InfoServizi‎ > ‎Ambiente‎ > ‎Sistri‎ > ‎

MAI PIU' SISTRI PER LE AZIENDE PRODUTTRICI DI RIFIUTI PERICOLOSI FINO A 10 DIPENDENTI

pubblicato 7 mag 2014, 05:30 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 23 lug 2014, 01:16 ]
Nella Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 2014, è stato pubblicato il Decreto Ministeriale sul SISTRI, il cui testo opera per quanto riguarda i produttori di pericolosi, una riduzione della platea dei soggetti obbligati ad utilizzare il Sistema di tracciabilità alle sole imprese con oltre 10 dipendenti.
Il provvedimento, in vigore dal 1° maggio, affronta poi le seguenti tematiche di specifico interesse per il Sistema associativo:
Semplificazioni ed ottimizzazioni del Sistema (articolo 3)
Viene specificato come ai fini dell’ottenimento delle semplificazioni ed ottimizzazioni del Sistema si procederà tramite decretazione successiva, sulla base delle risultanze del confronto con le Associazioni di categoria rappresentate all’interno del Tavolo di monitoraggio e concertazione nonchè dei vari sotto-tavoli tecnici.
Viene inoltre stabilito come entro 45 giorni dall’entrata in vigore del D.M. la società Selex SE.MA. spa debba tassativamente inviare al Ministero dell’Ambiente lo schema tecnico di riferimento (“linee guida”) che permetterà il “dialogo” dei sofware gestionali aziendali con il SISTRI (cd “interoperabilità”). Tale schema sarà oggetto di vaglio prima da parte dell’Agenzia per l’Italia Digitale – AGID e poi delle Associazioni di categoria, in seno al tavolo di monitoraggio e concertazione SISTRI.
Oneri contributivi per l’anno 2014 (articolo 4)
Il termine per pagare il contributo 2014, per chi vi è obbligato, viene fissato dal decreto al 30 giugno 2014. Restano, ad ogni modo, sospese le sanzioni inerenti al SISTRI nella sua complessità, comprese ovviamente quelle per mancato pagamento del contributo 2014, sino al 31 dicembre prossimo.
Comunicazioni inerenti al SISTRI (articolo 6)
L’articolo 6 stabilisce come tutte le comunicazioni inerenti all’operatività (utilizzo) del Sistema debbano avvenire esclusivamente per via telematica. A decorrere dal quindicesimo giorno dalla pubblicazione del D.M., inoltre, le operazioni di iscrizione, modifica anagrafica aziendale, pagamento, risoluzione problemi debbano avvenire con gli applicativi presenti sul sito web www.sistri.it .Nessuna modifica è stata introdotta dal D.M. per le imprese di trasporto, di gestione dello smaltimento e di recupero di rifiuti pericolosi come noto tenute ad utilizzare il SISTRI a prescindere dalla propria dimensione.