InfoServizi‎ > ‎Contratti e Lavoro‎ > ‎

- Notizie recenti


VERSAMENTO CORRELATA FSBA: LE IMPRESE NON ANTICIPANO

pubblicato 19 apr 2019, 03:27 da Stefano Garibbo

Con la circolare n. 53 del 12 aprile u.s. l’Inps ha fornito le istruzioni operative per il versamento della retribuzione correlata: le imprese aderenti ad FSBA non devono anticipare la suddetta contribuzione, onere direttamente del Fondo.

Come noto, l’ art. 34 del decreto 148 pone in capo ai soli datori di lavoro beneficiari delle prestazioni erogate dai Fondi di solidarietà alternativa, l’obbligo di versamento della contribuzione correlata all’Inps, salva la possibilità di rivalersi sui Fondi medesimi. A seguito di un ampio confronto con FSBA, l’Istituto con la citata circolare, stabilisce che il dovere del versamento della correlata è direttamente in capo al Fondo sollevando dal carico i datori di lavoro.

L’Inps invierà con cadenza mensile il calcolo della contribuzione riferita alla retribuzione persa esposta dalle imprese, direttamente al Fondo, in modo da consentire il versamento del relativo importo complessivo entro il giorno 16 del terzo mese successivo a quello di competenza della denuncia contributiva delle aziende.

Ulteriormente nella circolare sono state definite le istruzioni per il recupero nelle domande pregresse, da aprile 2016 ad aprile 2019, e le procedure per le richieste a regime, da maggio 2019.

Brevemente si rammenta che le aziende destinatarie delle tutele erogate dal Fondo di solidarietà alternativo sono le imprese artigiane (Legge 443/1985 c.d. Legge Quadro dell’artigianato, ed identificate a livello contributivo dal codice statistico 4).

Per approfondire QUI la pagina dedicata ad FSBA.


SCUOLA E LAVORO SI INCONTRANO

pubblicato 18 apr 2019, 23:49 da Edi Barbazza


Il rapporto più stringente tra formazione e lavoro, che l’ASL e l’apprendistato duale consentono è la via principale attraverso cui promuovere le competenze professionalizzanti negli studenti e garantire loro un accesso effettivamente qualificato al mondo del lavoro: un’opportunità quindi di maggiore occupabilità per i giovani, che si traduce anche per le imprese in occasione di effettivo innalzamento dei livelli di competenza del personale, sul quale poter contare per sostenere la sfida di un mercato fluido e in continua evoluzione. Senza mai dimenticare che il substrato economico e imprenditoriale solido permette di creare le premesse per consentire lo sviluppo dell’intera comunità civile.

Queste le motivazioni alla base della virtuosa collaborazzione pormossa tra il sistema Confartigianato imprese marca Trevigiana e alcuni isitutit della provincia di Treviso che si è concretizzata nella relaizzazione di una serie di incontri.

In agenda altri due eventi dedicati a imprese, famiglie e studenti per illustrare le opportunità di inserimento lavorativo offerte da Apprendistato Duale e professionalizzante a part time.

 
Gli incontri si svolgeranno:
lunedì 6 maggio p.v. alle ore 20.30 presso la sala riunioni del centro Don Ernesto Bordignon, via Bassano 16 - Castelfranco Veneto. Si  richiede di confermare la propria partecipazione entro giovedì 2 maggio inviando una mail all'indirizzo:  categorie@cf.confart.tv



lunedì 13 maggio p.v. alle ore 20.00 presso l'Istituto Giorgi-Fermi - sede Ghirada, via Medaglie d'Oro 2/B Treviso. La presenza va comunicata entro giovedì 9 maggio attraverso una mail all'indirizzo:  valentina.vanzetto@confartigianatotreviso.it  



Il primo evento è promosso da Confartigianato Imprese Castelfranco Veneto, Marca Trevigiana e CFP Lepido Rocco di Castelfranco, mentre il secondo è a cura di Confartigianato Imprese Treviso, Marca Trevigiana e I.I.S. Giorgi-Fermi.

L’apprendistato duale in particolare e’ un innovativo contratto di lavoro che consente agli imprenditori di investire nella preparazione di giovani da introdurre nella loro azienda con un costo del lavoro competitivo, favorito anche da specifici sgravi, incentivi di legge e rimborsi di EBAV, l'Ente Bilaterale dell'Artigianato del Veneto. 
Uno strumento contrattuale che permette agli  studenti così assunti di acquisire il titolo di studio, alternando ore di lezione in aula e ore di lavoro presso l'impresa, anche in periodi e orari diversi da quelli curricolari.





