InfoServizi‎ > ‎Contratti e Lavoro‎ > ‎

- Notizie recenti


EMANATA CIRCOLARE INPS PER GLI SGRAVI NEI TRASPORTI INTERNAZIONALI

pubblicato 15 nov 2017, 02:01 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 15 nov 2017, 03:26 ]

L'INPS, Istituto Nazionale Previdenza Sociale, ha finalmente emanato la circolare 10 novembre 2017 n. 167, che permette di godere degli sgravi contributivi per gli autisti impegnati in trasporti internazionali, previsti nella Legge di Stabilità per 2016 a titolo sperimentale per un periodo di 3 anni.

La circolare applicativa rende dunque operativa la misura della "decontribuzione autisti", attesa da due anni dalle imprese di autotrasporto e sollecitata a più riprese da Confartigianato Trasporti ed Unatras al Governo ed ai competenti uffici.

Si ricorda che le risorse pubbliche a copertura della misura sono 65,5 ml € per il 2016 (ridotte a 500.000 euro per il 2017 e 2018) e che il contributo viene riconosciuto solo entro i limiti de minimis, come stabilito dalle legge di conversione del D.L Fiscale n. 50/2017.

Si precisa inoltre che la misura si applica sia alle imprese di autotrasporto merci c/t. ed in c/p. ed a quelle di trasporto persone.

L’Inps, chiarisce che l’agevolazione tiene presente l’ordine cronologico di presentazione delle istanze, a partire dal raggiungimento delle 100 giornate di trasporto internazionale da parte del singolo conducente.

La misura opera un contenimento del costo del lavoro, attraverso l'esonero contributivo dell’80% dei contributi previdenziali (con esclusione di premi e contributi Inail) da versare rispetto ad autisti impegnati in trasporti internazionali per almeno 100 giorni in un anno, effettuati con veicoli ai quali è applicabile il Regolamento (CE) n. 561/2006 ed equipaggiati con tachigrafo digitale.

Sottolineiamo che i 100 giorni in questione vanno conteggiati già a partire dal 1° gennaio 2016 considerando anche le giornate impiegate interamente in tratte nazionali di un trasporto internazionale, nonché quelle impiegate in viaggi internazionali tra Stati diversi dall’Italia.

Lo sgravio poi potrà partire il mese successivo a quello in cui si raggiungono i 100 giorni annui richiesti e fino al periodo di paga di novembre 2018. In caso di multipresenza, cioè di ricorso a due autisti per lo stesso trasporto, dello sgravio potranno beneficiare entrambi.

La domanda per utilizzare i benefici dovrà essere presentata dall’azienda tramite procedura telematica “TRAS.INT.”, all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” disponibile sul sito internet Inps.

In questa domanda va indicato:
- il lavoratore per il quale intende fruire dell’agevolazione,
- la data in cui è stata raggiunta la condizione dei 100 giorni di trasporto internazionale,
- l’importo della retribuzione mensile media,
- l’aliquota contributiva datoriale applicata.

L’INPS entro 48 ore dalla trasmissione del modulo telematico, calcolerà l’importo dell’esonero spettante e verificherà la disponibilità di risorse.
Se la procedura andrà a buon fine, risponderà alla domanda autorizzando l’impresa a fruire dell’esonero che avverrà attraverso un conguaglio sulle denunce contributive.

FSBA NUOVO ACCORDO INTERCONFEDERALE SULLE PROCEDURE SINDACALI

pubblicato 20 ott 2017, 08:27 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 15 nov 2017, 03:26 ]

Firmato in data 9/10/17 l'accordo interconfederale veneto sulla procedura in sede sindacale per l'utilizzo di FSBA durante le sospensioni per mancanza lavoro.
Tale importante nuovo accordo regionale sostituisce il precedente sottoscritto in data 29.7.16 e stabilisce nuove procedure e modulistica da utilizzare per le consultazioni con decorrenza dal 23.10.2017.
al seguente link è possibile consultare tutte le fonti, accedere alle procedure da utilizzare e scaricare la modulistica aggiornata

NOVITA’ INFORTUNI SUL LAVORO: ANDRANNO COMUNICATI ALL’INAIL ANCHE SE BREVI

pubblicato 05 ott 2017, 08:48 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 15 nov 2017, 03:27 ]

Il 12 ottobre entrerà in vigore il Decreto n. 183 del 25 maggio 2016 che prevede novità per i datori di lavoro in merito alla comunicazione e gestione degli infortuni sul lavoro.

