InfoServizi‎ > ‎Ambiente‎ > ‎

Conai


Incentivi per la regolarizzazione delle piccole imprese

pubblicato 23 mag 2016, 08:33 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 23 mag 2016, 08:33 ]

Incentivate le piccole imprese importatrici di merci imballate e/o operanti la selezione/riparazione di pallet in legno che si regolarizzano agli obblighi Conai. 
Le imprese ammesse alla regolarizzazione agevolata potranno definire la posizione versando al CONAI il contributo ambientale dovuto dal 1° gennaio 2013 senza interessi di mora, anche mediante rateizzazione fino a 5 anni e senza interessi di dilazione. La scadenza per la richiesta di regolarizzazione andrà avanzata a Conai entro e non oltre il 31 dicembre 2016 mentre le relative dichiarazioni del contributo ambientale dovranno essere inviate nei 30 giorni successivi alla richiesta stessa.

Bando conai: 200.000 € per premiare la sostenibilità ambientale degli imballaggi

pubblicato 18 mag 2015, 08:44 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 18 mag 2015, 08:44 ]

CONAI ha indetto, un Bando per la Prevenzione e la valorizzazione della sostenibilità ambientale degli imballaggi al fine di raccogliere e valorizzare le esperienze delle aziende che hanno ripensato i propri imballaggi rendendoli più ambientalmente sostenibili.
L’ importo complessivo destinato è pari a € 200.000,00 ai consorziati che hanno effettuato nel 2013/2014 interventi di prevenzione sui propri imballaggi immessi al consumo in Italia. 
Possono partecipare al Bando tutte le aziende produttrici od utilizzatrici di imballaggi,
I casi presentati dovranno:
a) riguardare la sostituzione dell’imballaggio. Deve pertanto esistere una versione dell’imballaggio
“prima” non più in produzione perché sostituita da una versione “dopo”.
b) il passaggio dalla versione “prima” alla versione “dopo” dell’imballaggio dovrà essere avvenuto
nel biennio 2013/2014;
c) riguardare almeno uno dei seguenti criteri di prevenzione raccomandati e promossi da CONAI:
Riutilizzo: reimpiegare più volte l’imballaggio, per un uso identico a quello per il quale è stato concepito
Risparmio di materia prima: contenimento del consumo di materie prime impiegate nella realizzazione dell’imballaggio e conseguente riduzione del peso, a parità di prodotto confezionato e di prestazioni.
Utilizzo di materiale riciclato/recuperato: sostituzione di una quota o della totalità di materia prima vergine con materia riciclata/recuperata per contribuire ad una riduzione del prelievo di risorse.
Facilitazione delle attività di riciclo: innovazioni volte a semplificare le fasi di recupero e riciclo del packaging, come la separabilità dei diversi componenti (es. etichette, chiusure ed erogatori, ecc.).
Ottimizzazione della logistica: innovazioni che migliorano le operazioni di immagazzinamento ed esposizione, ottimizzano carichi sui pallet e sui mezzi di trasporto e perfezionano il rapporto tra imballaggio primario, secondario e terziario.
Semplificazione del sistema imballo: si realizza integrando più funzioni in una sola componente dell’imballo, eliminando un elemento e quindi semplificando il sistema.
Ottimizzazione dei processi produttivi: consiste nel mettere a punto processi di produzione dell’imballaggio innovativi in grado di ridurre i consumi energetici per unità prodotta o di ridurre gli scarti di produzione o in generale di ridurre l’impiego di input produttivi.
 
L’impresa consorziata potrà partecipare al Bando tramite la compilazione del form on line
disponibile sul sito www.ecotoolconai.org.
Termini di presentazione delle candidature entro il 31/07/2015.
Maggiori dettagli e il Regolamento completo sono disponibili sui siti: www.conai.org e www.ecotoolconai.org.

Contributo Conai per Recipienti per gas

pubblicato 23 dic 2014, 09:19 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 23 dic 2014, 09:19 ]

A partire dal 1° luglio 2015
sono esclusi dall'applicazione del contributo ambientale Conai  i recipienti trasportabili, ricaricabili e riutilizzabili, ed i relativi accessori (quali per esempio le valvole e i cappellotti di protezione), destinati al contenimento di gas compressi, liquefatti e disciolti, con specifico riferimento ai gas tecnici, speciali e medicinali, ai gas di petrolio liquefatti (GPL) e al gas naturale;
rientrano nella sfera di applicazione del Contributo ambientale Conai i recipienti non ricaricabili (ad esempio cartucce di gas e altri recipienti monouso/non ricaricabili/a perdere e relativi accessori) da assoggettare, quindi, alle regole generali previste dalla normativa consortile.

Grucce per indumenti, Vasi da fiori, Capsule per sistemi erogatori di bevande, pizzi per torte: procedura semplificata di applicazione del contributo ambientale Conai

pubblicato 23 dic 2014, 09:10 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 23 dic 2014, 09:10 ]

Per le imprese utilizzatrici che, nell'ambito del processo produttivo e/o commerciale gestiscono vasi da fiori, le grucce per indumenti, le capsule per sistemi erogatori di bevande, i pizzi per torte, etc. che rientrano sia nella definizione di "imballaggio" sia in quella di "non imballaggio”(a seconda dell'uso che ne vien fatto), potranno richiedere l'applicazione del Contributo ambientale Conai ai fornitori sulla base dei quantitativi gestiti come imballaggi nell'anno precedente, con conguaglio (a credito o a debito) da parte dello stesso utilizzatore direttamente con Conai, a fine anno.

