Blog gruppo Automotive

RC AUTO – IL PARLAMENTO RICONOSCE LE RAGIONI DEI CARROZZIERI

pubblicato 04 ago 2017, 02:01 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato in data 04 ago 2017, 02:10 ]

I Carrozzieri di Confartigianato esprimono soddisfazione per l’approvazione del Ddl concorrenza che contiene la riforma RC Auto. “Grazie agli emendamenti approvati in prima lettura – sottolinea Pino Pace, Presidente Nazionale dei Carrozzieri di Confartigianato – sono stati eliminati gli articoli che vietavano all’automobilista danneggiato il diritto alla cessione del credito che consente la riparazione in tempi ragionevoli. In questo modo, il danneggiato, cedendo il credito all’autoriparatore di fiducia, ha la possibilità di riparare il veicolo rapidamente e senza anticipare le spese”.

Il Presidente Pace fa rilevare che è stato eliminato anche l’articolo che prevedeva la riparazione in forma specifica. “Per la quarta volta – fa rilevare Pace – è stato bocciato un sistema proposto dalle compagnie di assicurazione che, a fronte di un esiguo sconto sul premio, avrebbe obbligato i cittadini a far riparare l’auto presso una carrozzeria convenzionata con la compagnia di assicurazione, rinunciando così al diritto di scegliere il proprio autoriparatore di fiducia. Ci auguriamo che si metta la parola fine ai tentativi di limitare la libertà di scelta dei consumatori e il libero mercato delle aziende di autoriparazione”.

Ecco quindi i punti cardine che sono stati riconfermati a tutela delle imprese del settore, grazie all'impegno incisivo di ANC Confartigianato:

- salvaguardia della facoltà di cessione del credito, cioè della cessione del diritto al risarcimento del danno, sancita per legge;

- soppressione dello sconto sul premio assicurativo laddove si opti per il risarcimento in forma specifica attraverso il ricorso alle carrozzerie cosiddette “convenzionate”;

- riconoscimento del diritto all’integrale risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato, avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia, a  salvaguardia del principio della libertà di scelta dell’automobilista.

Print FriendlyPrint

NEWS CONFARTIGIANATO AUTORIPARAZIONE : REVISIONI – STUDI DI SETTORE – FORMAZIONE – INCONTRO CON FIAT FCA

pubblicato 03 ago 2017, 06:18 da Giancarlo Milanese

 

 

REVISIONI
Hanno ottenuto positivo riscontro i ripetuti solleciti di ANARA-Confartigianato al MIT, l'ultimo in ordine di tempo al Capo Dipartimento Trasporti, Navigazione, Affari Generali e Personale, che finalmente ha fissato, per oggi 3 agosto, l’incontro richiesto e atteso da tempo dalla categoria.
L’occasione sarà estremamente importante per riaffermare le istanze imprescindibili a tutela dei centri revisione associati e concordare il futuro percorso di confronto con il settore che consenta la positiva soluzione delle problematiche ancora aperte, anche con riferimento alle materie da disciplinare mediante i provvedimenti attuativi del decreto di recepimento della Direttiva europea 2014/45/UE. 
L’intera partita delle revisioni e le proposte delle Organizzazioni territoriali saranno, comunque, oggetto di approfondimento del Consiglio Direttivo di ANARA-Confartigianato già convocato per il 14 settembre p.v. 

