DEDUZIONI FORFETTARIE E DECONTRIBUZIONE TRASFERTE INTERNAZIONALI: RESOCONTO CONVEGNO CARMIGNANO DI BRENTA

pubblicato 06 giu 2016, 06:11 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato in data 06 giu 2016, 06:21 ]
Si riporta un breve resoconto di quanto emerso nel convegno “ACCISE, DEDUZIONI FORFETARIE, SCONTI AUTOSTRADALI: PER QUANTO ANCORA”, svoltosi ieri, domenica 5 giugno 2016,   presso la z.i. di Carmignano di Brenta, del quale Via avevamo mandato avviso agli associati via mail:

Il convegno, che ha visto la partecipazione di una nutrita presenza di imprenditori, è stata scandito, tra gli altri, dagli interventi del Presidente Nazionale di Confartigianato Trasporti e di Unatras Amedeo Genedani, e del Vice Presidente Nazionale di Confartigianato Trasporti Michele Varotto.
Assente il Sottosegretario Simona Vicari, probabilmente in seguito alle ultime prese di posizione di Unatras.
I temi principalmente affrontati sono ruotati intorno al mancato rispetto delle promesse del Governo, contenute nella Legge di Stabilità 2016.
In particolare, il Presidente Genedani ha fatto notare come sia per le deduzioni forfettarie delle spese non documentate, che per la decontribuzione a favore delle imprese che realizzano trasferte internazionali per almeno 100 giorni l’anno, il Ministero dei Trasporti ha fatto intendere di non individuare attualmente i fondi sufficienti alla copertura e di riscontrare dei problemi pratici di attuazione dei disposti normativi, riconducibili all’influenza dell’Unione Europea.
ll Governo ipotizza, infatti, una quantificazione delle deduzioni forfettarie in 51 euro giornalieri, per le trasferte oltre Comune. Cinque euro in meno rispetto a quanto richiesto dalle associazioni degli artigiani.
La politica del lento e costante logoramento a danno delle piccole e medie imprese artigiane sembra, dunque, proseguire.
In considerazione di ciò e visti i recenti comunicati di Unatras, il Presidente Genedani ha chiesto alla platea degli imprenditori presenti di rivelare, con alzata di mano, la propria volontà a mettere in atto le iniziative di protesta finora soltanto declamate: l’unanimità degli stessi si è espressa pienamente a favore.
Il Presidente Genedani ha poi indicato, fra i temi da porre all’attenzione del Governo, anche quello dei “tempi di pagamento” delle fatture.
Il Vice Presidente Varotto ha proposto, vista l’attuale indisponibilità (o impossibilità) del Governo a stanziare quanto promesso per la decontribuzione a favore delle imprese per viaggi all’estero, di impiegare le risorse promesse ripristinando le precedenti agevolazioni a favore del settore, a suo tempo introdotte per colmare il gap competitivo tra le imprese nostrane e quelle straniere e legate alla tassa sulla proprietà dei mezzi, alle accise sul gasolio ecc.
Si è proposto, quindi, di reintrodurre il credito d’imposta sul bollo dei mezzi, di ripristinare le vecchie regole sul rimborso delle accise pagate con il gasolio ed il ripristino totale delle deduzioni forfettarie per spese non documentate. C’è, quindi, molta attesa per la nuova riunione di Unatras in programma per domani a Roma.
Il Presidente Genedani auspica una consistente partecipazione, anche da parte delle altre sigle sindacali rappresentanti i piccoli artigiani.







Comments