GERMANIA: DAL 01/07/2017 UTILIZZABILE SOLTANTO LA PROCEDURA ON-LINE PER LE COMUNICAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE SUL SALARIO MINIMO.

pubblicato 29 mag 2017, 07:14 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato in data 29 mag 2017, 07:15 ]
Riprendiamo quanto riportato nella ns. precedente comunicazione del 9 gennaio 2017 per ricordare che il Governo tedesco ha apportato modifiche alle procedure relative agli obblighi di comunicazione delle imprese che impiegano autisti in trasporti su strada sul territorio della Germania, sia che si tratti di trasporto merci, sia che si tratti di trasporto viaggiatori. 
 
 Queste le nuove modalità per notificare alla Bundesfinanzdirektion di Colonia (ufficio della dogana) i dati identificativi dell’impresa, del lavoratore e dei trasporti:
  • Dal 01/01/2017 e fino al 30/06/ 2017 si potranno utilizzare indistintamente due canali, vale a dire l’attuale procedura di invio a mezzo fax del MODULO IN LINGUA TEDESCA al numero 0049 221 96 48 72 e quella di compilazione on-line dei medesimi dati su un apposito sito attivato dalla dogana tedesca previa apposita registrazione;
  • DAL 01/07/2017 IN POI, INVECE, SI DOVRÀ UTILIZZARE SOLTANTO LA PROCEDURA ON-LINE.
È stato quindi attivato il nuovo sito (https://www.meldeportal-mindestlohn.de/) esplicitamente dedicato alle notifiche della dichiarazione on-line relativa ai conducenti in trasporti internazionali e/o di cabotaggio stradale in Germania.
Tale sito non ha una versione in italiano, ma permette di scaricare un documento pdf riportante istruzioni in italiano che forniscono sufficienti indicazioni usando il link qui sotto:
 
Ulteriori info sul sito:
 
 

SI RICORDA CHE NON SONO TENUTI AGLI ADEMPIMENTI DI CUI SOPRA I:
  • Lavoratori in caso di trasporti di solo transito.
  • Titolari di impresa e lavoratori autonomi.
  • Lavoratori la cui retribuzione media mensile superi i 2.958 euro lordi;
  • Lavoratori la cui retribuzione mensile superi i 2.000 euro lordi, qualora il datore di lavoro sia in grado di provare che tale ammontare minimo è stato corrisposto regolarmente negli ultimi 12 mesi;  
  • Lavoratori che siano anche coniugi, conviventi, figli o genitori del datore di lavoro.
È consigliabile in ogni caso avere a bordo una copia della busta paga, oppure copia del contratto di lavoro, oppure copia della visura camerale o altri documenti utili a poter dimostrare di essere in una delle “esenzioni” o “sospensioni” indicate.
Comments