La novità consiste nella comunicazione obbligatoria all’ INAIL di infortuni occorsi ai propri dipendenti e/o collaboratori familiari e/o ai soci alle condizioni previste per legge come declinate dalle istruzioni emanate nel tempo dall’INAIL, anche della durata di un solo giorno (oltre quello dell’evento) ai fini statistici.

Si rammenta che in precedenza a detto Decreto, l’obbligo riguardava ai soli fini assicurativi, infortuni oltre i tre giorni di prognosi. 

Per ogni informazione operativa rivolgersi al proprio ufficio paghe/lavoro al Mandamento di riferimento.


DURATA DEL

CERTIFICATO

 DI INFORTUNIO

OBBLIGO DI

COMUNICAZIONE

ALL’INAIL

SANZIONE AMMINISTRATIVA

TARDATA O OMESSA COMUNICAZIONE

fonte art.55 D.lgs.81/08


Superiore ad un giorno

Ai fini statistici

Dai €  500  ai €  1.800

Superiore a tre giorni

Ai fini assicurativi

Dai € 1.000 ai € 4.500


TRASPORTO PERSONE: ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO

pubblicato 05 set 2017, 07:01 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 15 nov 2017, 03:28 ]

Alle aziende del Trasporto Persone che applicano il CCRL di cui è firmataria Confartigianato Imprese Veneto, si rammenta che grazie alla Sede Paritetica Regionale (SPRAV) è richiedibile l’applicazione di particolari istituti contrattuali vantaggiosi che possono essere adottati esclusivamente a seguito della concessione di tale organismo; ad esempio: la procedura semplificata per l'installazione dei sistemi satellitari di geolocalizzazione; l'applicazione dell'orario plurimensile e la stipula di contratti a termine stagionali. In considerazione dell'imminente inizio del nuovo anno scolastico 2017/2018, s'intende approfondire quest'ultimo istituto. 

Il CCRL (art. 16 del 15.06.12 e s.m.i.) disciplina la stipula di contratti a tempo determinato che vengono individuati come stagionali, durante i picchi di attività che normalmente si intensificano nei periodi a ridosso di Pasqua e fino al 31 ottobre di ogni anno. All’interno di tali periodi è possibile la stipula di contratti individuali a tempo determinato non inferiori a 6 mesi. 
Grazie allo SPRAV per le aziende del Trasporto Persone del territorio regionale è richiedibile il riconoscimento di contratti a tempo determinato stagionali anche in collocazioni temporali diverse da quelle sopraindicate, ovvero in qualsiasi periodo dell’anno che abbia una maggiore intensità di attività, non solo ad esempio nel caso di flussi turistici, ma anche per il trasporto scolastico. Inoltre, sarà richiedibile anche la possibilità di stipula di contratti individuali di durata inferiore ai 6 mesi in piena tutela delle norme contrattuali.

Ulteriormente, si ricorda in breve, i vantaggi di legge nello stipulare contratti a termine identificabili come stagionali:  
 
1) sono esenti dalle limitazioni quantitative previste sul computo massimo dei terministi in forza presso un'azienda (art. 23 co. 2 , lett. c del DLgs 81/15);

2) essere in deroga al computo totale massimo dei 36 mesi a tempo determinato presso il medesimo datore per le stesse mansioni (art. 19 co. 2);

3) nel caso di riassunzione dello stesso lavoratore, essere esenti dal periodo di raffreddamento previsto tra lo scadere di un contratto e l'inizio del successivo (art. 21 co. 2).  

Per approfondire i vantaggi SPRAV e/o scaricare la modulistica, visiona la nostra pagina dedicata: CLICCA QUI

EDILIZIA RIDUZIONE CONTRIBUTIVA ANNO 2017

pubblicato 30 ago 2017, 00:04 da Stefano Garibbo

Il Ministero del lavoro ha reso noto che, in data 3 agosto 2017, la Corte dei Conti ha registrato il Decreto direttoriale 5 luglio 2017, con cui la riduzione della contribuzione previdenziale e assistenziale a favore dei datori di lavoro nel settore edile è stata confermata nella misura dell’11,50% per l’anno 2017, come stabilito negli anni passati.