ASSEGNI FAMILIARI LAVORATORI DIPENDENTI, CAMBIA LA MODALITA' DI RICHIESTA ALL'INPS

pubblicato 12 apr 2019, 08:34 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 12 apr 2019, 08:38 ]

Dal 1 aprile 2019 i lavoratori dipendenti che devono inoltrate la domanda per gli assegni al nucleo familiare all'Inps, possono trasmettere la richiesta esclusivamente in via TELEMATICA. Sarà l’Istituto a determinare l’ammontare dell’assegno e a comunicarlo al datore di lavoro per il pagamento.

Gli uffici del patronato Inapa, operanti nelle sedi territoriali di Confartigianato, sono a disposizione per la consulenza e la trasmissione all’Inps delle domande, previo appuntamento. Il richiedente è tenuto a presentarsi con il MODELLO SR16 compilato in ogni sua parte, scaricabile cliccando qui.

Si segnala inoltre, che i lavoratori che hanno proceduto con la richiesta in formato cartaceo entro il 31 marzo, la stessa è valida fino al 30 giugno 2019 senza necessità di reinvio.

Maggiori informazioni sono consultabili  QUI nella sezione Inapa dedicata.

Legge di bilancio e regime forfettario - circolari Agenzia Entrate

pubblicato 11 apr 2019, 09:31 da Stefano Garibbo

L’Agenzia delle Entrate con le circolari 8 e 9 del 10 aprile 2019 ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle disposizioni di carattere fiscale contenute nelle legge di bilancio (L. 145/2018).

In particolare, nella circolare 8, diversi sono i temi toccati, utili sia per cittadini che imprese. Di fatto, viene esposta un'illustrazione complessiva delle novità  contenute nella stabilità 2019.
Già in premessa, è puntualizzato che ulteriori interpretazioni e soluzioni a questioni applicative verranno fornite in successivi documenti e/o provvedimenti specifici.
I temi trattati spaziano dalla disciplina dell’estensione del regime forfetario, agli incentivi per l’assunzione di giovani conducenti nel settore dell’autotrasporto, oltre a contenuti più di carattere tecnico/fiscale quali dell’iper ammortamento, il riporto delle perdite per i soggetti Irpef.

Con riferimento alla circolare 9, che tratta le rilevanti modifiche al regime forfettario, in questa sede, interessa evidenziare solo che per evitare “artificiose” trasformazioni di attività di lavoro dipendente in attività autonome, è stato chiarito che non possono accedere al regime agevolato i contribuenti la cui attività è esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano in corso nei due precedenti periodi d’imposta ovvero nei confronti di soggetti agli stessi riconducibili (soggetti controllanti, controllati e collegati ai sensi dell’articolo 2359 cc).

CREDITO D'IMPOSTA 4.0

pubblicato 8 apr 2019, 09:46 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 8 apr 2019, 10:09 ]

Il Credito d’imposta su formazione 4.0 spetta in relazione ai costi ammissibili, per l’intero periodo di imposta, a prescindere dalla data in cui viene depositato il contratto aziendale o territoriale in ITL, purché detto adempimento sia effettuato nel termine del periodo d’imposta di riferimento. Questo è quanto affermato dall'Agenzia delle Entrate con la risposta n. 79 del 20 marzo 2019.
------------------------

Si ricorda che, con la proroga del credito d’imposta su formazione 4.0 per l’anno 2019 (Legge 145/2018), il 4 febbraio 2019 Confartigianato Imprese Veneto ha sottoscritto con le Organizzazioni sindacali locali l’estensione l’Accordo interconfederale regionale «su lavoro innovazione e competenze per il settore artigiano e le PMI del Veneto».
Scopo dell’intesa, che conferma in buona parte quanto già previsto nel precedente Accordo interconfederale regionale del 28 febbraio 2018, è di facilitare l’accesso al credito d’imposta alle imprese artigiane e PMI del Veneto, snellendo la procedura del contratto collettivo aziendale, favorendo piuttosto quello territoriale, risultato di consolidate relazioni sindacali. Condizione per l’applicabilità del credito d’imposta, propedeutico per l’impresa, è la stipula di un contratto collettivo aziendale che disciplini lo svolgimento dell’attività formativa, adempimento facilmente assolto invece se demandato nei contenuti allo schema di accordo territoriale.
L’Accordo di Confartigianato Imprese Veneto definisce una cornice agile che fornisce semplici linee guida di progettazione che riguardano in particolare: gli obiettivi formativi dei percorsi agevolabili, la loro durata e le metodologie didattiche.
L’agevolazione del credito d’imposta formazione 4.0 è applicabile alle spese sostenute per attività di formazione del personale dipendente, limitatamente al costo aziendale. La formazione impartita deve essere volta all’acquisizione o al consolidamento di competenze tecnologiche / digitali previste dal Piano nazionale “Industria 4.0”. In particolare, per l’anno d’imposta 2019, la Legge di Bilancio differenzia l’entità del credito a seconda dell’assetto organizzativo dell’impresa, riconoscendo un bonus fiscale maggiore alle piccole imprese:

• Piccole imprese – misura dell’agevolazione 50% (limite massimo 300.000 euro)
• Medie imprese - misura dell’agevolazione 40% (limite massimo 300.000 euro)
• Grandi imprese - misura dell’agevolazione 30% (limite massimo 200.000 euro)

Esempio:
in una ditta del settore metalmeccanico artigiano, dove il costo orario medio di un dipendente non è inferiore a 20 euro, fossero formati 10 addetti su materie o su utilizzo di macchinari  e/o software 4.0, per una durata di 24 ore, il credito d’imposta a beneficio dell’impresa varrebbe 2.400 euro.  

La riedizione del credito d’imposta, potenziato per le piccole imprese, e la semplificazione offerta dall’accordo regionale sottoscritto da Confartigianato premia le imprese che investono sul fronte della formazione e dell’innovazione.
Per valutare le opportunità formative riservate alle imprese su Formazione 4.0, contattare Confartigianato Marca Trevigiana Formazione, telefono 0422 433250, e-mail info@confartigianatoformazione.tv 

INAIL - nuove tariffe

pubblicato 4 apr 2019, 07:32 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 8 apr 2019, 09:03 ]

A quasi 20 anni dall’ultimo aggiornamento è in arrivo la revisione delle tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali; è in vigore dall’inizio di quest’anno e le novità riguardano l’aggiornamento del nomenclatore, il ricalcolo dei tassi medi e il meccanismo di oscillazione del tasso per andamento infortunistico.

------------------------------

Con le istruzioni si dà attuazione al nuovo sistema tariffario approvato con i decreti interministeriali 27 febbraio 2019 in relazione ai premi delle gestioni Industria, Artigianato, Terziario e Altre Attività, ai premi speciali unitari artigiani e della gestione navigazione, con decorrenza dal 1° gennaio 2019.
La scadenza degli adempimenti correlati (presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni, pagamento del premio ed invio della comunicazione di riduzione delle retribuzioni presunte), come noto, è stata spostata per il solo anno in corso al 16 maggio p.v. ai sensi del comma 1125, art. 1, della L. 145.
Rimandando alle istruzioni dell’Istituto per gli aspetti operativi, ci si limita a far rilevare la conferma dell’abolizione per il triennio 2018/2020 dell’addizionale a carico delle imprese per il finanziamento del Fondo vittime dell’amianto (lett. C, punto 3 della nota 5453) e il mantenimento del meccanismo di riduzione del premio per le imprese artigiane in regola con gli obblighi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ai sensi dell’art. 1, commi 780/781, L. 296/2006 (lett. D, punto 7).

SCUOLA E IMPRESE SI INCONTRANO - EVENTO 28 MARZO TURAZZA TREVISO

pubblicato 21 mar 2019, 02:41 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 21 mar 2019, 03:16 ]

Giovedì 28 marzo p.v. alle ore 18.30 presso la sede ENGIM Veneto SFP Turazza, via Francesco Da Milano 7 - Treviso, Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, Confartigianato Imprese Treviso e ENGIM Veneto SFP Turazza organizzano un incontro riservato alle imprese, alle famiglie e agli studenti per presentare le nuove opportunità di inserimento lavorativo attraverso l'Apprendistato Duale, l'Apprendistato Professionalizzante part-time o i tIrocini scolastici.

Innovative soluzioni contrattuali che consentono agli imprenditori di investire nella preparazione di giovani da introdurre nella loro azienda con un costo del lavoro competitivo, favorito anche da specifici sgravi, incentivi di legge e rimborsi di EBAV, l'ente bilaterale dell'artigianato del Veneto. 

Strumenti che permettono agli  studenti così inseriti nei luoghi di lavoro di acquisire il titolo di studio, alternando ore di lezione in aula e ore di lavoro presso l'impresa, anche in periodi e orari diversi da quelli curricolari. Un'opportunità finalizzata a ridurre le distanze tra scuola e impresa e ad alimentare nelle giovani generazioni del nostro territorio la propensione all'autoimprenditoria.

Si chiede di confermare la partecipazione inviando una mail all'indirizzo: valentina.vanzetto@confartigianatotreviso.it.





LAVORATORE EXTRA-UE: DEFINITO IL COSTO DI RIMPATRIO

pubblicato 18 mar 2019, 08:07 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 18 mar 2019, 08:15 ]

E’ stato pubblicato in G.U. il decreto n.151 del 22/12/2018 con il quale i Ministeri dell’interno, della Giustizia, dell’Economia e del Lavoro, fissano per il 2018 in 1.398 euro, il costo medio per il rimpatrio di ogni lavoratore straniero assunto illegalmente.