 





Variazione Contributo Ambientale per imballaggi in acciaio e in legno e per la procedura forfetaria di dichiarazione sul peso dei soli imballaggi delle merci importate

pubblicato 23 dic 2014, 08:40 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 23 dic 2014, 08:46 ]

Il Consiglio di Amministrazione CONAI  ha deliberato la diminuzione dei Contributi Ambientali per gli imballaggi in acciaio e legno a partire dal 1° aprile 2015.
Il Contributo per l'acciaio passerà da 26,00 €/ton a 21,00 €/ton mentre il contributo per il legno passerà da 8,00 €/ton a 7,00 €/ton .
Per effetto di tale riduzione e con la medesima decorrenza, il Contributo mediante il calcolo forfetario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione per materiale - Mod. 6.2) passerà da 49,00 €/ton a 48,00 €/ton , mentre resteranno invariate le aliquote da applicare sul valore complessivo (in Euro) delle importazioni di prodotti imballati, alimentari e non alimentari, rispettivamente 0,12% e 0,06%.

Procedura semplificata per fusti in acciaio rigenerati (Circolare CONAI del 19 marzo 2014). Rideterminazione dei valori di contributo ambientale "unitario" e di peso standard.

pubblicato 23 dic 2014, 08:32 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 23 dic 2014, 08:33 ]

A seguito della delibera del CdA del CONAI con la quale è stato diminuito il Contributo ambientale per gli imballaggi in acciaio a partire dal 1° aprile 2015, il contributo ambientale "unitario" per i fusti di acciaio passerà da 0,41 Euro/fusto a 0,33 Euro/fusto, mentre il peso standard passerà da 15,77 kg a 15,71 kg2.

Fusti in acciaio rigenerati. Delibera CdA Conai del 19 marzo 2014.

pubblicato 24 mar 2014, 07:02 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 24 mar 2014, 11:04 ]

Nell’ambito di un più ampio processo di aggiornamento, revisione e semplificazione delle procedure consortili, Conai ha previsto una nuova procedura semplificata di applicazione e dichiarazione del contributo ambientale da riservare ai rigeneratori di fusti in acciaio1, alternativa a quella ordinaria2 prevista dalla normativa vigente.
Detta procedura semplificata ha carattere novativo, pertanto tutti i precedenti accordi aventi ad oggetto la medesima tipologia di imballaggi rigenerati non avranno più effetti e si intendono integralmente da questa sostituiti a far data dal 1° aprile 2014.

Per quanto non espressamente indicato nella presente e nel documento ad essa allegato, si applicano le regole generali previste dalla vigente normativa consortile (Statuto, Regolamento, Guida Conai pubblicata annualmente, ecc.).




CONAI. ATTENZIONE ALLA VENDITA DI PRODOTTI.

pubblicato 10 feb 2014, 08:18 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 10 feb 2014, 08:18 ]

I produttori e gli utilizzatori di imballaggi (ad esempio per la vendita delle merci), devono aderire al Consorzio Nazionale Imballaggi
(CONAI), secondo le disposizioni del decreto 152/06 in materia ambientale (art. 221).
I produttori d’imballaggi sono: i fornitori di materiali di imballaggio, i fabbricanti i trasformatori e gli importatori di imballaggi vuoti e di materiali
di imballaggio.
Gli utilizzatori d’imballaggi sono, secondo normativa, i commercianti, i distributori, gli addetti al riempimento, gli utenti di imballaggio e gli importatori
di imballaggi pieni.
Attenzione!! Nella categoria commercianti e distributori rientra anche chi con la merce imballata acquistata svolge un’attività commerciale rispetto alla propria attività
principale (es: parrucchiera che rivende i prodotti, meccanico che rivende ricambi).

Oltre all’obbligo di iscrizione al CONAI, per produttori ed utilizzatori si segnalano anche i seguenti aspetti.
I produttori e gli importatori dall’estero di merci imballate (operazione, quest’ultima, che comporta immissione di nuovi imballaggi nel mercato
nazionale), hanno l’obbligo di comunicare al Consorzio i dati sulle quantità di imballaggi trattate. Questi dati serviranno per stabilire l’entità
del contributo che andrà versato per ciascun materiale d’imballo prodotto o importato. Le dichiarazioni possono essere inoltrate con periodicità
diversa, in funzione dell’entità del contributo (annuale, trimestrale, mensile). Gli utilizzatori che esportano merci imballate all’estero, hanno la possibilità di richiedere rimborsi
o esenzioni dei contributi CONAI pagati ai fornitori, per gli imballi utilizzati nelle esportazioni.In questo caso, la richiesta deve essere inoltrata
al CONAI entro il 31 marzo di ogni anno.Venire meno agli obblighi di iscrizione indicati può comportare pesanti sanzioni.

1-8 of 8