METALMECCANICI:SIGLATO CCRL IN DATA 31.7.17

pubblicato 02 ago 2017, 00:37 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 02 ago 2017, 00:41 ]

In data 31/7/2017 è stato siglato il rinnovo del CCRL metalmeccanici installatori di impianti ed autoriparazione (tale rinnovo non coinvolge i settori orafi e odontotecnici).
Il CCRL in commento decorre dal 1.8.2017 e scadrà il 31.8.2019, per quanto riguarda la parte economica è prevista l'erogazione dell' ERT (elemento regionale transitorio) dal 1.8.17 al 31.3.2018 secondo gli importi e requisiti definiti dal CCRL del 28.7.2016. Dal 1.4.2018 è prevista, previa sottoscrizione di apposito protocollo di intesa,  l'introduzione di una quota di adesione contrattuale alla previdenza contrattuale e di nuovi valori dell'ERT (ridotti in virtù dell'introduzione della quota di adesione contrattuale alla previdenza contrattuale, in modo tale da mantenere invariati i costi nel quadro dell'attuale ERT in erogazione).
Confermate inoltre, per le ditte associate a Confartigianato e in regola con EBAV e SANI.IN.VENETO, le norme contrattuali in materia di banca ore, flessibilità di orario e superamento dei limiti quantitativi posti dalla legge e dalla contrattazione collettiva nazionale per le assunzioni a tempo determinato (tramite apposita richiesta alla commissione paritetica di categoria).
Introdotti degli obblighi di comunicazione verso i lavoratori da parte dell'impresa che non adempie ai versamenti ad EBAV e/o SANI.IN.VENETO.

DISPONIBILE IN QUESTA SEZIONE IL TESTO IN PDF DELL'ACCORDO REGIONALE DEL 31.7.17

RINNOVATO CCRL ALIMENTARI ARTIGIANI, NON ARTIGIANI FINO A 15 DIPENDENTI E PANIFICATORI

pubblicato 21 apr 2017, 09:11 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 27 apr 2017, 00:22 ]

In data 14.4.2017 è stato sottoscritto il CCRL dei seguenti settori:
  • ALIMENTARISTI ARTIGIANI
  • ALIMENTARISTI NON ARTIGIANI FINO A 15 DIPENDENTI 
  • PANIFICATORI (ARTIGIANI E NON ARTIGIANI)
TESTO ORIGINALE DEL CCRL DISPONIBILE IN PDF A FONDO PAGINA

ELENCO ISTITUTI CONTRATTUALI CCRL DEL 14.4.17

CAMPO DI APPLICAZIONE

PARTE COMUNE 
-
accantonamento annuo di compensazione 
-variabilità plurimensile dell'orario di lavoro
-durata massima orario di lavoro
-part time con orario con orario sperimentale PTOS
-contratti a termine stagionali
-aumento numero massimo oltre i limiti quantitativi posti dal CCNL di contratti a termine stipulabili attraverso comunicazione alla commissione bilaterale di categoria EBAV
-apprendistato per lavoratori con più di 29 anni beneficiari di sussidi di disoccupazione

1)  imprese artigiane del settore alimentare

2) imprese non artigiane che occupano fino a 15 dipendenti che svolgono attivita' comprese  nella sfera di applicazione del ccnl del 13.2.2017

3) imprese del settore della panificazione artigiane e non, indipendentemente dal numero di dipendenti