Questa sanzione accessoria trova applicazione (art. 22 del T.U. immigrazione) nel caso in cui il datore di lavoro venga punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa di 5000 euro per ogni lavoratore, quando occupa alle proprie dipendenze cittadini stranieri privi del permesso di soggiorno ovvero il cui permesso sia scaduto e del quale non sia stato chiesto, nei termini di legge, il rinnovo, o quando è stato revocato o annullato.


SCUOLA E LAVORO SI INCONTRANO - EVENTO 25 MARZO CFP OPERE MONTEGRAPPA

pubblicato 7 mar 2019, 03:50 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 21 mar 2019, 02:44 ]

Lunedì 25 marzo p.v. alle ore 20.00 presso la sede del CFP Fondazione Opere Montegrappa, Piazza San Pietro 9 - Fonte Alto, Confartigianato Imprese AsoloMontebelluna, Castelfranco Veneto, Marca Trevigiana e CFP Fondazione Opere Montegrappa organizzano un incontro riservato alle imprese, alle famiglie e agli studenti per presentare le nuove opportunità di inserimento lavorativo attraverso l'Apprendistato Duale. 

Un innovativo contratto di lavoro che consente agli imprenditori di investire nella preparazione di giovani da introdurre nella loro azienda con un costo del lavoro competitivo, favorito anche da specifici sgravi, incentivi di legge e rimborsi di EBAV, l'ente bilaterale dell'artigianato del Veneto.  

Uno strumento contrattuale che permette agli studenti così assunti di acquisire il titolo di studio, alternando ore di lezione in aula e ore di lavoro presso l'impresa, anche in periodi e orari diversi da quelli curricolari. Si tratta di un'opportunità finalizzata a ridurre le distanze tra scuola e impresa e ad alimentare nelle giovani generazioni del nostro territorio la propensione all'autoimprenditoria.

E' gradita la conferma della partecipazione entro venerdì 22 marzo inviando una mail all'indirizzo: info@am.confart.tv

BANDO CAMERALE PER L'ALTERNANZA SCUOLA LAVORO - 3° EDIZIONE

pubblicato 27 feb 2019, 07:56 da Stefano Garibbo   [ aggiornato in data 27 feb 2019, 08:27 ]

La Camera di Commercio di Treviso-Belluno ha deliberato l’erogazione di contributi ad imprese che si rendono disponibili a realizzare con le scuole (CFP, Ist. Tecnici, Licei) percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, purché siano soddisfatte alcune condizioni, di durata, di co-progettazione e di co-valutazione, che vengono considerate necessarie al fine di valorizzare in pieno l’esperienza di apprendimento dello studente in azienda.
 
SOGGETTI BENEFICIARI
 
E’ rivolto a tutte le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori, che al momento della presentazione della domanda e fino alla liquidazione del contributo rispondano a tutti i requisiti espressi nel Bando e che abbiano avviato un percorso di alternanza scuola-lavoro dal 01.01.2019 al 26.07.2019 comprovato da correlato progetto formativo.
L’esperienza svolta in azienda deve avere una durata, comprovata dal registro presenze, tassativamente non inferiore:
  • 80 ore per gli studenti di istituti tecnici, professionali e IeFP;
  • 40 ore per studenti liceali.
 
ENTITA’ CONTRIBUTO
 
  • € 800,00 per la realizzazione di 1 percorso di alternanza scuola-lavoro individuale
  • € 1.200,00 per la realizzazione di almeno 3 percorsi di alternanza scuola-lavoro individuali, anche frutto di convenzioni con più scuole.
Nel caso percorsi realizzati in micro imprese (quelle da zero a 9 dipendenti equivalenti full time ) maggiorazione di € 200,00 per un totale di € 1.000. Nel caso di inclusione nei percorsi di studenti con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92 maggiorazione di ulteriori € 200,00. Una ulteriore premialità è prevista nel caso l’azienda sia in possesso di rating di legalità.
 
PRESENTAZIONE DOMANDA
 
Il Bando è a “fase unica”, ovvero le imprese dovranno presentare un’unica domanda di contributo-liquidazione a percorsi formativi aziendali conclusi, producendo la documentazione prevista dal Bando. La domanda di contributo deve essere trasmessa esclusivamente in modalità telematica con firma digitale collegandosi a webtelemaco, dalle ore 8:00 di lunedì 08.04.2019 alle ore 21:00 di mercoledì 31.07.2019 (salvo esaurimento fondi). Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta di voucher. Le domande sono accettate in ordine cronologico di arrivo determinato dalla data e ora di ricevimento della richiesta.





                                     


1-10 of 78