2° APPUNTAMENTO DEL PERCORSO "IO SONO BELLA - SPORTIVE DI MARCA"

pubblicato 5 giu 2019, 07:41 da Edi Barbazza
Dopo le donne manager, andate in scena lo scorso 27 maggio, tocca alle atlete professioniste prestarsi al ruolo di testimonial per il prossimo appuntamento di “Io sono bella”, il progetto formativo promosso dalle comunità acconciatori ed estetiste di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana. 

Lunedì 10 giugno, alle ore 10.00 al BHR Treviso Hotel, saranno sei sportive trevigiane, provenienti da diverse discipline, le modelle d’eccezione che si affideranno alle cure di Ivone Santi, acconciatore castellano con oltre 35 anni di esperienza, e Carlotta Meo, regional make-up artist de La Truccheria, la academy italiana di Make Up Forever. 

Sulla pedana allestita per la dimostrazione tecnica di acconciatura e trucco si avvicenderanno, in particolare, Barbara Pozzobon, atleta delle Fiamme Oro, campionessa mondiale di nuoto di fondo, Luna Mendy, pluricampionessa italiana e argento europeo di kick-boxing, Soraya Paladin, ciclista del team femminile UCI Alè Cipollini, Micol Cavina, protagonista in questi giorni della conquista del primo storico scudetto di Iniziative Villorba Rugby, Silvia Marangoni, atleta della Polizia Penitenziaria, 11 volte campionessa mondiale di pattinaggio artistico, e la pallavolista Valentina Fiorin.

«Quello delle sportive è il settore certamente più difficile per i professionisti delle nostre categorie – spiegano gli ideatori di “Io sono bella”, Giannantonio Papa, presidente della categoria degli acconciatori, e Nicla Marcolongo, Presidente del settore estetica sempre di Confartigianato - Il numero di donne che pratica sport è cresciuto molto, perciò sempre più spesso ci troviamo di fronte a problemi di gestione della bellezza legati all’acconciatura, che non deve essere eccessivamente elaborata, al capello sfruttato, alla pelle sciupata: i nostri stilisti mostreranno come costruire acconciature e trucchi che evidenzino la bellezza senza togliere praticità e, soprattutto in questo caso, la necessità del frequente lavaggio».

«Ringraziamo le atlete che si sono messe in gioco per questo progetto – aggiungono – perché ci permettono di misurarci con esigenze reali, che appartengono alla vita quotidiana di tante donne: sono queste le figure con cui abbiamo bisogno di confrontarci per imparare e per crescere. Con gli stages “Io sono bella” vogliamo affinare la nostra capacità di essere vicini al mondo femminile e, pur prendendone sempre ispirazione, più lontani dal mondo patinato della moda e dello spettacolo. Un atto che rispetta le ultime evoluzioni di un mercato della bellezza che tende ad infrangere gli stereotipi, a mettere in luce le imperfezioni e a rispettare i tempi di vita delle donne».

L’iniziativa è finanziata dall’Ente Bilaterale dell’Artigianato Veneto, EBAV.

Comments