InfoServizi‎ > ‎Ambiente‎ > ‎Albo gestori ambientali‎ > ‎

IL NUOVO REGOLAMENTO DELL'ALBO GESTORI

pubblicato 12 set 2014, 03:14 da Maurizio Ballan   [ aggiornato in data 12 set 2014, 03:15 ]
In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il nuovo Regolamento generale dell’Albo gestori ambientali che contiene importanti novità di semplificazione per le Nostre imprese.
Il DM è entrato in vigore il 7 settembre abrogando interamente la vecchia disciplina contenuta nel DM 406/1998.
Le principali novità introdotte dal decreto n. 120/2014 riguardano:
la riorganizzazione delle categorie di iscrizione con l'inserimento delle seguenti categorie:
- categoria 2-bis per i produttori iniziali che trasportano i propri rifiuti non pericolosi e pericolosi fino a 30 Kg/litri al giorno, ai sensi dell'art. 212, comma 8 del d.lgs. 152/2006;

- categoria 3-bis per i distributori ed i trasportatori di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche gestiti con le procedure semplificate previste dal decreto ministeriale n. 65/2010;

- categoria 6 per le imprese che effettuano soltanto trasporto transfrontaliero di rifiuti ai sensi dell'art. 194, comma 3, del d.lgs. 152/2006;

- categoria 7 per gli operatori logistici presso le stazioni ferroviarie, gli interporti, gli impianti di terminalizzazione, gli scali merci ed i porti, ai quali, nell'ambito del trasporto intermodale, sono affidati i rifiuti in attesa della presa in carico da parte dell'impresa ferroviaria o navale, ai sensi dell'art. 212, comma 12, del d.lgs. 152/2006.

- le categorie 4 e 5 possono automaticamente effettuare trasporto dei propri rifiuti conto proprio e di RAEE senza ulteriori procedure di iscrizione; in più le categorie del trasporto non devono iscriversi anche al trasporto transfrontalieri in quanto le aziende che risultano iscritte per il trasporto dei rifiuti possono tranquillamente effettuare trasporti transfrontalieri dei rifiuti.

- alleggerimento delle penalità, in specifici casi, compreso il mantenimento di taluni diritti soggettivi
- Domande e comunicazioni trasmesse in via telematica
- abrogazione dell'obbligo di dimostrare l'idoneità dei mezzi con perizia giurata, sostituendola con una semplice dichiarazione del Responsabile tecnico
-Cambia la definizione del ruolo del responsabile tecnico, con il compito di assicurare la corretta organizzazione della gestione dei rifiuti. Si attribuisce al Comitato Nazionale il compito di definire i requisiti del RT per quanto riguarda:
- il titolo di studio;
- gli anni e la tipologia di esperienza maturata nel settore di attività;
l'idoneità derivante dalla verifica di apprendimento a conclusione di un percorso formativo soggetto ad aggiornamento quinquennale. Aggiornamento e verifiche di apprendimento.. E’ dispensato dalle verifiche il rappresentante dell’impresa che sia anche responsabile tecnico e che abbia inoltre esperienza nel settore. I responsabili tecnici già iscritti saranno sottoposti ad aggiornamento secondo termini e modalità stabiliti dal Comitato.
- recepimento automatico da parte della Sezione regionale dell’albo, delle variazioni comunicate al Registro delle imprese, senza necessità di una doppia comunicazione
- E’ prevista per la domanda di rinnovo o variazione, l’autocertificazione che attesti la permanenza dei requisiti richiesti senza presentazione di tutta la documentazione.
Conseguentemente, sono state approvate 4 delibere contenenti i nuovi moduli da utilizzare per le iscrizioni, variazioni, ecc.     
I requisiti professionalizzanti ed abilitanti del responsabile tecnico verranno stabiliti dal Comitato nazionale nelle prossime settimane.
In continuità con il nuovo regolamento il Comitato nazionale ha organizzato appositi gruppi di lavoro, incaricati di produrre la modulistica conforme alla nuova disciplina generale.
Di seguito le prime 4 delibere, recanti rispettivamente:
delib. n.2 del 3/9/2014:      
Modulistica per l’iscrizione all’Albo con procedura ordinaria nelle categorie 1,4,5,8,9 e 10 di cui all’art. 8 DM 120/2014

delib. n.3 del 3/9/2014:      
Modulistica per l’iscrizione ed il rinnovo dell’iscrizione all’Albo con procedura semplificata di cui all’art. 16 DM 120/2014

delib. n.4 del 3/9/2014:      
Autocertificazione per il rinnovo dell’l’iscrizione all’Albo con procedura ordinaria nelle categorie 1,4,5,8,9 e 10 di cui all’art. 8 DM 120/2014

delib. n.5 del 3/9/2014:      
Dichiarazione sostitutiva di atto notorio e relativa Accettazione per Variazioni dell’iscrizione all’albo della dotazione dei veicoli di cui all’art. 18 DM 120/2014.

Ricordiamo, da ultimo, che l’art. 14 del DM ribadisce l’obbligo di effettuare le comunicazioni verso l’Albo in modalità esclusivamente telematica.


Ċ
Maurizio Ballan,
12 set 2014, 03:14
Ċ
Maurizio Ballan,
12 set 2014, 03:14
Ċ
Maurizio Ballan,
12 set 2014, 03:14
Ċ
Maurizio Ballan,
12 set 2014, 03:14
Ċ
Maurizio Ballan,
12 set 2014, 03:14