gli autisti dei livelli G1; H1; D2
  • procedura semplificata per l’installazione dei sistemi di geolocalizzazione
  • regime d’orario multi periodale
è possibile consultare la pagina dedicata. Qui ConfartigianatoNotizie con focus sul CCNL e CCRL.
 

Comments