PARTE ALIMENTAZIONE 


- ERT ELEMENTO RETRIBUTIVO REGIONALE TRANSITORIO

Ai lavoratori OPERAI.IMPIEGATI,QUADRI (Per lavoratori con apprendistato professionalizzante solo da primo mese successivo all'inizio del quarto anno se completato il terzo anno di contratto anche con datori di lavoro diversi se medesima qualifica contrattuale) in forza nel mese di erogazione nel settore artigiano veneto degli alimentaristi dal 1.4.2017 al 30.6.2019 è  erogato  un elemento   regionale transitorio per le ore effettivamente lavorate. Ai   fini   dell'erogazione  del   premio   sono   considerate   come  lavorate  anche  le  ore   di  permesso  retribuito  per assemblea, le ore di permesso per l'esercizio di cariche sindacali elettive previste  dal  CCRL nonchè il periodo di astensione obbligatoria per maternità con riduzione del 50% dell'importo orario spettante per un massimo di 5 mesi, a partire dal 1.4.2018 ai fini del computo l'importo orario dell'ert sarà elevato al 10% . Dovrà inoltre tener conto dell'ERT anche la retribuzione riconosciuta al dipendente assente per infortunio sul lavoro riconosciuto dall'INAIL avvenuto all'interno dell'azienda

ERT ALIMENTARISTI ARTIGIANI VENETO

DAL 1.4.17 AL 30.6.19

mensile

orario

1s

130,00

0,75145

1

104,00

0,60116

2

85,00

0,49133

3/a

73,00

0,42197

3

62,00

0,35838

4

55,00

0,31792

5

48,00

0,27746

6

38,00

0,21965

APPRENDISTI

DAL 37° MESE

 

 

-UNA TANTUM RETRIBUTIVA

A-destinatari : operai impiegati quadri (ESCLUSI APPRENDISTI)

B-requisiti destinatari :(1) essere in forza 1.4.2017 (2) in forza al 31.10..2016 con la medesima categoria legale ; (1)+(2)

C-periodo di riferimento  (P.D.R.): 1.11.16-->31.3.17  = 5 mesi; in tale periodo per ogni destinatario  vanno calcolate le sole ore ordinarie

D-monte ore periodo (M.O.P.) = ore effettivamente lavorate nel PDR dal destinario ( no straordinario/no supplementare)

E-importo orario convenzionale ( I.O.C)= si deve prendere l'importo totale del PDR come tabella e dividerlo/ 865 ore ( ogni tranche è al 50%)

importo è omnicomprensivo di ogni istituto diretto/indiretto/differito esempio 13^/ferie/festività/TFR/ecc.

F-periodo erogazione = paghe di luglio 2017 e luglio 2018; se cessazione prima il totale residuo erogato per intero nell'ultima retribuzione

eventuali emolumenti riconducibili all’EET del CCRL 2015 erogati nel periodo di riferimento possono essere assorbiti fino a concorrenza dell’U.T.;

 

1^ RATA 7.2017

2^ RATA 7.2018

TOTALE

IMPORTO CCRL

IMPORTO ORARIO CONVENZ. (I.O.C.)

IMPORTO CCRL

IMPORTO ORARIO CONVENZ. (I.O.C.)

IMPORTO CCRL

IMPORTO ORARIO CONVENZ. (I.O.C.)

1s

150,00

0,17341

150,00

0,17341

300,00

0,34682

1

121,00

0,13988

121,00

0,13988

242,00

0,27977

2

100,00

0,11561

100,00

0,11561

200,00

0,23121

3/a

86,00

0,09942

86,00

0,09942

172,00

0,19884

3

72,50

0,08382

72,50

0,08382

145,00

0,16763

4

65,00

0,07514

65,00

0,07514

130,00

0,15029

5

57,50

0,06647

57,50

0,06647

115,00

0,13295

6

45,00

0,05202

45,00

0,05202

90,00

0,10405


-UNA TANTUM PREVIDENZIALE ART.22.2 CCRL 14.4.2017

I DESTINATARI, I REQUISITI DESTINATARI, IL PERIODO DI RIFERIMENTO, sono gli stessi previsti per l'erogazione dell'una tantum retributiva

escluso dalla base di calcolo del TFR; comprensivo di ogni istituto retributivo diretto, indiretto, differito di origine legale o contrattuale;deve essere erogato per intero anche in caso di dimissioni o licenziamento anticipato rispetto alle 2  date di pagamento previste;per beneficiari part time che avessero avuto un’ articolazione oraria ridotta pari o inferiore al 50% l’importo indicato nelle tabelle andrà ridotto della metà: Totale part time  pari o inferiore al 50% = 25€ ; in caso di part time PTOS la quota sarà dovuta sulla base dell'orario medio svolto nel periodo di riferimento; non previsto in caso di passaggio in qualifica da apprendistato professionalizzante avvenuto  tra il 1.11.16 e il 31.3.17; essendo forma di previdenza complementare su tali quote si  applica la più vantaggiosa contribuzione INPS di solidarietà (10%) rispetto a quella ordinaria inps carico ditta (circa 27% a cui aggiungere IRAP) ;