STUDI DI SETTORE – INDICATORI SINTETICI DI AFFIDABILITA’ FISCALE/ISA
Si è svolta l’11 luglio 2017, presso SO.SE, la riunione per la valutazione dei nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) per l’autoriparazione alla quale hanno partecipato il Presidente di Confartigianato Autoriparazione e Meccatronici Alessandro Angelone ed il Delegato in materia fiscale di Confartigianato Carrozzieri Giuliano Grendene.
Da parte dei Presidenti sono state manifestate alcune criticità e conseguenti proposte, affinché la costruzione dei nuovi parametri sia effettivamente rispondente alla realtà delle imprese associate.
In particolare il Presidente Angelone ha rilevato che vincolare il numero degli strumenti elettronici di diagnosi a quello degli addetti non costituisce un indicatore corretto, con il rischio di generare risultati distorti ed effetti penalizzanti per le imprese. Inoltre - ha sottolineato il Presidente Angelone - quale parametro significativo, anche per il contrasto alle forme di concorrenza sleale, potrebbe essere utile inserire il consumo di energia elettrica.
Il Presidente Grendene ha rilevato la necessità di tenere conto della tipologia delle carrozzerie che vanno classificate in due gruppi: carrozzerie aderenti a marchi e a compagnie assicurative e carrozzerie indipendenti, con differenziazione dei relativi coefficienti per ottenere risultati equilibrati e corretti. Fra i parametri importanti che occorre prendere in considerazione ai fini della costruzione degli ISA ha evidenziato: realtà territoriali penalizzate dal problema della mortalità delle aziende per mancanza di ricambio generazionale, nonché i dati sulla tipologia del parco circolante e sui sinistri riparati e non. 

TAVOLI TECNICI APPRENDISTATO DUALE - FORMAZIONE
Coordinato da ANPAL presso la sede di Mestre di Veneto Lavoro, si è tenuto martedì 25 luglio il tavolo tecnico regionale sull’apprendistato duale, con i rappresentanti degli autoriparatori di Confartigianato Imprese Veneto, finalizzato alla revisione del profilo professionale di “Operatore per la riparazione dei veicoli a motore”.
La Regione ha reso noto,  inoltre, l’elenco dei CFP coinvolti nella sperimentazione; in provincia di Trevisosono la Fondazione Opera Monte Grappa di Fonte e L’Associazione Lepido Rocco di Motta di Livenza, entrambi per i percorsi di quarto anno di “Tecnico riparatore di veicoli a motore”.
A livello nazionale, come previsto dal Decreto legislativo n. 61/2017, è stata avviata la revisione dei percorsi di formazione e istruzione professionale sia da parte delle Regioni che del Ministero dell'Istruzione.
La categoria, attraverso l’intervento di Silvia Ciuffini, Responsabile confederale del Settore Mercato Lavoro e Formazione Professionale, ha manifestato l’esigenza per la meccatronica di aggiornare ed ampliare contenuti dei percorsi in funzione dell’evoluzione tecnologica nel campo automobilistico e, per quanto riguarda la carrozzeria, di istituire la formazione oggi mancante. In proposito sono stati anche segnalati i progetti avviati sperimentalmente sul territorio per ovviare a tale carenza.

INCONTRO CON I RAPPRESENTANTI DI FIAT FCA
Ha avuto luogo l’11 luglio u.s. a Torino l’incontro con i rappresentanti di FIAT-FCA al quale hanno partecipato Francesco Mea, Delegato Rapporti Case Costruttrici e Claudio Piazza, Delegato Settore Gpl-metano di Confartigianato Meccatronici. L’incontro ha rappresentato una prima, proficua occasione per riallacciare i contatti con FIAT e verificare presupposti ed opportunità per un futuro percorso di collaborazione in grado di rispondere alle esigenze delle imprese associate e di offrire utili servizi complementari, secondo quanto deliberato dal Consiglio Direttivo di Confartigianato Meccatronici del 26 maggio u.s.

CENTRI DI REVISIONE: SUBITO AUMENTO TARIFFE ED ELIMINAZIONE DELLA CAPACITA’ FINANZIARIA

pubblicato 07 lug 2017, 01:10 da Giancarlo Milanese

Dopo l’incontro di aprile con Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, Confartigianato ANARA - Associazione Nazionale Autorizzati Revisioni Autoveicoli - è intervenuta anche nei confronti del Capo Dipartimento Trasporti, Navigazione, Affari Generali e Personale del Ministero Infrastrutture e Trasporti per riproporre le priorità del settore, da tempo rappresentate, e sollecitare la soluzione delle rilevanti problematiche che investono i centri revisione, prime fra tutte l’adeguamento delle tariffe .

ANARA chiede un adeguamento tariffario che recuperi almeno l’inflazione ISTAT degli ultimi 13 anni, atto dovuto e necessario per la sostenibilità economica delle imprese.

