InfoServizi‎ > ‎Ambiente‎ > ‎Albo gestori ambientali‎ > ‎

Novità per le categorie 1,4,5

pubblicato 10 gen 2018, 03:17 da Maurizio Ballan
Con deliberazione del Comitato nazionale Albo Gestori del 12 settembre 2017 il Comitato ritorna sul set di requisiti necessari all’iscrizione alla cat. 1. Il nuovo provvedimento si è reso indispensabile in quanto i requisiti richiesti alle imprese in termini di numero di personale minimo erano stati individuati dalla precedente delibera del 5 novembre 2016 in misura
fissa e a livello molto superiore rispetto alle compatibilità degli operatori ed alle effettive necessità, anche in un’ottica di stimolo alla qualificazione del servizio da rendere. Ciò avrebbe determinato l’impossibilità ad operare per un numero elevato di piccole imprese che in molte realtà territoriali costituiscono quelle che prestano il servizio.
Per questo motivo Confartigianato si è adoperata per modificare la vecchia delibera, ritornando al collaudato meccanismo che prevede l’utilizzo di una formula matematica con la quale calcolare in misura variabile la dotazione minima di personale.
Il risultato si ritrova nel nuovo testo che ripristina il sistema precedente il 5 novembre 2016. In esso riscontriamo anche altre modifiche che favoriscono le PMI: la riconsiderazione della dotazione minima di veicoli per le classi f delle cat. 4 e 5; la creazione di altre sottocategorie della cat. 1 quali la raccolta e trasporto di rifiuti urbani giacenti sulle strade urbane ed 
extraurbane e la raccolta e trasporto dei rifiuti da aree cimiteriali.

Comments