 

lug-17

mar-18

TOTALE

IMPORTO CCRL

IMPORTO CCRL

IMPORTO CCRL

1s

25,00

25,00

50,00

1

25,00

25,00

50,00

2

25,00

25,00

50,00

3/a

25,00

25,00

50,00

3

25,00

25,00

50,00

4

25,00

25,00

50,00

5

25,00

25,00

50,00

6

25,00

25,00

50,00

 APPRENDISTI

no

no

no


-
 QUOTA DI ADESIONE CONTRATTUALE ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

QUOTA DI ADESIONE CONTRATTUALE ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE ART.22.1 CCRL DEL 14.4.2017 (SOLIDARIETA' VENETO , ALTRO NEGOZIALE) per i dipendenti in forza dal 14.4.17 in poi.

DESTINATARI

 VERSAMENTO MENSILE

NELLE BUSTE PAGA DEL PERIODO

contributi INPS

modalità versamento come  quelle per EBAV ( vedi tab.D regole di calcolo www.ebav.it)

FULL TIME

PART TIME        ≤ 50%

IMPIEGATI; OPERAI; QUADRI

€ 26,00

€ 13,00

DAL 1.4.2017 AL 30.06.2019

10%

EBAV B01

quote = € 0 se imponibile fiscale del mese < € 300

APPRENDISTI

€ 10,00

€ 6,50

10%

EBAV B01




 

imprese artigiane del settore alimentare

 PARTE IMPRESE NON ARTIGIANE 

Settore ALIMENTARE TERZIARIO E PMI NON ARTIGIANE FINO A 15 DIPENDENTI

CCNL P.T.II DEL 19.11.2013 E CCRL DEL 14.4.2017 ; RINNOVO DEL 23.2.17 E 6.3.17

 

Q

1

2

3

4

5

6

7

8*

Minimi 1.04.2017

M

2.193,33

2.193,33

1.907,23

1.573,49

1.382,76

1.239,73

1.144,45

1.049,00

953,65

 

O

(12,67821)

(12,67821)

(11,02445)

(9,09532)

(7,99283)

(7,16607)

(6,61532)

(6,06358)

(5,51243)

Ind. di funzione

M

100,00

 

 

 

 

 

 

 

Contigenza

M

545,72

545,72

538,70

530,51

525,83

522,32

519,99

517,65

515,31

 

O

(3,15445)

(3,15445)

(3,11387)

(3,06653)

(3,03948)

(3,01919)

(3,00572)

(2,99220)

(2,97867)

ERR

M

0,44

0,44

0,44

0,44

0,44

0,44

0,44

0,44

0,44

 

O

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

(0,00254)

Totale

M

2.839,49

2.739,49

2.446,37

2.104,44

1.909,03

1.762,49

1.664,88

1.567,09

1.469,40

 

O

(15,84)

(15,84)

(14,14)

(12,16)

(11,03)

(10,19)

(9,62)

(9,06)

(8,49)

SCATTI

 

(54,62)

(51,42)

(44,71)

(36,89)

(32,42)

(29,06)

(26,83)

(24,59)

(22,35)

ELEMENTO DISTINTO DELLA RETRIBUZIONE: 10,33 EURO MENSILI PER 13 MENSILITA' PER TUTTI I LAVORATORI IN FORZA

NOTA 8° LIVELLO = livello d'ingresso per i prmi 6 mesi superati i quali si passa al 7° lavoratori addetti al processo produttivo; esclusi aiuto cucina e secondo addetto alla somministrazione alimenti e bevande al pubblico

 

imprese non artigiane che occupano fino a 15 dipendenti che svolgono attivita' comprese  nella sfera di applicazione del ccnl del 13.2.2017