Viene richiesta, inoltre, l’eliminazione della dimostrazione del requisito di capacità finanziaria, un vincolo molto oneroso e non necessario, considerato che il pagamento allo Stato dei diritti c/c 9001 avviene in anticipo. 

LEGGI COMUNICATO

EMANATO IL DECRETO DI RECEPIMENTO DIRETTIVA REVISIONI (2014/45/UE)

pubblicato 30 mag 2017, 02:28 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato in data 30 mag 2017, 06:46 ]

Il Ministero Infrastrutture e Trasporti – in data 19 maggio 2017 ha emanato il Decreto di recepimento della Direttiva Revisioni (2014/45/UE). 

Mettiamo a disposizione pertanto il testo del Decreto, riservandoci di fornire tutti i necessari approfondimenti sui contenuti del provvedimento e ulteriori tempestive notizie in materia. 

Con l'occasione ci preme ricordare e mettere in evidenza come l’attività di coordinamento e di confronto sviluppata nel biennio 2013/2014 dal sistema associativo Confartigianato...leggi tutto.

REVISIONI VEICOLI PESANTI: ARRIVA LA SOSPENSIONE DEFINITIVA DELLE PROCEDURE PREVISTE DALLA CONTESTATA CIRCOLARE MIT DEL 27.02.2017

pubblicato 29 mag 2017, 23:44 da Giancarlo Milanese

Dopo le due proroghe consecutive, è finalmente arrivata la definitiva sospensione della contestata circolare del MIT che prevedeva nuove procedure operative ed informatiche per le revisioni dei veicoli sopra le 3,5 ton ed autobus 

Con nuova circolare a firma del Direttore Arch. Maurizio Vitelli, infatti, la DG per la Motorizzazione del Ministero dei Trasporti comunica che, dopo gli incontri tenutisi con le Associazioni di categoria e le problematiche sottoposte al Ministero, si ritiene opportuno la sospensione della circolare, ad eccezione del punto relativo alla durata minima per le operazioni di revisioni (punto 2 - Nastro operativo).

Nel corso dell'ultimo incontro con i rappresentanti del Governo, Confartigianato ha chiesto che si proceda all'affidamento totale delle revisioni ai soggetti privati, con un rigido sistema di controllo sul loro operato da parte delle motorizzazioni. 

EVENTI CONFARTIGIANATO AD AUTOPROMOTEC 2017 - Bologna Fiere, 24 – 28 maggio 2017

pubblicato 16 mag 2017, 01:09 da Giancarlo Milanese

Confartigianato Autoriparazione parteciperà ad Autopromotec 2017 – 27° Biennale Internazionale delle Attrezzature e dell’Aftermarket Automobilistico - che si svolgerà presso la Fiera di Bologna dal 24 al 28 maggio p.v..

L’evento rappresenta una prestigiosa vetrina per promuovere le innovazioni nel campo dell’automotive e costituirà un appuntamento di estrema rilevanza per la categoria sia sul piano dell’aggiornamento professionale che della visibilità. LEGGI TUTTO

LA GESTIONE IDEALE DEL SERVIZIO AUTO SOSTITUTIVA

pubblicato 19 apr 2017, 00:33 da Edi Barbazza   [ aggiornato in data 19 apr 2017, 01:23 ]

Sempre più autofficine e carrozzerie mettono a disposizione della clientela l'auto sostitutiva.Si tratta di un servizio apprezzato dagli automobilisti e richiesto nel momento in cui, a causa di  un sinistro stradale o di guasto meccanico, la riparazione del proprio mezzo necessiti di un tempo in cui si corre  il rischio di rimanere “a piedi”.
Se da un lato l’auto di cortesia qualifica l’autofficina e facilita la fidelizzazione del cliente, dall’altro può comportare dei problemi in termini di responsabilità civile e penale qualora non vengano gestiti in maniera professionale gli aspetti amministrativi, fiscali e assicurativi.
Gli operatori del settore devono inoltre considerare con particolare attenzione le implicazioni correlate al recupero del c.d. “fermo tecnico” in relazione alle pratiche di risarcimento danno RC auto. È bene quindi valutare attentamente le modalità con le quali proporre questo servizio, riducendone al minimo i rischi e i costi, mantenendone la redditività.
ll tema sarà trattato nel corso del convegno che si svolgerà giovedì 27 aprile, a partire dalle ore 20.30 presso la sede di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana con gli apporti di qualificati esperti.


