InfoServizi‎ > ‎Ambiente‎ > ‎Rifiuti‎ > ‎

NUOVO DECRETO SUI SOTTOPRODOTTI

pubblicato 21 mar 2017, 10:22 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 21 mar 2017, 10:22 ]
È entrato in vigore lo scorso 2 marzo il Decreto ministeriale 13 ottobre 2016, n. 264, recante “…criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza
dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti”. Il Dm semplifica la gestione di materiali originati dalla produzione di beni, distogliendoli dalla gestione come rifiuti e li valorizza sia da un punto di vista economico sia da quello ambientale. La nuova disciplina se da un lato riprende i vecchi
disposti normativi con i criteri che i materiali di scarto devono soddisfare per essere considerati sottoprodotti e non rifiuti, dall’altro individua una serie di procedure
attraverso le quali si può fornire evidenza della loro osservanza. Il decreto, tuttavia, manca d’immediata operatività pratica e mantiene una pluralità di dubbi interpretativi e procedurali che si auspica il Ministero possa chiarire al più presto.