 PARTE PANIFICAZIONE


-ERT : ELEMENTO RETRIBUTIVO TRANSITORIO
Ai lavoratori OPERAI.IMPIEGATI,QUADRI
 (Per lavoratori con apprendistato professionalizzante solo da primo mese successivo all'inizio del quarto anno se completato il terzo anno di contratto anche con datori di lavoro diversi se medesima qualifica contrattuale) in forza nel mese di erogazione nel settore artigiano veneto degli alimentaristi dal 1.4.2017 al 30.6.2019 è  erogato  un elemento   regionale transitorio per le ore effettivamente lavorate. Ai   fini   dell'erogazione  del   premio   sono   considerate   come  lavorate  anche  le  ore   di  permesso  retribuito  per assemblea, le ore di permesso per l'esercizio di cariche sindacali elettive previste  dal  CCRL nonchè il periodo di astensione obbligatoria per maternità con riduzione del 50% dell'importo orario spettante per un massimo di 5 mesi, a partire dal 1.4.2018 ai fini del computo l'importo orario dell'ert sarà elevato al 10% . Dovrà inoltre tener conto dell'ERT anche la retribuzione riconosciuta al dipendente assente per infortunio sul lavoro riconosciuto dall'INAIL avvenuto all'interno dell'azienda


ERT PANIFICATORI CCRL VENETO DEL 14.4.17

mensile

orario

A1 S

21,20

0,12254

A1

17,70

0,10231

A2

14,80

0,08555

A3

11,30

0,06532

A4

9,40

0,05434

B1

13,00

0,07514

B2

6,90

0,03988

B3S

5,80

0,03353

B3

5,60

0,03237

B4

4,50

0,02601

APPRENDISTI

DAL 37° MESE

-UNA TANTUM RETRIBUTIVA

A-destinatari : operai impiegati quadri (ESCLUSI APPRENDISTI)

B-requisiti destinatari :(1) essere in forza 1.4.2017 (2) in forza al 31.10..2016 con la medesima categoria legale ; (1)+(2)

C-periodo di riferimento  (P.D.R.): 1.11.16-->31.3.17  = 5 mesi; in tale periodo per ogni destinatario  vanno calcolate le sole ore ordinarie

D-monte ore periodo (M.O.P.) = ore effettivamente lavorate nel PDR dal destinario ( no straordinario/no supplementare)

E-importo orario convenzionale ( I.O.C)= si deve prendere l'importo totale del PDR come tabella e dividerlo/ 865 ore ( ogni tranche è al 50%)

importo è omnicomprensivo di ogni istituto diretto/indiretto/differito esempio 13^/ferie/festività/TFR/ecc.

F-periodo erogazione = paghe di luglio 2017 e marzo 2018; se cessazione prima il totale residuo erogato per intero nell'ultima retribuzione

eventuali emolumenti riconducibili all’EET del CCRL 2015 erogati nel periodo di riferimento possono essere assorbiti fino a concorrenza dell’U.T.;

 

 

 

 

1^ RATA 7.2017

2^ RATA 3.2018

TOTALE

IMPORTO CCRL

IMPORTO ORARIO CONVENZ. (I.O.C.)

IMPORTO CCRL

IMPORTO ORARIO CONVENZ. (I.O.C.)

IMPORTO CCRL

IMPORTO ORARIO CONVENZ. (I.O.C.)

A1 S

61,00

0,07052

61,00

0,07052

122,00

0,14104

A1

51,00

0,05896

51,00

0,05896

102,00

0,11792

A2

44,50

0,05145

44,50

0,05145

89,00

0,10289

A3

36,00

0,04162

36,00

0,04162

72,00

0,08324

A4

31,00

0,03584

31,00

0,03584

62,00

0,07168

B1

35,50

0,04104

35,50

0,04104

71,00

0,08208

B2

19,00

0,02197

19,00

0,02197

38,00

0,04393

B3S

16,00

0,01850

16,00

0,01850

32,00

0,03699

B3

15,00

0,01734

15,00

0,01734

30,00

0,03468

B4

12,50

0,01445

12,50

0,01445

25,00

0,02890

APPRENDISTI

no

no

no

no

no

no


-UNA TANTUM PREVIDENZIALE
I DESTINATARI, I REQUISITI DESTINATARI, IL PERIODO DI RIFERIMENTO, sono gli stessi previsti per l'erogazione dell'una tantum retributiva