ULTERIORI AGGIORNAMENTI SU PROCEDURE OPERATIVE E INFORMATICHE PER LE REVISIONI DEI VEICOLI >3,5 T. E AUTOBUS

pubblicato 11 apr 2017, 08:36 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato in data 11 apr 2017, 08:55 ]

In data 6 aprile u.s. Confartigianato ANARA - Associazione Nazionale Autorizzati Revisione Autoveicoli - ha partecipato all’incontro convocato, congiuntamente, dalla Direzione Generale della Motorizzazione e il Comitato Centrale per l’Albo Nazionale degli Autotrasportatori sulle tematiche connesse alla circolare del Ministero Infrastrutture e Trasporti del 27 febbraio 2017 riguardante le procedure operative e informatiche per le revisioni dei veicoli > 3,5 t e autobus.
 
La riunione è stata presieduta dal Direttore Generale della Motorizzazione Arch. Maurizio Vitelli che ha spiegato la logica delle disposizioni contenute nella circolare ed ha anticipato le
ipotesi di modifica già stabilite dalla Direzione. 
 
Questi in sintesi i punti chiariti dal Direttore Generale:
  1. la Direzione Generale Motorizzazione ha inteso rimarcare competenze e responsabilità dei soggetti coinvolti ai fini della revisione dei veicoli pesanti, per garantire effettivamente la sicurezza stradale;
  2. la stessa Motorizzazione, quindi, esige che il mezzo pesante sottoposto a revisione abbia effettuato corretta e regolare manutenzione; non essendo direttamente competente (in quanto l’ispettore della Motorizzazione, in sede di revisione, è chiamato solo ad effettuare controlli visivi),devolve alle imprese di autoriparazione, iscritte ai sensi della Legge 122/92, la responsabilità die seguire e certificare, in base all’abilitazione posseduta, i controlli tecnici effettuati per la manutenzione del veicolo pesante;
  3. è stata confermata la possibilità di emettere una dichiarazione collettiva, attestante tutti i controlli effettuati da parte delle singole officine competenti, per accertare l’idoneità del veicolo pesante da sottoporre a revisione;
  4. i controlli indicati nella colonna D dell’allegato 2, esplicitati nell’allegato 3, della circolare n. 4791 del 27-2-2017, poiché sono risultati fuorvianti, saranno eliminati e sostituiti con quelli che rientrano nella manutenzione ordinaria e programmata (sterzo, circuito elettrico, assi, ruote e sospensioni) che verranno, comunque, precisati nella circolare correttiva che sarà emessa a breve dalla Motorizzazione;
  5. il proprietario del veicolo pesante ha la responsabilità di affidarsi all’autofficina in grado di eseguire i controlli tecnici conformemente ai parametri richiesti dalla Motorizzazione e di dimostrare che ha effettuato la manutenzione.
Da parte delle Organizzazioni di categoria è stato richiesto alla Motorizzazionedi precisare, nella nuova circolare, i requisiti delle officine idonee ad operare sui mezzi pesanti ed espletare il servizio richiesto.
 
Per quanto concerne le delicate implicazioni e problematiche legate alla certificazione sia sul piano delle responsabilità delle autofficine che del possibile aumento dei costi a carico delle aziende di autotrasporto, Vincenzo Ciliberti, Delegato per i rapporti istituzionali di Confartigianato ANARA, ha proposto l’istituzione di un libretto metrologico quale soluzione più idonea per tracciare efficacemente la storia del veicolo pesante, consentendo di registrare e attestare tutti i controlli di manutenzione effettuati.
Tale soluzione, condivisa dai partecipanti alla riunione, potrebbe ovviare anche alla difficoltà di documentare i controlli effettuati al di fuori dell’officina abitualmente utilizzata per la manutenzione nonché eventuali controlli eseguiti all’estero. Inoltre, non si presterebbe al rischio di speculazioni e di aggravi di costi per le aziende.
In riferimento ala proposta formulata, la Direzione Generale della Motorizzazione si è riservata la possibilità di valutare modifiche alla dichiarazione di cui all’allegato 4 della circolare n. 4791.
 
