InfoServizi‎ > ‎Contratti e Lavoro‎ > ‎

- Apprendistato professionalizzante

APPRENDISTATO 
Per i consulenti del lavoro e i datori di lavoro artigiani e non artigiani, è offerto il servizio per essere aiutati nella stesura del piano formativo coerente al ccnl in uso, infatti il D.lgs 81/2015 lo ha confermato, in forma sintetica, come elemento documentale all'atto dell'assunzione. Il PFI rimane quindi come elemento sostanziale per dimostrare l'avvenuta formazione in ditta. 

L'aiuto al datore di lavoro (anche per ccnl  non artigiani) è quindi teso a certificare la formazione in ditta (80 ore medie annue) per evitare sanzioni e confermare la genuinità di questa vantaggiosa assunzione,  specie per ditte fino a 9 addetti.

Per usufruire di tale servizio è necessario telefonare a Confartigiananato Formazione al 0422/433.250 (rif. Dott.ssa Bordin).

Per la stesura documentale del piano formativo individuale non serve fermare il lavoro in azienda / non serve convocare il datore di lavoro e  il giovane, è invece sufficiente che il CDL/professionista contatti la nostra società di Formazione che gli fornirà tutta la documentazione necessaria per avviare correttamente il contratto di apprendistato e per conoscere come certificare mese per mese la formazione sul luogo di lavoro.

EBAV rimborsa (alle ditte regolarmente versanti all'ente bilaterale dell'artigianato veneto) con € 250 chi certifica la formazione di mestiere fatta lavorando in azienda;

La stesura del piano formativo individuale (PFI) e la certificazione della formazione di mestiere aiutano la ditta a dimostrare in ogni momento la regolarità in caso di accesso ispettivo o di contenzioso con il lavoratore (es. in caso di licenziamento per crisi o recesso a fine periodo di apprendistato)  nonchè in caso di verifica dell'Inps sulla genuinità del contratto stesso, si veda la circolare del  Ministero del Lavoro N.5 del 21 Gennaio 2013 che, anche dopo il DL 34/2014 unitamente all'art.47 D.lgs.81/2015 (sanzioni), è vigente.


Ċ
Stefano Garibbo,
05 lug 2016, 05:48