escluso dalla base di calcolo del TFR; comprensivo di ogni istituto retributivo diretto, indiretto, differito di origine legale o contrattuale;deve essere erogato per intero anche in caso di dimissioni o licenziamento anticipato rispetto alla data di pagamento prevista;per beneficiari part time che avessero avuto un’ articolazione oraria ridotta pari o inferiore al 50% l’importo indicato nelle tabelle andrà ridotto della metà: Totale part time  pari o inferiore al 50% = 25€ ; in caso di part time PTOS la quota sarà dovuta sulla base dell'orario medio svolto nel periodo di riferimento; non previsto in caso di passaggio in qualifica da apprendistato professionalizzante avvenuto  tra il 1.11.16 e il 31.3.17; essendo forma di previdenza complementare su tali quote si  applica la più vantaggiosa contribuzione INPS di solidarietà (10%) rispetto a quella ordinaria inps carico ditta (circa 27% a cui aggiungere IRAP) ;

 

lug-17

IMPORTO CCRL

A1 S

20,00

A1

20,00

A2

20,00

A3

20,00

A4

20,00

B1

16,00

B2

16,00

B3S

16,00

B3

16,00

B4

16,00

APRRENDISTI

NO

- QUOTA DI ADESIONE CONTRATTUALE ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

QUOTA DI ADESIONE CONTRATTUALE ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE ART.29.1 CCRL DEL 14.4.2017 (SOLIDARIETA' VENETO , ALTRO NEGOZIALE) per i dipendenti in forza dal 14.4.17 in poi.

DESTINATARI

 

 VERSAMENTO MENSILE

NELLE BUSTE PAGA DEL PERIODO

contributi INPS

modalità versamento come  quelle per EBAV ( vedi tab.D regole di calcolo www.ebav.it)

 

 

FULL TIME

PART TIME        ≤ 50%

IMPIEGATI; OPERAI; QUADRI

A

€ 8,00

€ 4,00

DAL 1.4.2017 AL 30.06.2019

10%

EBAV B01

quote = € 0 se imponibile fiscale del mese < € 300

IMPIEGATI; OPERAI; QUADRI

B

€ 5,00

€ 2,50

10%

EBAV B01



 

Imprese del settore della panificazione artigiane e non, indipendentemente dal numero di dipendenti occupati

Sottoscritto in data 23.2.2017 CCNL area alimentazione -panificazione

pubblicato 24 mar 2017, 01:22 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 26 apr 2017, 11:02 ]

In data 23.2.2017 è stato sottoscritto il CCNL AREA ALIMENTAZIONE E PANIFICAZIONE, il CCNL è composto dalle seguenti sezioni:
PARTE PRIMA: 
  • alimentaristi esclusivamente con natura artigiana
  • panificatori sia con natura artigiana che PMI

AUMENTI MINIMI CONTRATTUALI

con decorrenza, per entrambi i settori, 

·         1° marzo 2017,

·         1° gennaio 2018 

·         1° dicembre 2018.

 

UNA TANTUM 

Al solo personale in forza alla data di sottoscrizione dell’accordo di rinnovo (23.02.2017) è prevista l’erogazione di un importo una tantum di 150 euro lordi, in due tranche. Il periodo di riferimento, di carenza contrattuale, è dal 1° gennaio 2016 al 28 febbraio 2017 (14 MESI).

L’importo una tantum è suddivisibile in quote mensili, o frazioni, in relazione alla durata del rapporto di lavoro nel periodo interessato.

PARTE SECONDA
  • alimentaristi non artigiani che occupano fino a 15 dipendenti.

AUMENTI MINIMI CONTRATTUALI

erogati in 4 tranche alle seguenti scadenze: 

·         1° marzo 2017,

·         1° gennaio 2018,

·         1° giugno 2018 

·         1° dicembre 2018.

 

UNA TANTUM Al solo personale in forza alla data di sottoscrizione dell’accordo di rinnovo (23.02.2017) è prevista l’erogazione di un importo una tantum di 150 euro lordi, in due tranche. Il periodo di riferimento, di carenza contrattuale, è dal 1° gennaio 2016 al 28 febbraio 2017 (14 MESI).

