APPROVATA LA DELIBERA DELLE RISORSE DESTINATE ALLA RIDUZIONE COMPENSATA DEI PEDAGGI AUTOSTRADALI ANNO 2014.

pubblicato 06 ott 2014, 06:54 da Giancarlo Milanese
In data 2 ottobre u.s. Il Comitato Centrale per l’Albo Nazionale per l’autotrasporto, ha approvato la delibera (VEDI ALLEGATO) sull’utilizzo delle risorse destinate alla riduzione compensata dei pedaggi autostradali (anno 2014). 

Lo stanziamento provvisorio è di euro 58.090.060,00 (pari al 90% delle risorse assegnate ai sensi della legge 40/1999) per gli interventi relativi all’anno 2014 per realizzare riduzioni dei pedaggi autostradali pagati nell’anno 2014 a favore di imprese italiane e comunitarie di autotrasporto e di destinare il restante 10% alla realizzazione di interventi volti a favorire il miglioramento della protezione ambientale e della sicurezza della circolazione (ad esempio lo sviluppo dell’attività di controllo dei mezzi pesanti, con particolare riferimento al Nord-Est del Paese interessato da fenomeni di abusivismo posti in essere da vettori stranieri). 

In sintesi la Direttiva di cui sopra prevede che la riduzione compensata sia applicata ai veicoli Euro 3 e superiori individuati nelle classi B (3,4,5) previste nel sistema di classificazione assisagoma, secondo i seguenti criteri:

A) Determinazione del fatturato totale annuo, moltiplicando il fatturato dei pedaggi pagati da un singolo veicolo per i seguenti coefficienti:

veicoli Euro 3

1,00

veicoli Euro 4

2,00

veicoli Euro 5 e superiori

2,50


B) Applicazione ai seguenti scaglioni di fatturato globale annuo delle percentuali di riduzione compensata secondo il seguente prospetto: 

Fatturato globale annuo in euro

Percentuale di riduzione

da 200.000 a 400.000

4,33%

da 400.001 a 1.200.000

6,50%

da 1.200.001 a 2.500.000

8,67%

da 2.500.001 a 5.000.000

10,83%

Oltre 5.000.000

13%


Per le imprese che hanno realizzato almeno il 10% del fatturato di pedaggi relativamente a passaggi effettuati nelle ore notturne, con ingresso in autostrada dopo le ore 22.00 ed entro le ore 02.00, ovvero uscita prima delle ore 06.00, la riduzione compensata è incrementata del 10%, fermo restando il limite percentuale massimo del 13% sopra fissato per fatturati superiori a 5 milioni di euro.
Mentre, tuttavia, ai fini del rimborso generale sui pedaggi pagati nel 2014, le imprese associate a Consorzi e Cooperative potranno far valere il fatturato globale realizzato da questi raggruppamenti, ai fini del rimborso del “pedaggio notturno”, varrà esclusivamente quanto realizzato da ciascuna impresa, associata o meno che essa sia a Consorzi o Cooperative.

Si ricorda che le percentuali definitive di riduzione saranno, a suo tempo, definite dal Comitato Centrale, sia in relazione all’effettivo ammontare delle risorse a disposizione, sia – ed è l’aspetto più incerto a stimarsi – dalle effettive somme dei pedaggi che le imprese dimostreranno di aver pagato alle diverse Concessionarie autostradali nel corso del 2014 e che saranno riconosciute come ammissibili alle riduzioni compensate 
Ċ
Giancarlo Milanese,
06 ott 2014, 06:54
Comments