Sarà nostra cura tenerVi costantemente aggiornati sugli sviluppi della problematica e sul prosieguo dell’azione di ConfartigianatoANARA per la definizione delle criticità che presenta.

AVVIO DEI CORSI ABILITANTI ALL’ATTIVITÀ DI MECCATRONICA – SOLLECITO OPERAZIONI DI REGOLARIZZAZIONE L. 11 DICEMBRE 2012, N. 224

pubblicato 05 apr 2017, 23:52 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato il 06 apr 2017, 02:50 da Giorgio Gagliardi ]

Con riferimento alla comunicazione inviata il 12 .10.2016, prot. n. 575 dp/cat. si informa che Confartigianato Marca Trevigiana Formazione SRL ha programmato per il prossimo mese di MAGGIO la prima sessione dei corsi abilitanti all'attività di MECCATRONICA, secondo quanto previsto dalla legge 11 dicembre 2012 n. 224, con il seguente calendario: 

• indirizzo MECCANICO MOTORISTA: tutti i lunedì a partire dall’08 maggio 2017 per 10 incontri;

• indirizzo ELETTRAUTO: tutti i mercoledì a partire dal 10 maggio 2017 per 10 incontri.
 

Si ricorda che la norma citata prevede, per le persone preposte alle gestione tecnica presso le autofficine, la frequenza e il superamento della prova d’esame di un corso professionale (40 ore) relativo all’abilitazione non posseduta (elettrauto/meccanica motoristica), qualora non siano in possesso dei requisiti tecnico professionali abilitanti all’esercizio dell’attività di meccatronica previsti dalla L. 122/92 (esperienza lavorativa/titolo di studio).
In mancanza di ciò, decorso il termine del 5.1.2018, il soggetto non potrà più essere il preposto alla gestione tecnica dell’impresa. 
    
E’ pertanto necessario che le aziende interessate provvedano, con sollecitudine, ad avviare le operazioni di regolarizzazione e all’eventuale iscrizione ai corsi del proprio preposto entro il 31.7.2017, rivolgendosi per l’assistenza alle Associazioni Mandamentali Confartigianato. 

Con riferimento alla circolare MIT, prot. RU4791 del 27.02.2017, sulle nuove procedure per la revisione dei mezzi pesanti si evidenzia, inoltre, che il nuovo modello TT2100 prevede che la dichiarazione sostitutiva di certificazione debba essere rilasciata dall’azienda in possesso dei requisiti di meccatronica.

PER SCARICARE LA SCHEDA INFORMATIVA DEL CORSO E IL MODULO DI ISCRIZIONE CLICCA QUI

AGGIORNAMENTI SULLE PROCEDURE PER LE REVISIONI DEI VEICOLI >3,5 T. E AUTOBUS

pubblicato 23 mar 2017, 09:06 da Giancarlo Milanese   [ aggiornato in data 24 mar 2017, 01:13 ]

In riferimento alle ns. comunicazioni precedenti inviate via mail in data 9 e 13 marzo 2017, si informa che, in data 27 febbraio 2017, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Direzione Generale Motorizzazione - ha emanato la circolare prot. RU 4791 che stabilisce nuove procedure per la revisione periodica dei veicoli sopra le 3,5 tonnellate e degli autobus.
Il termine di entrata in vigore di tali procedure, inizialmente fissato per il 13 marzo 2017, è stato poi prorogato al 4 aprile 2017.