L’importo una tantum è suddivisibile in quote mensili, o frazioni, in relazione alla durata del rapporto di lavoro nel periodo interessato.


PER APPROFONDIRE I CONTENUTI DE CCNL IN OGGETTO ULTERIORI RISPETTO ALLA PARTE ECONOMICA SI RINVIA ALLA DOCUMENTAZIONE CONSULTABILE IN QUESTA SEZIONE DEL SITO 

"STOP AI VOUCHER": abrogato il lavoro accessorio dal 17.3.2017

pubblicato 20 mar 2017, 03:20 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 22 mar 2017, 01:14 ]

Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 64 del 17 marzo 2017, il Decreto n. 25 del 17 marzo 2017, con le disposizioni urgenti per l’abrogazione delle disposizioni in materia di lavoro accessorio nonché per la modifica delle disposizioni sulla responsabilità solidale in materia di appalti.

In merito al lavoro accessorio è previsto un regime transitorio per consentire l’utilizzo, fino al 31 dicembre 2017, dei Voucher per prestazioni di lavoro accessorio già acquistati fino alla data di venerdì 17 marzo 2017, che è la data di entrata in vigore del decreto legge.
Quindi solo chi ha acquistato  voucher fino alla data del  17 marzo  scorso potrà usarli entro la fine dell'anno 2017Non sono più acquistabili dal 18.3.2017 ulteriori voucher e non sarà più possibile, per le strutture preposte, emettere i buoni lavoro, mentre fino al 31 dicembre 2017 i tabaccai potranno regolarmente continuare a pagare i voucher già emessi.

ISTRUZIONI OPERATIVE DI UTILIZZO VOUCHER PER IL PERIODO TRANSITORIO (dal 18.3.2017 al 31.12.2017)

E' stato pubblicato nel  sito internet del Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un comunicato attraverso il quale è stato chiarito che l’utilizzo, nel periodo transitorio, dei buoni per prestazioni di lavoro accessorio, già acquistati fino al 17.3.2017, dovrà essere effettuato nel rispetto delle disposizioni abrogate dal Decreto legge 17 marzo 2017, n. 25. Riportiamo in allegato il comunicato in oggetto.


FIRMATO IN DATA 9.2.2017 IL CCRL DELLE IMPRESE ARTIGIANE VENETE DEL SETTORE CHIMICA, GOMMA, PLASTICA E VETRO

pubblicato 17 feb 2017, 08:54 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 17 feb 2017, 08:56 ]

Sottoscritto in data 9.2.2017 il contratto regionale per il settore chimica, gomma, plastica e vetro delle ditte artigiane del Veneto. Tale contratto regionale decorre dal 1.2.2017 e scade il 28.2.2019.

Il contratto regionale prevede:

  • Istituzione dell’elemento economico regionale transitorio dal 1.3.2017 al 28.2.2019;
  • Erogazione emolumenti UNA TANTUM a copertura del periodo 1 ottobre 2016 – 28 febbraio 2017  per i lavoratori in forza al 1 febbraio 2017 e in servizio al 30 settembre 2016 con esclusione degli apprendisti, da erogare nelle paghe di febbraio 2017 e settembre 2017;
  • Prevista quota di adesione contrattuale alla previdenza complementare dal 1.3.2017 al 28.2.2019;
  • Normato l’istituto della banca ore e della gestione dei regimi di orario di lavoro attraverso la variabilità plurimensile;
  • Normato apprendistato professionalizzante per lavoratori con più di 29 anni e beneficiari di un trattamento di disoccupazione ai sensi dell' art. 47 del D.lgs 81/15;
  • Possibilità di assumere con contratto a tempo determinato oltre i limiti quantitativi stabiliti dal CCNL per le imprese associate a Confartigianato e in regola con la bilateralità (EBAV e Saninveneto) previa autorizzazione della specifica commissione paritetica di categoria;

Per approfondire i contenuti del CCRL in oggetto, è consultabile in pdf in questa sezione del sito il testo originale dell’accordo.

1-10 of 45