InfoServizi‎ > ‎Ambiente‎ > ‎

Emissioni in atmosfera

NUOVO CALENDARIO DELLE DOMANDE DI RINNOVO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA 

Il nuovo calendario, così modificato dal decreto legislativo 29/06/2010 n 128, prevede che le domande di rinnovo debbano essere presentate:

    - entro il 31 dicembre 2011 (anziché 31 dicembre 2010) per gli stabilimenti anteriori al 1988
    - tra il 1°gennaio 2012 e il 31 dicembre 2013 (anziché 1° gennaio 2011 – 31 dicembre 2014) per impianti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati prima del 1° gennaio 2000
    - tra il 1°gennaio 2014 e il 31 dicembre 2015 (anziché 1° gennaio 2015 – 31 dicembre 2018) per impianti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati dopo il 31 dicembre 1999.
    - Viene introdotta anche la definizione di “stabilimento anteriore al 1988”, da intendersi come “uno stabilimento che alla data del 1° luglio 1988 era in esercizio e costruito in tutte le sue parti o autorizzato ai sensi della normativa previgente, e che è stato autorizzato ai sensi degli articoli 12 e 13 del DPR 203/88”:

Post senza titolo

pubblicato 10 gen 2018, 03:28 da Maurizio Ballan

Lo scorso 16 dicembre  è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 2017, n. 183. che reca: Attuazione della direttiva (UE) 2015/2193 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa alla limitazione delle emissioni nell’atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi, nonché per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni nell’atmosfera, ai sensi dell’articolo 17 della legge 12 agosto 2016, n. 170. (17G00197) .
Si tratta di un nuovo decreto che modifica la parte del 152/06 relativa alle emissioni in atmosfera introducendo novità importanti per le aziende 

Emissioni in atmosfera da linee trattamento fanghi

pubblicato 19 feb 2014, 05:57 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 10 giu 2014, 10:00 ]

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 15 gennaio 2014 è stata modificata la parte I dell'Allegato IV, alla parte V del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, inserendo così tra gli impianti e le attività con emissioni scarsamente rilevanti agli effetti dell'inquinamento atmosferico, di cui all'art. 272, comma 1, D.Lgs. n. 152/2006 le Linee di trattamento dei fanghi che operano nell'ambito di impianti di trattamento delle acque reflue con potenzialità inferiore a 10.000 abitanti equivalenti per trattamenti di tipo biologico e inferiore a 10 m³/h di acque trattate per trattamenti di tipo chimico/fisico.

1-2 of 2