Si evidenzia che tale circolare introduce una rilevante e sostanziale novità che avrà un impatto diretto sull’attività delle officine che effettuano la manutenzione ordinaria e/o straordinaria dei veicoli, ai sensi delle Leggi 122/92 e 224/12. A tali officine, infatti, viene demandato l’incarico di eseguire e certificare una serie di controlli tecnici sui mezzi pesanti e, quindi, di effettuare, di fatto, una prerevisione, un precollaudo vincolante ai fini della revisione vera e propria dei mezzi stessi.

I controlli tecnici che, in base alla circolare, spetteranno alle officine specializzate sono indicati nell’Allegato 2, colonna D, ed esplicitati nell’Allegato 3 che ricomprende tutti i controlli tecnici necessari ai fini della revisione dei veicoli pesanti. 
Aspetto particolarmente delicato delle disposizioni impartite dalla circolare consiste nel fatto che viene prevista l’assunzione di responsabilità da parte dell’officina specializzata, ai sensi dell’Art. 76 del D.P.R. 445/2000. La stessa officina, infatti, è tenuta a compilare la dichiarazione sostitutiva di certificazione, contenuta nel modello TT2100 di cui all’Allegato 4, con la quale attesta di aver eseguito i controlli preliminari e propedeutici alla revisione vera e propria del mezzo pesante, conformemente ai punti specificati negli Allegati 2 e 3.

Tenuto conto dell’impatto e delle rilevanti implicazioni delle nuove disposizioni sulle imprese associate del comparto dell’autoriparazione, è stato richiesto ed ottenuto un tempestivo incontro con la Direzione Generale della Motorizzazione per rappresentare le criticità e le preoccupazioni che sono immediatamente scaturite dall’emanazione della richiamata circolare.

In particolare nel corso di tale incontro, avvenuto il 20 marzo 2017, la Direzione Generale Motorizzazione Controlli periodici parco circolante impianti e attrezzature di servizio - ha fornito chiarimenti su alcuni punti determinanti per l’attività delle imprese del settore.
Nello specifico è stato confermato che l’officina specializzata, alla quale sono affidati i richiamati controlli tecnici, non deve essere obbligatoriamente iscritta a tutte e tre le categorie dell’autoriparazione (meccatronica, carrozzeria e gommista) e che la stessa deve eseguire e certificare solo i controlli che rientrano nella sezione per la quale la stessa è abilitata. Qualora siano necessari controlli che esulano dall’abilitazione posseduta, questi vanno effettuati e certificati dall’officina abilitata e competente per la specifica sezione in cui ricade il controllo stesso.
Per quanto concerne la compilazione della dichiarazione sostitutiva di certificazione, a carico dell’officina, contenuta nel modello TT2100 di cui all’Allegato 4, e stato riferito che va lasciata in evidenza la sezione di propria competenza, barrando le sezioni che non si possiedono.

Mettiamo in evidenza però che, alla data attuale, si segnala un disallineamento tra quanto riferito dalla Direzione Generale e quanto rilevato dalla Motorizzazione Civile di Treviso, secondo la quale la dichiarazione va rilasciata dall’officina in possesso delle citate 3 sezioni, pena la non ammissibilità del veicolo al servizio di revisione. Su questo punto, allo scopo di risolvere in maniera tempestiva la delicata situazione venutasi a creare e tutelare le nostre imprese del settore, è stato richiesto un incontro presso la Direzione UMC 1 Venezia.

Durante l’incontro del 20 marzo è stato riferito inoltre che lo stesso modello TT2100 di cui all’Allegato 4 va compilato anche per i veicoli leggeri, nel caso di difformità riscontrata in sede di revisione, per espletare la procedura “ripetere”.

Sulla base delle assicurazioni anticipate, si confida anche in uno slittamento del termine del 4 aprile 2017, troppo ravvicinato, al fine di consentire alle imprese di far fronte alle oggettive difficoltà organizzative per adeguarsi alle nuove disposizioni ed assolvere correttamente al nuovo servizio richiesto dalla Motorizzazione.

Forniremo  tempestivi aggiornamenti sull’evoluzione dell’argomento non appena in possesso delle informazioni necessarie.

E’ a disposizione per qualsiasi esigenza e/o chiarimento il Funzionario di Categoria Giancarlo Milanese.

1-10 of 42